Windows | Come disinfettare il computer e recuperare i file importanti se Windows non parte

Il computer ha smesso di avviarsi a causa di un virus? Nessun problema, ci pensa BitDefender Rescue Disk!

Sicuramente il backup periodico dei file importanti come documenti e foto è fondamentale, ma cosa fare se il computer è stato infettato da un virus e non vuole più saperne di avviarsi? Per fortuna, anche se non si è stati prudenti e non si ha un backup dei file, esiste uno strumento gratuito, realizzato da BitDefender, che forse permetterà di ripulire il computer anche se non si avvia Windows o almeno di salvare i file importanti prima di formattare il computer.

Si tratta di uno strumento di nome Rescue Disk, che avvalendosi di una chiavetta USB o un CD (nel caso il computer infetto ne disponga uno) permetterà di ripulire il computer e di salvare i dati importanti presenti nel disco fisso.

Ecco come creare una chiavetta USB per il ripristino del computer in caso di malfunzionamento:

  • Scaricare gli strumenti – È possibile scaricare l’immagine ISO qui e ISOTOUSB (per scrivere l’immagine ISO su chiavetta USB) qui.
  • Creare la chiavetta – Con ISOTOUSB scrivere l’immagine ISO. Per informazioni su come usare ISOTOUSB vedere questo articolo.
  • L’avvio – Accendere il computer con boot USB, selezionare la lingua inglese e premere invio. Una volta avviato il programma, accettare il contratto di licenza e premere su Continue.
  • Connettersi ad internet – Collegare il computer per scaricare gli ultimi aggiornamenti antivirus. È possibile utilizzare un cavo di rete o il wifi. Cliccare sull’icona con i due monitor in basso a destra, selezionare rete wireless e immettere la password del wifi.
  • Aggiornare l’antivirus – Avviare l’antivirus e cliccare su Update now per effettuare l’aggiornamento. In settings è possibile configurare eventuali preferenze.
  • Controllo completo – Cliccare su Scan now per avviare la scanzione. La finestra successiva permetterà di scegliere quale cartella sottoporre alla scansione. È possibile selezionare l’intero disco fisso per effettuare una scansione completa.
  • Attendere – Dopo aver avviato la scansione, bisognerà attendere con pazienza che a scansione sia terminata. Sarà comunque possibile controllare lo stato della scansione sullo schermo o eventualmente annullarla.
  • La cura – A scansione terminata, l’antivirus mostrerà i file infetti. Per ognuno sarà possibile non effettuare alcuna azione, cancellarlo o rinominarlo. Una volta scelto cosa fare, premere su Fix iusses.
  • Provare il riavvio – Completata la pulizia, è possibile chiudere l’antivirus ed effettuare il Log out cliccando in basso a sinistra del desktop. Rimuovere la chiavetta USB e provare a riavviare il computer con Windows per controllare se tutto funziona correttamente.

Se nonostante la pulizia del computer, non si riuscisse ad avviarlo nuovamente, sarà possibile salvare i propri documenti con lo stesso strumento. Riavviare il computer con boot USB e seguire le istruzioni:

  • Accedere ai file – Cliccare sulla B nell’angolo in basso a destra, si aprirà un menù come quello di Windows da cui è possibile accedere ad alcune applicazioni, come Thunar File Manager.
  • Salvare i dati – Si tratta di un file manager che permette l’accesso ai documenti presenti nel disco fisso, proprio come fa Esplora Risorse di Windows. Collegando un disco esterno o una chiavetta USB sarà possibile salvare i dati selezionandoli e cliccando su Copy (per copiare dal disco fisso del computer) e Paste (per copiare i documenti su chiavetta USB).

A questo punto si è a conoscienza di tutto ciò che bisogna sapere per cercare di “ripulire” il computer infetto o per salvare i documenti in caso di mancato avvio del computer. Condivi l’articolo se ti è stato utile!

Registrare le conversazioni effettuate con lo smartphone

Sembra un’operazione complessa, ma registrare le chiamate sullo smartphone è possibile, grazie ad un’applicazione che, insieme ad altre funzionalità, permette di regitrare le conversazioni.

