Come velocizzare Windows 10

Disattivando alcune funzionalità “superflue” di Windows 10 si potranno migliorare le prestazioni!

Windows 10 presenta un’interfaccia molto semplice da utilizzare e che semplifica di molto la vita degli utenti. Anche se è stato sviluppato per funzionare anche sui pc più datati, non sempre offre prestazioni al top. In alcuni casi il sistema rallenta e si bloccano alcune funzionalità importanti. In questi casi è necessario riavviare o chiudere alcune applicazioni.

Leggi tutto “Come velocizzare Windows 10”

Come dividere lo schermo su Windows 10

Windows 10 permette di affiancare due finestre sullo schermo per lavorare contemporaneamente con due programmi. Ecco come fare

Un po’ come la split view su alcuni dispositivi Apple, anche Windows mette a disposizione una modalità per affiancare due finestre sullo schermo.

Leggi tutto “Come dividere lo schermo su Windows 10”

Posta di Windows: il gestore mail che non ci si aspetta

Sottovalutato e ignorato da moltissimi utenti, il gestore “Posta” di Windows è invece un ottimo programma!

Per guardare le mail esistono due modi: aprire il sito della casella di posta o affidarsi ad un gestore mail. Generalmente, sullo smartphone, ci si affida sempre alle app che altro non sono che gestori mail, le applicazioni possono essere “monoservizio” oppure possono accogliere tantissime caselle indipendentemente dal servizio di cui fanno parte. In poche parole, scaricando l’app “monoservizio” di Libero mail si possono immettere solo i parametri di una casella libero, mentre scaricando un’app o usando quelle già presenti negli smartphone, è possibile immettere caselle libero, Aruba, Gmail etc etc..

Leggi tutto “Posta di Windows: il gestore mail che non ci si aspetta”

Windows | Come e perchè aggiornare il sistema operativo

In questo articolo diremo come e perchè aggiornare il sistema operativo!

Leggi tutto “Windows | Come e perchè aggiornare il sistema operativo”

Perchè sempre più servizi mettono a disposizione temi scuri e modalità notte?

C’è chi le chiama “modalità notte” chi “tema scuro” e chi si sintetizza tutto nella parola “night”…

Sempre più servizi si stanno aggiornando alla “modalità notte” introducendo nelle app e programmi temi scuri o piccoli tasti che, se premuti, cambiano il volto estetico dell’intera schermata…

 

…e no, non è una moda. Queste nuove vesti e nuove impostazioni di luminosità hanno un obbiettivo ben preciso: diminuire la quantità di luce blu e l’affaticamento a cui vengono esposti gli occhi.

Ora, di luce blu ne abbiamo parlato molto approfonditamente in vari nostri articoli, quindi sintetizzeremo la definizione di luce blu in “luce artificiale a cui i nostri occhi non sono naturalmente abituati e che metterebbe i nostri occhi sotto sforzo

E invitiamo a leggere questo nostro articolo per saperne in maniera più approfondita dell’argomento: Luce Blu | cos’è e cosa comporta

Pubblicità in TV, nuovi temi per YouTube e Opera BrowserMa perché proprio ora tutta questa attenzione verso la cosiddetta luce blu? Semplice, ora più che mai passiamo moltissimo tempo durante la giornata con gli occhi fissi su tablet, pc, TV e soprattutto smartphone…tutto questo porta ad un gran stress visivo.

La minaccia maggiore sembra venire proprio dagli smartphone, tablet e pc…le TV non sembrano destare preoccupazione…ma perché? Basta pensare al nuovo modo di vedere i programmi (e le serie TV) preferite, tramite smartphone e tablet recandosi su una piattaforma come Netflix o Nowtv e scegliere il programma che più interessa… e fin qui qualcuno starà pensando “un’ora davanti alla TV o un’ora davanti al tablet non fa differenza”. Sbagliato.

