Come trasferire ebook su Kindle

Non importa per quale Kindle, questa nostra guida è valida sia per Paperwhite che per Oasis e Voyage.

Amazon ha lanciato ormai da un po’ di anni la sua gamma di eReader. Ad oggi, i Kindle sono tra i dispositivi per la lettura elettronica più diffusi, assieme ai famosi Kobo. Nell’articolo di oggi vogliamo illustrare come passare un libro elettronico (ebook) dal computer al proprio eReader Kindle.

Leggi tutto “Come trasferire ebook su Kindle”

I migliori siti dove trovare fumetti

Ecco i migliori siti dove acquistare fumetti!

Per tutti gli appassionati di fumetti esistono diversi portali che permettono di acquistare le storie dei propri personaggi preferiti. In questo articolo facciamo presente i maggiori servizi dove all’interno è possibile trovare tantissimi fumetti, anche in formato digitale!

Leggi tutto “I migliori siti dove trovare fumetti”

e-ink, cos’è e come funziona

L’e-ink è la tecnologia utilizzata in tutti i display degli e-reader: vediamo oggi come funziona

L’inchiostro elettronico (e-ink) è una speciale tecnologia inventata nel 1996 da Joe Jacobson e che imita l’aspetto dell’inchiostro “vero” su un foglio di carta. L’impiego più diffuso di questa tecnologia è presente negli e-reader, i famosi “lettori di libri in formato elettronico”. Nell’articolo di oggi vedremo come funziona l’inchiostro elettronico e quali vantaggi comporta.

Leggi tutto “e-ink, cos’è e come funziona”

I migliori siti per gli appassionati di lettura

Segnaliamo oggi alcuni siti indispensabili per gli appassionati di lettura!

In un nostro articolo risalente a qualche mese fa abbiamo elencato alcune app adatte ai lettori, dove gli amanti della lettura potevano trarre benefici cimentandosi in applicazioni che permettono di ingannare l’attesa leggendo piccoli racconti, conoscere la storia delle diverse città partendo dai libri e dagli autori che l’hanno caratterizzata o trovare un libro partendo da una citazione. Insomma, tutte applicazioni adatte a chi della lettura ha fatto la propria passione. Non esistono solo app adatte ai lettori, infatti oggi vogliamo segnalare alcuni siti che permettono non solo di leggere recensioni o interviste degli autori, ma anche di conoscere nuovi libri e di confrontarsi con altri appassionati di lettura!

Leggi tutto “I migliori siti per gli appassionati di lettura”

Le migliori app da installare per prime sul Tablet

Tablet nuovo? Ecco alcune app da installare subito!

In un nostro precedente articolo abbiamo consigliato alcune app da installare per prime su uno smartphone (iOS o Android). Oggi vogliamo proporre un articolo simile ma interamente dedicato al mondo dei tablet. Sotto molti aspetti le app di questa lista andranno bene anche per chi possiede un iPhone o uno smartphone Android come quelli Samsung, Asus, Huawei etc…

Di recente è emerso che ben il 26% degli italiani naviga solamente tramite dispositivi mobili ovvero tablet e smartphone.

Navigare da smartphone e tablet percentuali
Ecco alcuni dati che si riferiscono alla navigazione da dispositivi mobili nei vari Paesi

È quindi un bene sfruttare i propri dispositivi al massimo delle loro funzioni, iniziamo con la nostra lista di applicazioni utili da installare sul proprio tablet per imparare ad usarlo non solo per navigare ma anche per molto molto altro!

nota: per ogni categoria elencheremo un paio di app, alcune differenti ed alcune molto simili tra di loro, consigliamo di installare quelle che più si addicono alle proprie abituidini e ai propri interessi.

Intrattenimento e Cinema

La televisione, le serie tv e i film sono sempre più in streaming e disponibili sui molti portali dedicati nati negli ultimi anni, guardare un film sul proprio tablet è una mossa vincente: dimensioni del display abbondanti che permettono tranquillamente a più di un utente di guardare comodamente il display, in più, lo sforzo visivo è ridotto rispetto alla visione da smartphone.

Netlix

chi non conosce Netflix? Uno dei portali per la visione in streaming di serie tv e film (anche su più dispositivi contemporaneamente) più diffusi ed apprezzati del momento. L’App di Netflix è perfettamente ottimizzata per l’uso da tablet. Netflix è disponibile per iOS e Android, gratuitamente (bisogna sottoscrivere un abbonamento per accedere ai contenuti).

