Le migliori VPN gratuite

Ecco una lista contenente le migliori VPN gratuite

Per prima cosa bisogna aver pienamente presente cosa sono le VPN, per chiarire le idee e togliersi ogni curiosità, rimandiamo al nostro articolo VPN Cos’è e a cosa serve. La recente popolarità delle VPN ha fatto sì che sempre più servizi (e programmi, ad esempio Opera) si attrezzassero per riuscire ad offrire tale servizio. Oggi vogliamo elencare le migliori VPN gratuite.

Leggi tutto “Le migliori VPN gratuite”

Perchè scegliere Opera come browser? ecco 10 buoni motivi

Google Chrome ultimamente è lento? la voglia di provare un nuovo browser è tanta? Ecco 10 buoni motivi per provare Opera!

Opera nasce nel 1994 e sin da subito ha iniziato a farsi apprezzare, dapprima con le sue versioni a pagamento o gratis (con presenza di banner pubblicitari) e successivamente, nel 2005, con la sua versione totalmente gratuita (senza banner ne pubblicità di nessun genere). Ad oggi, Opera è uno dei Browser più utilizzati ed è sempre in costante crescita grazie ad aggiornamenti mirati ad adattarsi alle esigenze dei navigatori della rete. In questo articolo vogliamo elencare 10 buoni motivi per scegliere Opera come proprio Browser!

Veloce

Sì, proprio così. Opera è in grado di caricare le pagine web più velocemente rispetto ai principali browser e di gravare meno sulle risorse del computer. 

Nessuna Pubblicità e niente mining

Il blocco della pubblicità è già integrato in Opera, non bisognerà così affidarsi a nessun altro ad-blocker! In più, dopo il recente aggiornamento di Opera, l’adblocker integrato è capace di impedire anche le operazioni di mining.

Fino al 50% in più di batteria

L’Adblock, unito alla modalità Turbo, permette già di risparmiare la batteria del proprio portatile.durata-batteria-chrome-edge-opera Ma non finisce qui, Opera mette a disposizione un ulteriore modalità di risparmio energetico che, con un semplice click, permette di aumentare la batteria del portatile fino al 50% in più. Qui accanto un test relativo al consumo della batteria da parte di tre browser differenti: Google Chrome, Microsoft Edge e Opera. Per attivare la modalità di risparmio energetico su Opera Browser non bisogna far altro che cliccare sull’icona della batteria in alto a destra, vicino alla barra degli indirizzi. 

Tutte le chat sul proprio pc

Con la versione 45 di Opera (disponibile dal 10.05.2017) è stata aggiunta la possibilità di gestire tutte le chat comodamente dal browser. È possibile scegliere tra WhatsApp, Telegram e Messenger. Per altre informazioni su questa funzione di Opera, rimandiamo ad un altro nostro articolo.

Vpn

Ultimamente si sente sempre parlare di Vpn, e tutti ne cercano una potente, che funzioni bene e possibilmente gratis. Forse non tutti sanno che Opera ne mette a disposizione una, gratuita ed illimitata.

Chrome Cast supportato

Tra le novità portate con la versione 50 di Opera, ce n’è una che riguarda proprio il supporto per Chromecast, il famoso dispositivo HDMI di Google per lo streaming video. Dopo aver attivato l’opzione nelle impostazioni sarà possibile effettuare lo streaming di video, schede o dell’intero desktop direttamente nella propria TV, senza la necessità dcollegare il computer alla TV con il cavo HDMI.

Estensioni (proprie e di Chrome) disponibili

Opera ha un suo store dove mette a disposizioni diverse estensioni/plug-in. È anche possibile installare i plug-in presenti sullo store di Google Chrome. Qui un nostro articolo dove spieghiamo come installare su Opera le estensioni di Chrome. Qui invece il link diretto allo store di Opera.

Opera anche sul proprio smartphone

Quando ci si trova bene con un browser non si desidera altro che ritrovarlo su ogni dispositivo che si possiede e grazie all’applicazione Opera Mini per iOs e Android non bisogna preoccuparsi di nulla! È possibile anche sincronizzare i propri segnalibri e le proprie schede aperte, per riprendere sempre da dove si è lasciato tutto. In più, Opera Mini è veloce, permette di risparmiare fino al 90% il consumo di dati, non grava sulla batteria e non fa visualizzare annunci pubblicitari.