Seppure lo schermo delle televisioni sia maggiormente più ampio, sono proprio i tablet, smartphone e pc che fanno il danno maggiore perché, prima di tutto, di fronte alla televisione siamo abituati a tenere la giusta distanza, cosa che con gli altri device non si fa, andando così a gravare sullo stress che l’occhio deve sopportare. In secondo luogo, un vizio molto diffuso è quello di tenere una postura sbagliatissima durante la visione dei film che costringe l’occhio ad affaticarsi durante la visione.

Ovviamente il nostro è solo esempio, facilmente aggirabile con poche e semplici accortezze ovvero tramite la giusta distanza dal dispositivo e adottando una posizione corretta, ma è bene sapere che è importante anche proteggere i propri occhi durante la giornata quando -per lavoro o per piacere- si passa molto tempo davanti ad un pc (o altro dispositivo simile).

Ecco di seguito una lista di servizi e programmi che mettono a disposizione la modalità notte/temi scuri:

Insomma, se si tende a passare molto tempo davanti a tablet, pc e smartphone è consigliabile attivare la modalità notte (ovviamente nei dispositivi che ne dispongono o tramite programmi o app) per evitare che l’occhio subisca grandi fonti di stress…in fondo basta semplicemente premere un bottone!

Per sapere altre accortezze e conoscere più nel dettaglio le impostazioni e precauzioni attuabili per ridurre notevolmente lo stress visivo consigliamo la lettura di questo articolo:

leggere anche: luce blu | accorgimenti e impostazioni da attivare

Leggi tutto “Perchè sempre più servizi mettono a disposizione temi scuri e modalità notte?”

Windows 10 | Arriva la modalità notte

La funzione anti luce blu è disponibile anche su Windows 10!

Con l’ultimo aggiornamento per Windows 10 (Creators Update) è stata integrata un’interessante funzione che permette di utilizzare il computer nelle ore più buie della giornata senza rischi causati dalla luce blu.

leggere anche: luce blu | cos’è e cosa comporta per i nostri occhi

Questa funzione è adatta soprattutto per le persone che soffrono di problemi del sonno perchè, come specificato in questo articolo, l’utilizzo del computer nelle ore in cui la luce del giorno è scarsa, può causare diversi problemi e influire nella qualità del sonno.

leggere anche: monitorare il proprio sonno

Come si attiva la modalità notte?

  • Per attivare la night mode, andare in Start > Impostazioni > Schermo 
  • Nella sezione Luminosità e colore si troverà l’interruttore luce notturna che attivandolo permetterà di eliminare la luce blu dalle ore 21 in poi.

È possibile modificare l’orario in cui automaticamente si attiverà questa funzione andando in Impostazioni luce notturna e attivando l’interruttore Pianifica luce notturna. Da qui sarà possibile modificare l’orario di attivazione della modalità notte.

Inoltre, sempre in Impostazioni luce notturna è possibile accendere o spegnere in modo immediato la modalità notte cliccando su Accendi ora o Spegni ora. È anche possibile regolare la temperatura della luce notturna spostando a destra o sinistra il cursore della temperatura.

Windows | Ripristinare il menù Start classico in Windows 10

Con StartIsBack è possibile riportare il classico menù Start di Windows 7 in Windows 8 e 10!

Proprio così, se il nuovo menù Start di Windows 8 o 10 non fosse di gradimento, sarà possibile ripristinare il “vecchio” menù Start come quello presente in Windows 7. Tutto grazie a un programma che si chiama appunto StartIsBack che al costo di soli 2.99€ sarà disponibile a riportare il classico menù Start nel computer in uso con Windows 8 o 10. Ovviamente cercando in rete è possibile aggiudicarsi questo programma gratuitamente anche se non rientra nelle norme legali…se questo non è un problema, allora sarà sufficiente recarsi qui e scaricare StartIsBack in maniera completamente gratuita!

Uploaded Picture

Windows | Arriva Windows 10 Creators Update e porta con sé tante novità

Dopo alcuni mesi di attesa e dopo l’Anniversary Update, arriva Windows 10 Creators Update…e porta con se tante novità!