RaiPlay

L’applicazione RaiPlay permette di vedere in streaming i contenuti trasmessi da Rai, gratuitamente. È possibile rivedere le puntate perse della propria serie tv oppure seguire i programmi in diretta. L’app è disponibile per iOS e Android.

Mediaset On demand

per seguire i propri programmi preferiti di tutti i canali Mediaset, sempre in maniera totalmente gratuita. L’app è disponibile per iOS e Android.

Le applicazioni di questo genere sono molte, dipende dai propri gusti e dai propri abbonamenti. Per elencarne ancora un paio: infinity, now tv, paramount channel, rakuten tv, dplay etc etc. Ma non solo, per la categoria intrattenimento entrano a far parte anche applicazioni come Spotify, Shazam e Soundhound.


Comunicazione

Duolinguo

per imparare nuove lingue o per rafforzare le proprie conoscenze, duolinguo è la migliore app in circolazione. È totalmente gratuita e disponibile per iOS e Android.

Back to school migliori app scolastiche
Le migliori app da usare tra i banchi di scuola, click qui

Google traslate

con il supporto di ben 103 lingue, la possibilità di tradurre con la fotocamera , la modalità conversazione, il supporto della scrittura a mano e l’uso anche offline, Google translate una delle migliori app di traduzione.

Microsoft traduttore

altra applicazione per tradurre, permette la traduzione in moltissime lingue e, come per l’app precedente, mette a disposizione la traduzione in modalità conversazione e con l’ausilio della fotocamera. Entra nella lista non solo come valida alternativa a Google Translate ma anche perché mette a disposizione un’estensione utilissima che permette di tradurre singole parole o frasi durante la navigazione su internet (funziona anche con Safari).


Social

Facebook

se si possiede un account Facebook allora è il caso di scaricarsi l’app Facebook sul proprio Tablet! Comoda, ben ottimizzata e sempre aggiornata.

Twitter

anche l’app di Twitter è ben ottimizzata per l’uso da Tablet. Consigliamo il download se si è parte della community di Twitter (o se lo si vuole diventare)! In più, se non si vuole occupare troppa memoria e il proprio Tablet è un poco potente, consigliamo il download della versione Lite dell’app (disponibile solo per gli utenti Android).

Anche per altri social esistono le diverse applicazioni, in base ai propri profili è possibile cercare l’app di appartenenza (Instagram, snapchat etc etc). Prima di passare alla categoria successiva, perché non iniziate a seguire Scubidu su Facebook e Twitter? 😬


Creatività

Canva

canva è un’ottima applicazione che permette di creare copertine facebook, grafica per i blog, locandine, poster, biglietti d’auguri, inviti di matrimonio, attestati, copertine cd, brochure, biglietti da visita, calendari e molto altro senza nessuno sforzo! Canva è disponibile gratuitamente per iOS e Android.

Canva app per tablet
Finestra principale di Canva dov’è possibile scegliere il progetto da creare / modificare

Tayasui

Tayasui non è il nome dell’app ma dell’intera suite di applicazioni dedicate al disegno su Tablet. Qui il sito ufficiale Tayasui dov’è possibile sfogliare tutte le app creative e avviare il download per il proprio dispositivo.

Pixelmator

ottima applicazione per creare, modificare e migliorare foto e immagini. Pixelmator è un’ottima app per i più creativi, piena di strumenti, filtri, cornici e molto altro. L’app è a pagamento è disponibile per iOS al costo di 5,49€.

Enlight Photofox: editor foto

app di photo editing che coniuga strumenti, filtri, font e molteplici modalità all’uso facile e immediato da Tablet. L’app è disponibile per iOS gratuitamente e in versione pro, a pagamento (2,29€). Dalla stessa famiglia provengono altre app creative per modificare foto, immagini e video, tra cui Facetune.

Adobe Photoshop Express

il famosissimo programma, in versione express. Gli strumenti messi a disposizione sono davvero tanti, come tante sono le funzioni presenti nell’app, come ad esempio la correzione prospettica. App tutta da provare, gratuita e disponibile per iOS e Android.

Le app creative per creare, modificare e disegnare con il proprio Tablet sono davvero tantissime, molte delle quali prevedono un passaggio alla versione pro o l’adesione ad un abbonamento (mensile o annuale).