Sui diversi Store ufficiali si trovano tante app che sono pensate apposta per questo obbiettivo, ma sono riconducibili tutte ad acquisti in app, infatti il tempo di registrazione è limitatissimo e, per usare l’app in piena libertà, è necessario acquistare l’app o abbonarsi al servizio.

Oggi, noi di Scubidu, vogliamo presentare delle app che permettono in maniera totalmente gratuita di usufruire della possibilità di registrare le conversazioni effettuate dello smartphone.

La prima applicazione di cui vogliamo parlare è un’app disponibile per i dispositivi Android (scorrere l’articolo per trovare app disponibili per iOs) che abbiamo già recensito in quanto permette di identificare e bloccare le chiamate di un numero sconosciuto, anche quelle provenienti dai call center. Ad affiancarsi a questa grande funzionalità, vi è anche la possibilità di registrare le conversazioni.

L’app di cui stiamo parlando è proprio DU Caller ! Tramite DU Caller, è possibile registrare un audio di alta qualità senza vincoli di tempo. Gli sviluppatori stessi dell’app affermano che:

[…] In questo modo è possibile registrare la chiamata desiderata e scegliere quali registrazioni salvare e impostare quali chiamate registrare e quali ignorare. DU Caller fornisce la registrazione automatica delle chiamate e consente di eliminare con comodità le registrazioni. È possibile impostare la protezione con password per mantenere protette le tue registrazioni.

Quindi per iniziare a registrare gratuitamente le conversazioni  bisogna precipitarsi nello store Android e scaricare DU Caller

Uploaded Picture

Per leggere l’articolo dedicato a tutte le funzionalità di quest’app basta cliccare qui!


Un’altra app che offre questo servizio è Registratore di chiamate – ACR della NLL completamente gratuita. Offre funzioni avanzate a pagamento, ma la versione gratuita è più che sufficiente. Offre anche la possibilità di archiviare le registrazioni sul Cloud. Al momento è disponibile solo per Android.

Uploaded Picture


Se invece si vogliono registrare gratuitamente delle conversazioni con il proprio smartphone iOS bisognerà installare un’altra applicazione, il nome di questa applicazione è Call Recorder.
Call Recorder 
permette di registrare chiamate in maniera totalmente gratuita e senza limiti di tempo. Per iniziare a registrare la chiamata bisognerà scaricare l’applicazione e aprirla, recarsi nella schermata chiamate dell’applicazione, scegliere il paese di destinazione della chiamata, digitare il numero di telefono (o selezionarlo dai contatti) ed avviare la chiamata. L’intera conversazione verrà registrata.

L’applicazione è disponibile gratuitamente per i dispositivi iOS

Uploaded Picture

Per tutte le altre applicazioni iOS aprire questo articolo dedicato.

 

Usare la fotocamera come lente d’ingrandimento su iPhone e Android

Trasformare lo smartphone in una lente d’ingrandimento è possibile, vediamo in questo articolo come fare!

Come abbiamo visto in un articolo precedente, lo smartphone può sostituire diversi oggetti, tra questi figura anche la lente d’ingrandimento.

LEGGERE ANCHE: I 25 OGGETTI SOSTITUITI DALLO SMARTPHONE

Pensata per chi vede poco o per chi vuole un aiuto in più per leggere certi scritti, lo smartphone come lente d’ingrandimento sembra essere un’ottima soluzione in quanto si comporta esattamente come una lente d’ingrandimento capace di ingrandire e mettere a fuoco il testo in modo da renderlo facilmente leggibile.

Questa funzione è presente di fabbrica nei dispositivi iPhone (iOS 10), per usufruirne bisognerà però attivarla; per quanto riguarda tutti gli altri dispositivi come ad esempio quelli Android o Windows phone bisognerà ricercare nello store l’app adatta per trasformare così lo smartphone in lente d’ingrandimento. Per i dispositivi Android, segnaliamo l’app “lente d’ingrandimento” e “lente d’ingrandimento HD” che risultano essere le migliori app di questo genere per quanto riguarda il mondo Android.