L’aggiornamento disponibile per tutti gli utenti di Windows 10 è scaricabile in due diverse modalità. Ma prima, ecco tutte le novità del nuovo aggiornamento:

  1. Possibilità di mettere in pausa WINDOWS UPDATE (per un massimo di 7 giorni)
    Nuove migliorie per il menù start
    Possibilità di creare le cartelle
    Possibilità di nascondere la lista delle applicazioni
    Possibilità di trascinare le app nel menù start direttamente dalla lista delle applicazioni
  2. Aggiornamento di Microsoft Edge
  3. Integrata nativamente la modalità “Luce notturna”, che riduce l’emissione di luce blu durante le ore in cui gli occhi sono più a rischio 
  4. Aggiornamento del Centro Notifiche e Esplora Risorse
  5. Migliorie per la Modalità Gioco (Game DVR)
  6. Nuove voci in Impostazioni
  7. Modifica di Gestione Attività
  8. Modifica dello Store
  9. Migliorata la gestione delle batterie
  10. Aggiornamenti e migliorie di Cortana
  11. Paint3D ora è incluso anche nelle versioni non insider

Per installare la nuova versione di Windows, ci sono due modalità:

la prima modalità utilizza il tool ufficiale Microsoft scaricabile qui. È la modalità più semplice e quindi adatta ai meno esperti.

La seconda modalità prevede il download dell’immagine ISO del sistema operativo e successivamente l’aggiornamento tramite DVD o chiavetta USB. È possibile scaricare l’ISO a 32bit qui e l’ISO a 64 bit qui.

Ricordiamo che per scrivere l’immagine ISO su chiavetta USB è possibile utilizzare ISOtoUSB, mentre per scrivere l’immagine ISO su DVD è possibile utilizzare Cyberlink Power2GO.

L’installazione tramite immagine ISO inoltre permette di effettuare un’installazione pulita del sistema operativo, utile quando si vuole ripartire da zero.

Quindi, se si vuole aggiornare il sistema senza formattare e quindi eliminare i propri dati, consigliamo di utilizzare la prima modalità.

leggere anche: windows installare tutti i software in un click con ninite

Windows 10 | Digitalizzare documenti e foto con lo scanner

Digitalizzare documenti e foto è diventata una prassi comune per eliminare definitivamente carta dalle scrivanie.

Anche se digitalizzare un documento o una foto con Windows 10 è molto semplice, non si può dire che è altrettanto intuitivo, per questo abbiamo pensato di scrivere una piccola guida per spiegare passo per passo come fare.

I driver corretti dello scanner

Per prima cosa, bisogna assicurarsi di aver installato i driver corretti per il proprio dispositivo (lo scanner), qui di seguito lasciamo i link delle pagine di supporto driver delle principali marche di scanner:

Installato correttamente lo scanner, è possibile procedere inserendo il documento o la foto da digitalizzare nel vano corrispondente.

Come digitalizzare documenti su Windows 10

Arrivati a questo punto, recarsi in Start, scrivere scanner e aprire la voce FAX e scanner di Windows.

Nella sezione di sinistra, in basso, premere su Digitalizza. Si aprirà la finestra dedicata allo scanner. Da questa finestra, sarà possibile digitalizzare e salvare tutti i documenti e le foto che si vogliono. Per procedere con la digitalizzazione, una volta inserito il documento o la foto nel vano apposito, cliccare su Nuova digitalizzazione in alto a sinistra e nella finestra che si aprirà premere su Digitalizza. A questo punto, il file digitalizzato, sarà disponibile nella cartella Documenti digitalizzati, presente nella cartella Documenti. È possibile inoltre salvare il file in in un’altra destinazione e con un altro nome, premendo su Salva con nome in alto nella finestra.

Per quanto riguarda la digitalizzazione è tutto. Adesso è possibile salvare quanti documenti e foto si vogliono, e recuperare così spazio sulla scrivania!

leggere anche: windows | riavviare il servizio di stampa