Letture

Per le proprie letture consigliamo di dare un’occhiata al nostro articolo dove elenchiamo i migliori lettori di libri disponibili per iOS e Android. Ecco, tutte le applicazioni presenti nell’articolo sono disponibili e adatte per l’uso da Tablet.

Ecco alcune icone della app più famose per la lettura di libri in formato digitale, click qui per altre info

Esistono anche altre applicazioni che sapranno farsi apprezzare dagli appassionati di lettura, come ad esempio CityTeller e Storie in Coda.


Utilità e Produttività

i Tablet sono ottimi compagni per la lettura di articoli sul web, non sempre però si ha del tempo da dedicare alla lettura ed è per questo che esistono applicazioni che permettono di salvare e leggere più tardi, anche offline, gli articoli del web. Ecco alcune delle più famose app:

Instapaper

utilissima app per salvare ed archiviare gli articoli da leggere poi comodamente offline. Instapaper è un’ottima app nel suo genere (completa di estensione) gratuita e disponibile per iOS e Android.

Pocket

altra ottima app per “leggere dopo”, il tutto comodamente e senza problemi di connessione. Pocket mette a disposizione un’ottima estensione da poter usare su Safari, Chrome e Firefox. L’app si presenta in versione gratuita e Premium (sottoscrivendo un abbonamento mensile o annuale). Pocket è disponibile per iOS e Android.

Evernote

app adatta per prendere appunti, aggiungere note e fermare tutte le idee prima che svaniscano. Permette anche di scansionare documenti, biglietti da visita e appunti cartacei. Evernote permette di sincronizzare il materiale raccolto e di ritrovarlo su ogni altro dispositivo. Evernote è disponibile gratuitamente per iOS e Android, esiste anche la versione Premium che, tramite un abbonamento, mette a disposizione più spazio per l’upload, oltre a diverse altre funzioni.

Feedly

in assoluto la migliore app per leggere articoli prevenienti da tutto il web! È possibile lasciarsi consigliare dall’app che raccoglie e classifica per genere articoli presi dalla rete, oppure impostare manualmente le fonti da cui attingere le notizie! L’app è gratuita e disponibile per iOS e Android.

Microsoft OneNote

app perfetta per organizzare, raccogliere e condividere idee, articoli e pensieri, il tutto sempre con sé, grazie alla sincronizzazione su diversi dispositivi. OneNote è gratuita è disponibile per iOS e Android.

Dropbox

ottima app per riorganizzare documenti e file di ogni tipo, da condividere e scambiare con altre persone (per lavoro, studi etc). L’app è scaricabile gratuitamente e prevede diversi abbonamenti al servizio. Dropbox è disponibile per iOS e Android.

Microsoft Excel

l’app è ottimizzata per l’uso da Tablet ed è pensata per visualizzare i fogli di calcolo (in versione standard, gratuita) e per crearli (solo per i primi 30 giorni e successivamente abbonandosi all’app). Excel è disponibile per iOS e Android.

Nota: nell’iPad sono presenti già nativamente alcune app come Numbers e Pages, utili per creare presentazioni e fogli di calcolo. 


Giochi

L’esperienza di gaming è molto più appagante se vissuta dal tablet, ovviamente il dispositivo dovrà presentare una potenza sufficientemente alta per permettere a tutti i giochi -anche i più pesanti- di girare correttamente. Esistono tanti giochi in cui anche i particolari contano, uno tra tutti: Love You To Bits dove, essendo in un gioco punta-e-clicca, è fondamentale prestare attenzione anche ai particolari più minuti che, putroppo, da smartphone potrebbero sfuggire.


Si conclude qui la nostra lista di app imperdibili da scaricare sul proprio Tablet!

Come scaricare eBook usando eMule [tutorial + video]

Ecco uno dei metodi più veloci e più immediati per scaricare eBook!

In un nostro articolo precedente abbiamo elencato tutti i modi per scaricare eBook, oggi vogliamo approfondire e concentrarci solo sul metodo che si avvale di eMule.

Leggi tutto “Come scaricare eBook usando eMule [tutorial + video]”

Le migliori app per gli appassionati di lettura

Vi avvisiamo, alcune di queste app diventeranno indispensabili!