ABILITARE LA FUNZIONE LENTE D’INGRANDIMENTO SU IPHONE (IOS 10)

  1. andare in Impostazioni
  2. scegliere la voce Generali
  3. selezionare la voce Accessibilità
  4. attivare l’opzione Lente di ingrandimento
  5. FATTO!

Attivata la lente basterà fare un triplo tocco sul pulsante Home e, se la lente d’ingrandimento è l’unico strumento di accessibiltà attivato, si aprirà immediatamente, altrimenti verrà visualizzato un menù per aprirla.

Aprendo la lente d’ingrandimento si noterà che in basso a sinistra è possibile, attraverso un cursore, ingrandire lo zoom e l’inquadratura della fotocamera. Se si dovessero riscontrare problemi dovuti alla messa a fuoco, basterà toccare il livello di zoom e poi premere il lucchetto per bloccare la messa a fuoco e stabilizzarla. La lente d’ingrandimento dell’iPhone ha anche una serie di filtri di colore per migliorare la lettura di un testo, invertire colori e modificare luminosità e contrasto, questi filtri sono presenti nel bottone a destra. Inoltre, la possibilità di fare un fermo immagine quindi una foto temporanea al testo inquadrato per vederlo a tutto schermo e senza dover tenere l’iPhone nell’inquadratura – rende la funzione d’ingrandimento offerta da iOs 10 molto pratica. 

LEGGERE ANCHE: IPHONE | LETTURA VOCALE DELLO SCHERMO

LEGGERE ANCHE: COME USARE UN VECCHIO SMARTPHONE

LEGGERE ANCHE: IPHONE | COME FARE UNA CONFERENZA TELEFONICA

Samsung Galaxy Note 7 | Pubblicati i risultati delle indagini

Samsung pubblica i risultati delle indagini su Galaxy Note 7

Avevamo già parlato delle possibili cause dello scoppio delle batterie di alcuni dispositivi Galaxy Note 7. Samsung, al termine di diverse indagini – una condotta autonomamente e una condotta da parte di altre società esperte nel campo della sicurezza – ha confermato le cause scatenanti dell’esplosione.

Tutte le indagini svolte sono arrivate alla stessa conclusione:
A causare l’improvvisa esplosione dei device è stato, senza alcun dubbio, un problema legato alla batteria.

Il problema può essere sostanzialmente imputato a due diversi fattori: l’involucro troppo ‘stretto’ per accogliere il gruppo di elettrodi, tanto da provocare un surriscaldamento e, di conseguenza, un corto circuito. Inoltre, le punte degli elettrodi negativi delle celle, risultano posizione in modo non totalmente corretto, aumentando così il rischio di esplosione.
Il secondo fattore in causa, ha invece interessato il fornitore di batterie al quale Samsung si è rivolta in un secondo momento, dopo i primi casi di malfunzionamento. Ma anche in questo caso, è stato riscontrato un problema: nei dispositivi dotati delle nuove batterie avvenivano corti circuiti dovuti al contatto diretto dell’elettrodo negativo con quello positivo.

Samsung ha scelto la strada della massima chiarezza, cercando anche di far capire meglio a tutti i fan del marchio ed ai possessori di Samsung, come siano state realizzate le indagini, attraverso schemi grafici e video che si possono trovare nella pagina dedicata.

galaxynote7

Inoltre, fa sapere Samsung, che è stato creato un gruppo consultivo dedicato esclusivamente all’analisi delle batterie, che si occuperà di verificare e testare la sicurezza di ogni singolo componente di base per i prossimi prodotti della società.

samsung-galaxy-7-point-battery-safety-check

samsung-galaxy-note-7-multi-layersafetyMeasures

Ma la politica di trasparenza e massima chiarezza attuata da Samsung non si ferma qui, a seguito della pubblicazione dei risultati ufficiali, sono seguite delle interessanti immagini che raffigurerebbero i laboratori nei quali sono stati effettuati i test sui diversi Note 7.