Tema scuro

Come abbiamo avuto modo di approfondire diversi mesi fa, sempre più servizi mettono a disposizione temi scuri e modalità notte, anche Opera mette a disposizione un tema scuro attivabile con un semplice click: aprire una scheda > cliccare in alto a destra sull’icona della configurazione semplice > alla voce tema, impostare quello scuro.

Convertitore incluso

Uploaded PictureFunzione utilissima, soprattutto se si fanno acquisti online da siti stranieri: selezionando la cifra, comparirà la conversione di questa nella propria valuta. È possibile impostare la conversione che si desidera e copiare, condividere o cercare il risultato della conversione. Il convertitore presente in Opera non si ferma solo a questo, è possibile anche convertire unità di misura come yards, galloni etc etc…

Eccoci arrivati alla fine dei 10 buoni motivi per scegliere Opera come proprio browser, ovviamente il potenziale e le funzioni a cui assolve Opera sono molte più di quelle elencate qui sopra, ad esempio è possibile personalizzare con temi la propria esperienza di navigazione, salvare i preferiti ed esportarli o importarli in qualsiasi altro computer, la funzione multitasking che permette, ad esempio, di seguire un video del web mentre si apre e si legge comodamente un’altra scheda di navigazione, la possibilità di inserire e personalizzare una scheda di news, contenente notizie prese dalle fonti indicate dall’utente stesso o che Opera consiglia.

VPN | Cos’è e a cosa serve

In telecomunicazioni una VPN (virtual private network) è una rete di telecomunicazioni privata, instaurata tra soggetti che utilizzano, come tecnologia di trasporto, un protocollo di trasmissione pubblico e condiviso, come ad esempio la rete internet.

L’obbiettivo delle reti VPN è quello di offrire alle aziende, a un costo minore, le stesse possibilità delle linee private a noleggio, ma sfruttando reti condivise pubbliche: si può quindi vedere una VPN come l’ingrandimento, a scala 1:30000, di una rete locale privata aziendale sicura, che collega tra loro, siti interni all’azienda stessa, sparsi su un’ampia area, sfruttando l’instradamento tramite IP per il trasporto su scala geografica e realizzando di fatto una rete WAN, detta appunto “virtuale” e “privata”, naturalmente del tutto equivalente a un’infrastruttura locale di rete (ossia con collegamenti locali) appositamente dedicata e sicura (es. protetta da Firewall e Proxy).

Tramite una VPN, utilizzando una connessione lnternet (o anche radiofonica), è ad esempio possibile collegarsi da remoto (cioè dall’esterno) alla rete informatica della propria azienda. In termini estremamente semplici: tramite una connessione VPN ci si può “collegare” a un client come se si fosse localmente (cavo di rete o intramezzo wireless) cablati.

La connessione si svolge attraverso un canale “virtuale” (protetto e sicuro) supportato da lnternet esattamente come fosse il cavo locale abituale. In questo modo si possono utilizzare le solite risorse di rete abituali: cartelle, sistemi informatici gestionali, posta elettronica aziendale e così via. A parte l’esempio aziendale, questo vale per qualsiasi applicazione dove sia necessaria una connessione di rete da remoto. Le VPN possono essere implementate attraverso i sistemi operativi comuni (Windows, Linux, Android, iOS, Mac OS MS-DOS) oppure tramite software di terze parti (esempio: Cisco VPN Client) che permette configurazioni più complesse e gestibili. Generalmente una VPN comprende due parti: una “esterna alla rete privata”, e quindi protetta, che conserva la trasmissione, e una meno affidabile e sicura che è “quella interna alla rete”, ad esempio via lnternet. Le reti VPN utilizzano collegamenti che necessitano di accesso in modo da garantire l’accesso ai soli utenti autorizzati, per garantire la sicurezza che i dati inviati in lnternet non siano intercettati o utilizzati da altri non autorizzati, le reti utilizzano sistemi di codifica. Le reti VPN sicure adottano dunque protocolli che provvedono a cifrare il traffico transitante sulla rete virtuale. Oltre alla cifratura, una VPN sicura deve prevedere nei suoi protocolli dei meccanismi che impediscano violazioni della sicurezza, come ad esempio il furto dell’identità digitale o l’alterazione dei messaggi.