La lettura è uno strumento potentissimo che permette veramente a chiunque di potersi lasciare tutto alle spalle e gettarsi in un mondo nuovo dove a comandare sono le emozioni. Molte volte qui sul blog abbiamo parlato di come scaricare ebooks, a quali applicazioni affidarsi per leggerli, come convertirli in altri formati e di molti altri argomenti riguardanti il mondo della lettura. Oggi, invece, vogliamo presentare una lista di applicazioni per tutti gli appassionati della lettura!

CityTeller

Questa applicazione è davvero-davvero-davvero una bella pensata: raccontare le città attraverso i libri, ricondurre quindi gli scritti dei grandi scrittori alle città, vie e paesini che li hanno ispirati. L’applicazione definisce il compito di CityTeller come un intento -ben riuscito- di creare una mappa geo-emozionale!
È così che grandi artisti e scrittori riescono a raccontare e far conoscere una città tramite le proprie opere e scritti…insomma, CityTeller mette a disposizione un grande scrittore come guida turistica!

Cityteller. Città e libri
Cityteller. Città e libri

Storie in Coda

Storie in Coda è un’app di cui abbiamo già parlato in passato (esattamente in questo articolo) che permette di “aggirare le attese” in una maniera totalmente nuova! Quando, per qualsiasi motivo, ci si ritrova a dover attendere (in posta, dal medico, sul treno…etc..) la maggior parte delle persone impugna lo smartphone e inizia a navigare sui social. Niente di sbagliato in tutto questo…ma perchè non abbandonarsi, invece, ad una piccola lettura? Storie in coda è un’app tutta da provare, noi consigliamo di scaricarla e provarla! Qui i link per il download.


Instabook

Instabook permette di trovare un libro partendo dalla citazione! Per farlo basterà digitare o pronunciare un estratto e il gioco è fatto! Instabook cercherà e troverà subito a quale libro appartiene l’estratto indicandone titolo, autore, descrizione e anche la valutazione espressa in stelline, InstaBook offre anche sezioni dedicate ai best sellers ed ai libri freschi di stampa, con informazioni utili, come prezzo e modalità di acquisto. Instabook è stata al centro di un nostro articolo, qui si troveranno più informazioni e i link per il download.


Tap

Leggere sì..ma in maniera diversa! Tap permette di tuffarsi dentro a storie movimentate e inquietanti tramite la lettura di uno scambio di sms tra i protagonisti delle vicende…interessante vero? Sicuramente un modo simpatico e diverso dal solito per trascorrere qualche momento d’attesa. L’app è disponibile gratuitamente, ma è consigliato il passaggio alla versione full se leggere “curiosando” tra gli sms vi appassiona e diverte!

Tap da Wattpad
Tap da Wattpad
Developer: Wattpad Corp
Price: Free+

e-book search

Questa applicazione è una sorta di grande raccolta di libri gratuiti disponibili per praticamente tutti gli e-Reader e in tutti i formati, l’app vanta una selezione pari a 8 milioni! L’app permette di sfogliare vasti cataloghi, trovare il libro adatto ai propri gusti e di leggerselo comodamente con la propria app preferita o con il proprio e-Reader! L’app e-book search era inizialmente disponibile solo per gli utenti iOs (che l’hanno ampiamente apprezzata), ora è disponibile anche per gli utenti Android!


Goodreads

Goodreads è più che una community di lettori, è anche un luogo dove poter tenere traccia di tutti i libri che usciranno e, cosa forse più importante, lasciarsi consigliare su nuove letture! Questa applicazione sembra davvero perfetta per chi è sempre in cerca di un libro da poter leggere ma…noi non ci siamo trovati molto bene con questa applicazione! crash continui e blocchi improvvisi dell’app hanno inciso notevolmente sulla nostra opinione dell’app che però sembra essere l’applicazione rivelazione per tanti lettori…e quindi perchè inserirla nella nostra lista? perchè il nostro potrebbe essere un caso isolato o, più semplicemente, potrebbero esserci piccoli problemi che verranno risolti con il prossimo aggiornamento!…non resta che provarla!

Goodreads: Recensioni di Libri
Goodreads: Recensioni di Libri
Developer: Goodreads
Price: Free
Goodreads
Goodreads
Developer: Goodreads
Price: Free

La nostra lista termina qui, per ulteriori suggerimenti rimaniamo disponibili!

Batterie al litio | I consigli per aumentarne la durata

Con qualche accortezza è possibile avere un telefono che conserva la carica anche dopo qualche anno di uso…Vediamo come!