Charge and Discharge-samsung-galaxyNote7

test-samsung-galaxyNote7

Accelerated Usage Test Image 04

Si chiude così la vicenda dei malfunzionamenti dei Note 7, ma Samsung sa il fatto suo, ed è pronta a ripartire e a dimostrarlo è proprio il ritorno in commercio dei Samsung Galaxy Note 7.

I 25 oggetti sostituiti dallo smartphone

Col passare del tempo lo smartphone ha iniziato a ricoprire sempre più mansioni è sempre più ruoli risultando anche più efficace di altri device preposti per gli stessi obbiettivi.

Vediamo in questo articolo i 25 (+1 – aggiornamento 05/03/2017 -) oggetti che uno smartphone sostituisce, dividendo la lista in due parti: gli strumenti che lo smartphone sostituisce già di base (ovvero tutte le funzioni che lo smartphone esegue già di fabbrica) e quelli che può sostituire grazie all’implemento di alcune applicazioni.

  1. Cabina telefonica/telefono fisso
    Ovviamente al primo posto non può che piazzarsi l’uso dello smartphone come telefono, inteso quindi come sostituito a cabine telefoniche e telefoni fissi.
  2. Computer
    Lo smartphone può sostituire un computer per la maggior parte delle operazioni di base, come navigare o leggere la posta elettronica.
  3. Enciclopedia/dizionario
    Come detto per il punto precedente, lo smartphone permette, attraverso al browser, la navigazione. Ed è proprio grazie alla navigazione che è possibile cercare argomenti o termini di cui si vuole approfondire la conoscenza.
  4. Macchina fotografica
    Sempre più avanzate e sempre più precise, le fotocamere frontali e posteriori degli smartphone costituiscono a tutti gli effetti delle vere e proprie macchine fotografiche. 
  5. Videocamera
    Discorso simile a quello per l’uso dello smartphone come macchina fotografica, anche per quanto riguarda l’uso come videocamera lo smartphone adempie perfettamente al compito riuscendo anche, in base alla capacità dello smartphone, a realizzare video in Full HD.
  6. Navigatore
    Preinstallato in ogni smartphone si trova un navigatore, nei dispositivi iOS viene chiamato Mappe, in quelli Android Google maps.
  7. Calcolatrice
    l’uso dello smartphone come calcolatrice sembra banale, ma se ci si pensa bene, quando si vuole svolgere un calcolo risulta molto più immediato estrarre il proprio smartphone che cercare una calcolatrice.
  8. Lettore musicale
    Ormai ascoltare musica tramite lo smartphone è un gesto di routine, attraverso lo smartphone si può cercare, comprare e le ascoltare musica.
  9. Agenda
    Lo smartphone può contenere tantissimi contatti e, grazie alla possibilità di aggiungere più numeri per contatto (magari uno per il numero di casa e uno per quello del cellulare) e ad altre funzioni, come quella di assegnazione di una foto ad un contatto, lo smartphone risulta essere l’agenda più completa e veloce che esista.
  10. Sveglia
    Impostare la sveglia sullo smartphone è ormai un gesto comune e abituale che ha portato al pensionamento di tante sveglie tradizionali.
  11. Orologio
    Lo smartphone sostituisce l’orologio a tutti gli effetti, basta estrarlo per vedere subito ora e giorno e, grazie a widget ed impostazioni, è possibile anche impostare diversi fusi orari.
  12. Cronometro
    Comodo e sempre pronto, lo smartphone può essere impiegato come cronometro in tutta semplicità.
  13. Calendario
    Lo smartphone come calendario, ma non un semplice calendario, bensì uno dotato di promemoria per permetterci di ricordare tutto quello che riteniamo importante.
  14. Radio
    Grazie all’ausilio delle cuffie, lo smartphone può essere usato come radio per ascoltare le proprie frequenze preferite.