Ne abbiamo parlato approfonditamente in questo articolo e abbiamo visto quali sono le migliori app per controllare lo stato della batteria. In questo articolo vedremo quali sono le principali accortezze da avere per tenere la batteria dello smartphone in piena forma!

Leggere anche:

Passiamo ora ai consigli:

Quando ricaricare
Le batterie agli ioni di litio durano più tempo se si evita di scaricarle completamente o caricarle eccessivamente. Una ricarica del 100% si può fare, ma se diventa un’abitudine potrebbe accorciarne di molto il ciclo vitale. Per aumentare la vita della batteria, la soluzione consigliata è mantenerla sempre tra a un livello del 30% e l’80%, evitando di scendere sotto il 20%. L’ideale sarebbe cercare di stare sempre attorno al 50% con piccole ricariche giornaliere.

Quando ricaricare completamente
La ricarica completa della batteria non è sempre un male, anzi, una volta al mese rappresenta il modo più efficace per ricalibrarla da zero e mantenerla in salute. Il suggerimento in questo caso è di far scaricare completamente il telefono (intorno al 20%) per poi effettuare una ricarica completa. Lo stesso principio può essere applicato ai portatili, attenzione solo a non ricaricare le batterie troppo a lungo.

Le ricariche notturne
Chiunque possieda uno smartphone è abituato a ricaricarlo almeno una volta al giorno, solitamente la sera prima di andare a letto. Certo, i telefoni moderni smettono di immagazzinare energia quando la batteria è piena, tuttavia sarebbe meglio non lasciarli collegati per troppo tempo all’alimentatore dopo aver completato la ricarica. La controindicazione in questo caso è rappresentata dalla temperatura, che potrebbe salire molto se il dispositivo restasse collegato tutta la notte col serio rischio di danneggiare la batteria. Con questo non stiamo dicendo che caricare lo smartphone di notte ne danneggia la batteria, ma è anche vero che tenerlo collegato dopo aver completato la carica è totalmente inutile e, in alcuni smartphone vecchi, potrebbe solo provocare surriscaldamento.

L’effetto memoria
Con questo nome si intende la causa che porta le batterie a “ricordare” la loro autonomia media se non vengono scaricate completamente di frequente. In teoria una batteria che non supera mai più dell’80% di carica e non scende mai sotto il 30% rischierebbe di perdere tutta l’energia che sta prima e dopo questo intervallo.
Non è questo il caso però, perchè anche se l’effetto memoria esiste, riguarda solo le vecchie batterie al nickel (NiMH e NiCd), quindi nessuna di quelle installate oggi in un dispositivo portatile, anzi, in questo caso vale esattamente il contrario, non bisogna mai farla scaricare del tutto nè caricarla troppo, se non una volta al mese.

Conservare una batteria
Le batterie agli ioni di litio (Li-ion) non sopportano le temperature eccessive e rimanere a scariche per molto tempo. Fare quindi in modo di non conservarle in luoghi troppo caldi, come il cruscotto di un’auto o la borsa sotto il sole d’agosto. Considerare che una batteria consuma tra il 5% e il 10% al mese anche se non viene utilizzata e che potrebbe non essere più in grado di immagazzinare energia se resta completamente scarica per molto tempo. Questo ovviamente è un discorso che non vale tanto per il telefono che si usa abitualmente, ma per navigatori satellitari, batterie esterne, vecchi smartphone, tablet, ereader e tutti quegli oggetti che non si usano molto e quindi non si ricaricano con regolarità.

Leggere anche:

Self Publishing | Come autopubblicare libri e ebook da soli

I portali che permettono l’autopubblicazione sono in crescita, vediamo oggi come funzionano e quali sono i principali.

Aspiranti scrittori, il vostro sogno si sta per realizzare! Grazie all’arrivo degli eBooks la lettura, così come la scrittura, si sono spostate sul digitale e sono sorte inevitabilmente nuove idee e nuovi progetti. Uno di questi è il self publishing che permette di realizzare e stampare da soli i propri manoscritti, senza avere un editore alle spalle.

Sicuramente un bel vantaggio se si pensa che molti libri di scrittori amatoriali non hanno mai visto la luce del sole (forse per timore o forse a causa dell’editore sbagliato). Con l’arrivo del self publishing è possibile non solo pubblicare autonomamente il proprio manoscritto, ma anche lanciarsi in varie vetrine che, con un po’ di fortuna, restituiranno il gradimento sperato; in più gli store online sono sempre tenuti d’occhio da editori, anche molto rinomati.

I servizi di self publishing permettono ad uno scrittore, aspirante o confermato, di curare il proprio manoscritto dall’inizio alla fine. Ovviamente i diversi aspetti variano da portale a portale, ma in linea di massima bisogna presentare il proprio scritto in un determinato formato e aderente alle norme di pubblicazione. Il proprio libro può essere realizzato in formato digitale (eBook) o cartaceo, bisogna tener conto dei prezzi per la realizzazione del volume cartaceo qualora si voglia puntare su questo. 

Come funzionano i portali per il self publishing 

Come anticipato prima, le operazioni da seguire variano da portale a portale, generalmente però i servizi di questo genere non effettuato nessuna selezione, l’autore è responsabile dei contenuti e del materiale presente nel suo libro. La revisione, il controllo del testo, l’applicazione del codice ISBN, la realizzazione della copertina e tutto quello che riguarda i “dettagli” del libro sono a proprio carico, anche se tutti i portali permettono di usufruire di questi servizi (pagando l’eventuale corrispettivo per tale servizio). Quindi niente paura: nel dubbio meglio pagare e affidarsi ad un esperto.

La prima cosa da fare è quella di scrivere il proprio libro (romanzo, saggio, diario, biografia etc etc). Ricordiamo che per ogni portale esistono delle formattazioni di cui tenere presente (in genere PDF o Docx) ma questo non è un problema, i siti che permettono il self publishing sono pensati per guidare al meglio i propri utenti quindi all’interno del sito stesso si troveranno guide e tutorial su come procedere.

Come pubblicare il proprio libro

Sempre tenendo presente che per ogni servizio cambiano le procedure, la pubblicazione generalmente deve essere preceduta dalla creazione della copertina, controllo di tutto lo scritto alla ricerca di errori di battitura o di diverso genere e infine di accordi per la messa in vendita. Se si è decisi a procedere con l’eBook il costo sarà pari a zero, se invece si vuole realizzare un volume cartaceo allora bisognerà tenere conto di quante copie stilare e procedere al pagamento del materiale.

Dov’è possibile vendere il proprio libro

Se si parla di eBook allora il proprio scritto risulterà in vendita dal sito di self publishing e da tutti gli altri portali su cui si vorrà caricarlo. I portali che permettono di vedere i propri scritti sono vari, i guadagni che si possono ricavare dipendono dal servizio stesso.
Se invece si parla di libro cartaceo allora, prima della distribuzione, bisognerà acquistare e approvare una copia di prova, prima dell’invio ai rivenditori.

Servizi extra

Come già anticipato prima, esistono dei servizi extra che possono agevolare il lavoro dello scrittore. Voler scrivere un libro ed essere in grado di completare lo scritto è già una grossa parte della mole di lavoro, ma bisogna ricordarsi che anche la copertina, la veste grafica, la gestione delle vendite e la pubblicità sono importanti. Per tutte queste ragioni, i siti di self publishing mettono a disposizione servizi extra come la revisione a pagamento, l’applicazione del codice ISBN (codice univoco di identificazione del libro, utile se si vuole vendere il proprio libro tramite librerie reali o online), creazione della copertina e così via.

I migliori portali per il self publishing

Ogni portale si somiglia, a fare la differenza possono essere piccole cose, quindi consigliamo di aprire i siti presenti nella lista sottostante e di lasciarsi convincere da quello che più in assoluto sembra fare al caso proprio.

Lulu – portale famoso che permette sia la pubblicazione di eBook che di volumi cartacei, i guadagni sono buoni. E’ possibile tramite questo sito vedere il proprio manoscritto comparire su Amazon, Barnes & Noble, Kindle, Nook, iBooks, la libreria di Lulu.com e tanti altri. Gratuitamente. 

ricavi-vendita-ebook-self-publishing
tabella di confronto del sito Lulu con i possibili ricavi di un libro cartaceo

Amazon – anche Amazon permette di pubblicare i propri libri, il portale è indicato soprattutto per gli eBook. I guadagni non sono altrettanto buoni come sul portale precedente ma bisogna calcolare che la pubblicazione tramite amazon offre un bel vantaggio in termini di visibilità.

ilmiolibro – a livello di grafica può sembrare un po’ datato e macchinoso, ma è molto valido questo portale che viene scelto molto da autori alle prime armi. Interessanti anche i contest e i concorsi indetti dal portale.

youcanprint.it – si distacca leggermente dagli altri servizi, ed è indicato, a discapito del nome, soprattutto per la pubblicazione di ebooks. Parlando in termini di guadagno, youcanprint precisa che “Per ogni ebook venduto sugli store online il 50% del prezzo di copertina sarà tuo, ad eccezione di Google Play dove il guadagno sarà del 40% e dello store di Youcanprint dove percepirai il 70%.” Apprezzabile l’ISBN sempre gratuito.