LEGGERE ANCHE: LE MIGLIORI APP DA INSTALLARE PER PRIME SU UNO SMARTPHONE

Passiamo ora alla lista di altri oggetti che lo smartphone può sostituire tramite l’uso di app.

  1. Posta
    Le lettere cartacee sono state sostituite dall’utilizzo delle mail, per iniziare a sostituire la posta tradizionale a quella elettronica bisognerà, dopo aver creato una casella di posta (qui la lista delle migliori caselle di posta), scaricare un client di posta o affidarsi all’applicazione presente di base in tutti gli smartphone e immettere i parametri di configurazione.
  2. Scanner
    Installando una semplice applicazione – come questa – lo smartphone diventerà a tutti gli effetti uno scanner degno dei classici scanner casalinghi.
  3. Torcia
    Lo smartphone è anche torcia, ed è utilissimo per tutte quelle volte che si deve aprire la porta di casa al buio, per quando cade qualcosa sotto ad un mobile, per farsi strada quando salta la corrente. Nella maggior parte degli smartphone l’applicazione torcia è già installata, se non si dispone dell’applicazione è sempre possibile scaricarla tramite lo store ufficiale del proprio sistema operativo.
  4. Lente d’ingrandimento
    Esiste già l’impostazione per IPhone, ed esistono app per Android, lo smartphone può diventare a tutti gli effetti una lente d’ingrandimento capace di restituire sullo schermo caratteri ingranditi senza sgranarli.
  5. Telecamera di sicurezza
    Tramite applicazioni come questa, lo smartphone diventerà una telecamera di sicurezza a tutti gli effetti.
  6. Consolle per videogiochi
    Giocare tramite lo smartphone è una realtà testata da chiunque tramite gli store ufficiali del sistema operativo.
  7. Libro
    Lo smartphone può sostituire un libro, basterà scaricare un eBook (un libro in formato digitale) e usare il proprio smartphone come lettore di eBook.
  8. Quotidiano
    Lo smartphone sostituisce i quotidiani cartacei, così come per i libri, è possibile scaricare quotidiani o leggerli direttamente online, anche tramite le applicazioni delle diverse testate giornalistiche.
  9. Mouse Wireless
    Trasformare lo smartphone in un mouse wireless è molto più semplice di quanto si pensi, basterà scaricare un’applicazione sullo smartphone e sul pc e il gioco è fatto!
  10. Contapassi
    L’applicazione per contare i passi è presente in diversi smartphone già di fabbrica, se così non fosse basterà recarsi sul proprio store e scaricare un’applicazione di fitness tracker o simili.
  11. Pos
    Tramite le applicazioni e la strumentazione adatta, lo smartphone può diventare a tutti gli effetti un pos.
  12. Accordatore
    Scaricando un’applicazione è possibile trasformare il proprio smartphone in un accordatore!

I migliori siti per convertire testo e immagini in ASCII

ASCII è un codice per la codifica di caratteri. La standard ASCII è stato pubblicato dall’American National Standards Institute nel 1968.

Uploaded Picture

In questo articolo vedremo quali sono i migliori siti per convertire in modo semplice e veloce testo e immagini in ASCII senza la necessità di installare programmi o effettuare registrazioni. Tutto online e gratuitamente.

Questi sono i siti che offrono un servizio gratuito per convertire immagini in ASCII:

Uploaded Picture

  • Photo2TEXT – Sito semplicissimo per convertire velocemente qualsiasi immagine in ASCII. Sarà sufficiente selezionare l’immagine da convertire e premere Convert to ASCII e immediatamente sarà disponibile l’immagine convertita!
  • Text-Image – Il secondo sito che proponiamo permette di converire immagini in ASCII. Sono disponibili tre diverse modalità di conversione (anche se non tutte in ASCII).
    Uploaded Picture

Questi invece, sono i siti per convertire testo in ASCII:

  • Patorjk – Il primo sito che proponiamo consente di convertire istantaneamente testo in ASCII e consente di scegliere la modalità di conversione.
    Uploaded Picture
  • Network-Science – Il secondo sito per convertire testo in ASCII. Anche questo permette di scegliere la modalità di conversione.
    Uploaded Picture
  • Mastervb – Il terzo sito che proponiamo, consente di convertire sia immagini sia testo in ASCII, permettendo così di effettuare tutte le conversioni di immagini e testo in un solo sito.
    Uploaded Picture

Come sempre, rimaniamo a disposizione per inserire eventuali servizi come questi per convertire immagini o testo online gratuitamente.

eBook, Come convertirli in MOBI ed altri formati

Convertire eBook in tutti i formati in modo semplice e veloce è possibile, e per farlo non bisogna appoggiarsi a nessun programma!

Abbiamo già parlato in un nostro precedente articolo di come scaricare e aggiungere libri su Kobo ma non sempre il file scaricato viene letto correttamente dall’eReader. Problemi simili potrebbero capitare per chi invece possiede un Kindle ed è quindi vincolato ad un numero ristretto di formati supportati.

Online si trovano diversi programmi per la conversione, ma l’immediatezza di un servizio online rende l’operazione più semplice e agevole.

Il servizio online di cui stiamo parlando si chiama ToePub ed è completamente gratuito. Grazie al servizio offerto da ToePub sarà possibile convertire un PDF in Mobi o ePub e viceversa.

Conversione-da-PDF-ad-altri-formati-ebook-per-kobo-e-kindle

Il sito è disponibile anche in italiano, selezionando la lingua dalla tendina presente in alto a destra nel sito.

Per iniziare a convertire l’eBook in altri file compatibili bisogna seguire una semplice procedura: Selezionare il formato in cui si vuole convertire (Mobi, ePub…) premere su CARICA FILE e quindi selezionare il file da convertire, quando il file sarà pronto bisognerà premere su SCARICA. FATTO! il file sarà convertito e disponibile per essere scaricato e caricato sull’eReader nel giusto formato.

Il sito ToePub permette anche di convertire fino a 20 documenti contemporaneamente.

Nokia | In arrivo anche un tablet da 18 pollici

Previsto l’arrivo di un Tablet Nokia da 18 Pollici

Il ritorno di Nokia sul mercato è stato segnato dall’arrivo del Nokia 6 che, già dalle prime ore dal lancio, ha fatto registrare cifre da record, circa 255000 Nokia 6 venduti a partire dalle prime ore del lancio.

Ma ad affiancarsi al nuovo potente smartphone Nokia dovrebbe arrivare anche un tablet con caratteristiche da top di gamma.

A confermare l’intenzione dell’azienda finnica sarebbero alcuni rumors provenienti dalla Cina.
Il nuovo tablet Nokia dovrebbe disporre di un processore Snapdragon 835, con GPU Adreno 540, 4GB di RAM e 64GB di memoria interna. Lo schermo sarà, come annunciato precedentemente, da 18,4 pollici e presenterà una risoluzione 2560×1440. Fotocamera anteriore e posteriore da 12 megapixel.

Un tablet pensato per chi è alla ricerca di un dispositivo portatile con uno schermo ampio per navigare in tutta comodità ma anche per guardare serie tv, film e molto altro.

Per ora non si dispone di informazioni riguardo il prezzo e la data di uscita, bisognerà quindi aspettare per tutte le ulteriori informazioni riguardo al nuovo tablet Nokia.

LEGGERE ANCHE: NOKIA | RITORNO DA RECORD

 

Windows | Ora anche ebook store

A farsi largo tra film, giochi e musica arrivano i libri elettronici sullo store Microsoft 

A conferma dei rumors che circolavano già da qualche tempo, arriva la versione provvisoria dell’aggiornamento di Windows 10 dove all’interno del negozio digitale di Microsoft trovano spazio anche gli eBook.

L’aggiornamento del sistema operativo, che arriverà in primavera, includerà una nuova sezione ebook nello store Microsoft. Sarà possibile comprare gli ebook direttamente dal Windows Store tramite PC e smartphone e poi leggerli comodamente attraverso Edge, il browser di Microsoft, che dispone del supporto per gli epub. Microsoft-ebook-store

Ricordiamo che, per il momento, tutto questo è disponibile solo nella versione provvisoria dell’aggiornamento di Windows 10, appena pubblicata dalla compagnia per gli utenti Usa. L’arrivo dell’aggiornamento per tutti è previsto in primavera, bisognerà quindi aspettare per iniziare ad usare il Windows Store come fonte per eBook.

LEGGERE ANCHE:

 

NEFFOS | I nuovi smartphone TP-LINK

TP-Link crea Neffos e si prepara a invadere il mercato mondiale degli smartphone

TP-Link, fornitore globale e leader mondiale di prodotti networking e accessori dal 1996, allarga gli orizzonti e punta alla telefonia di nuova generazione. E’ così che, nel 2015, nasce il brand Neffos con l’obbiettivo di creare dispositivi mobili più personali e più vicini alle esigenze del singolo utente. 

Neffos rappresenta il tanto atteso debutto di TP-Link nel mercato degli smartphone e promette di onorare le aspettative tramite potenza e affidabilità dei dispositivi, ma non solo: la bellezza del design dei dispositivi viene evidenziata già al primo impatto, unita ad una estrema maneggevolezza e da una sensazione piacevole al tatto.
Vediamo subito i dispositivi che fanno parte della famiglia TP-Link, partendo dalle prime versioni, fino ad arrivare ai nuovi Neffos X1 e Neffos X1 Max:

Neffos C5L

Uploaded Picture

  • 1GB RAM + 8GB ROM (espandibile tramite SD)
  • Fotocamera posteriore 8MP
  • Fotocamera frontale 2MP
  • 4G LTE Ultra veloce
  • disponibile in 2 colori (bianco perla – grigio scuro)
  • Dual sim
  • Display da 4.5″

Neffos C5

Uploaded Picture

  • 2GB RAM + 16GB ROM (espandibile tramite SD)
  • Display IPS HD 5.0 pollici
  • Fotocamera posteriore 8MP
  • Fotocamera frontale 5MP
  • disponibile in 2 colori (bianco perla – grigio scuro)
  • Dual sim
  • Display da 5″

Neffos 5C Max

Uploaded Picture

  • 2GB RAM + 16GB ROM (espandibile tramite SD)
  • Display IPS FHD 5.5″
  • Fotocamera posteriore 13MP
  • Fotocamera frontale 5MP
  • Dual sim
  • disponibile in 2 colori (bianco perla – grigio scuro)

Neffos Y5L

Uploaded Picture

  • 1GB RAM + 8GB ROM
  • Fotocamera posteriore 5MP
  • Fotocamera frontale 2MP
  • disponibile in 3 colori (bianco perla – grigio scuro – sunshine yellow)
  • Dual sim
  • Display 5.5″

Neffos Y5

Uploaded Picture

  • 2GB RAM+16GB ROM
  • Fotocamera posteriore 8MP
  • Fotocamera frontale 2MP
  • LTE 4G Ultra Fast
  • disponibile in 2 colori (bianco perla – grigio scuro)
  • Display da 5″
  • Dual sim

Neffos X1

Uploaded Picture

  • 2GB RAM + 16GB ROM / 3GB RAM + 32GB ROM
  • Display HD IPS da 5 pollici
  • Fotocamera 13MP, PDAF e fotocamera frontale 5MP
  • Sblocco con impronta digitale
  • disponibile in 2 colori (Cloudy Grey – Sunrise Gold)

Neffos X1 Max

Uploaded Picture

  • 3GB RAM + 32GB ROM / 4GB RAM + 64GB ROM
  • Display HD IPS da 5,5 pollici
  • Fotocamera 13MP, PDAF e fotocamera frontale 5MP
  • Sblocco con impronta digitale
  • Ricarica veloce
  • disponibile in 2 colori (Cloudy Grey – Sunrise Gold)

 

Per maggiori informazioni su tutti gli smartphone Neffos è possibile visitare il sito ufficiale