Bataglie | Emule o Torrent?

Meglio affidarsi ad emule o ai torrent? In cosa è meglio eMule e in che cosa i torrent non hanno rivali? Tutte le risposte nell’articolo che segue!

emule-o-torrent?

in breve:

Emule è un client peer to peer (P2P) che prevede la ricezione e l’invio (quest’ultimo facoltativo) di file. Nonostante il progetto sia fermo dal 2015, questo software è attivo più che mai.
i Torrent (nell’immagine sopra alcuni torrent a rappresentare la categoria: BitTorrent, Utorrent, Bitspirit e Qbtorrent) sono sempre facenti parte della categoria client peer to peer (P2P) che quindi, come per eMule, prevedono la ricezione e l’invio di file.

Le differenze:

La differenza sostanziale tra eMule e i Torrent sta nelle reti a cui si appoggiano oltre che in alcuni dettagli tecnici.

Per scaricare (e inviare)  file con eMule è necessario solo impostare ed aggiornare i server del programma. Una volta configurato al meglio, il programma è pronto per essere usato. 

Nel caso dei torrent il discorso prevede un passaggio in più infatti, dopo aver impostato il programma, sarà necessario recarsi su un motore di ricerca torrent (una sorta di libreria dei torrent) dove bisognerà iniziare la ricerca e, trovato il file giusto, avviare il download con il client torrent. I torrent, a differenza di eMule, non prevedono l’aggiornamento dei server.

leggere anche: Torrent | associare collegamenti magnet ad un programma

In cosa l’uno batte l’altro:

Scaricare film

con entrambi è possibile scaricare film, ma per una questione di velocità e di reperibilità questo punto va ai torrent!

nota: se si è alla ricerca di un metodo ancora più immediato e diretto, consigliamo di seguire questo nostro videotutorial o articolo dove illustriamo come scaricare in modo semplice e veloce film usando solo Google Chrome.

Scaricare serie tv

con entrambi è possibile scaricarne, ma come per il punto precedente anche questa vittoria va ai torrent!

nota: di seguito un videotutorial valido anche per scaricare serie tv in modo più veloce rispetto al download con i torrent.

Scaricare libri

con entrambi è possibile scaricare libri, ma a vincere in questa volta è sicuramente eMule! Su eMule si possono trovare tantissimi titoli, anche le nuove uscite! Qui un nostro articolo dove illustriamo come scaricare libri usando solo eMule, di seguito il video tutorial che racchiude tutti i passaggi:

Scaricare musica (mp3 singoli)

con entrambi è possibile scaricare singoli brani, ma per velocità, immediatezza e repertorio è eMule a vincere!

nota: per quanto eMule sia una via veloce consigliamo di affidarsi a portali online per scaricare con assoluta immediatezza mp3 singoli. Di seguito elenchiamo alcuni di questi siti e il nostro relativo articolo:

getyt (sito ufficiale nostro articolo)
dadadau (sito ufficiale nostro articolo)

Scaricare musica (album o discografie)

con entrambi è possibile scaricare album o discografie, ma per velocità sono sicuramente i Torrent a vincere! Qui un nostro articolo dove spieghiamo come scaricare intere discografie o album con i torrent.

Scaricare programmi

con entrambi è possibile scaricare programmi, ma se si vuole la certezza di trovare un programma è meglio affidarsi ai Torrent.

Scaricare giochi

con entrambi è possibile scaricare giochi, ma sicuramente il più indicato è il metodo Torrent.

Scaricare file rari (introvabili)

per questi file introvabili solo eMule è all’altezza.

chi vince?

Impossibile decretare un solo, assoluto ed unico vincitore perchè, da come si può evincere sopra, dipende molto dall’uso che se ne intende fare…proprio per questo riassumiamo brevemente in quali campi eccelle eMule e in quali sono i Torrent ad avere la meglio! 

eMule:

Torrent: