Come imparare a scrivere al computer senza guardare

In quest articolo i migliori siti di dattilografia per imparare a scrivere con la tastiera del computer in modo veloce e senza guardare!

Per saper usare qualsiasi computer, la prima cosa che bisogna imparare è scrivere sulla tastiera, conoscere la posizione dei tasti, saper usare le scorciatoie e le combinazioni di tasti senza necessità di guardare la tastiera durante la scrittura. Al giorno d’oggi i più giovani sono abituati ad usare tablet e smartphone touchscreen, dove tutto si fa spostando il dito sul display, perdendo quindi l’abitudine di adoperare due mani, cosa indispensabile invece per scrivere velocemente al pc. Chi ancora non ha questa abitudine e vorrebbe imparare rapidamente a scrivere velocemente sulla tastiera senza guardare, può utilizzare alcuni test ed esercizi studiati proprio per questo, ideali per bambini e per tutte le persone che cercano ancora i tasti da premere.

Leggi tutto “Come imparare a scrivere al computer senza guardare”

7 funzioni salva-tempo per iPhone

In molti casi abbiamo parlato di “funzioni nascoste” presenti nell’iPhone indicando come attraverso semplici funzioni è possibile effettuare conferenze telefoniche o di come trasformare lo smartphone in una lente d’ingrandimento, per conoscerle tutte rimandiamo al nostro articolo 5 funzioni nascoste ma utilissime presenti nell’iPhone. Oggi, nello specifico, vogliamo parlare di alcune funzioni salva-tempo che permettono di conoscere qualche scorciatoia utilissima per risparmiare tempo e imparare a conoscere meglio il proprio dispositivo.

Leggi tutto “7 funzioni salva-tempo per iPhone”

Come usare la dettatura vocale su iPhone e iPad

Semplice e utile, la dettatura vocale può rappresentare un’ottima alleata!

Molte persone usano già Siri per comporre e inviare messaggi, anche con WhatsApp, semplicemente parlando alla nota assistente vocale di iOS, ma per lunghi testi o per non passare da Siri, esiste una funzione già integrata nel sistema operativo che permette di scrivere, semplicemente dettando. La funzione in questione non solo è già presente sul proprio iPhone o iPad, è anche in bella mostra!

Leggi tutto “Come usare la dettatura vocale su iPhone e iPad”

Le migliori App per chi ha un blog

Ecco un elenco di app utili per chi scrive articoli e si cimenta con i blog!

Trovare idee, spunti ed informarsi può sembrare un’impresa, soprattutto per chi si cimenta per la prima volta con il mondo dei blog! …ma, con le giuste app e i giusti servizi, tutto sarà più semplice!

WordPress

noi prenderemo ad esempio l’app di WordPress in quanto la maggior parte dei blog è situata su questo genere di piattaforma, ovviamente bisognerà scaricare l’app inerente alla propria piattaforma. Tornando a parlare dell’App di WordPress, dobbiamo ammettere che, detto sinceramente e per esperienza diretta, la realizzazione non è il massimo, consigliamo di scaricarla solo se si intendono scrivere articoli dallo smartphone e di affidarsi al sito se si vogliono comporre articoli da Tablet. Come punto a favore, l’app di WordPress presenta la possibilità di visitare altri blog e di interagire con questi e, in più, sembra essere l’unico modo efficiente per pubblicare da smartphone. L’app di WordPress è gratuita e disponibile per iOS e Android.

Feedly

la migliore app per restare informati, leggere e visitare altri blog ed altre fonti. Dopo averne provate varie, possiamo dire che Feedly è la più efficiente e la meglio realizzata della sua categoria, in più è gratis e disponibile per iOS e Android! Ottima anche da Tablet.

Canva

creare copertine per gli articoli o collage di immagini è facile, da computer. Quando però si parla di smartphone e Tablet, tutto cambia! Ecco perché consigliamo Canva per i propri piccoli -e grandi- progetti grafici, grazie alla possibilità di creare immagini di grandezze personalizzabili, in base alle proprie esigenze.

Instapaper

non sempre si ha tempo da dedicare alle letture, nessun problema…c’è Instapaper! Quest’app permette di salvare un articolo trovato in rete per leggerlo più tardi, anche offline. Utilissima per salvarsi articoli interessanti da leggere poi nei ritagli di tempo, anche dove non si è raggiunti da una connessione o nel caso di connessione altalenante.

Evernote

app adatta per prendere appunti, aggiungere note e fermare tutte le idee prima che svaniscano. Permette anche di scansionare documenti, biglietti da visita e appunti cartacei. Evernote permette di sincronizzare il materiale raccolto e di ritrovarlo su ogni altro dispositivo associato. L’app è disponibile gratuitamente per iOS e Android, esiste anche la versione Premium che, tramite un abbonamento, mette a disposizione più spazio per l’upload, oltre a diverse altre funzioni.

Dropbox

consigliata a chi dispone di un blog dove a partecipare è più di una persona, Dropbox è un’ottima app per riorganizzare documenti e file di ogni tipo, da condividere e scambiare con altre persone. L’app è scaricabile gratuitamente e prevede diversi abbonamenti al servizio. Dropbox è disponibile per iOS e Android.

Twitter

i social costituiscono una vera fonte di news, in particolare Twitter dove sviluppatori e aziende pubblicano anteprime o lasciano volutamente trapelare indizi. Seguire le aziende, i CEO e chiunque giri intorno ad un marchio, un software o un prodotto, aiuta a restare informati.

Image Hosting

affidarsi ad un servizio di image hosting è importante, permette di creare un link di un’immagine per poterla caricare ovunque. In particolare, nel mondo dei blog, questo genere di servizio serve a formattare nel modo corretto l’immagine, che verrà così visionata correttamente da tutti, senza problemi. In più l’immagine caricata non “pesa” sul blog. Noi ci affidiamo ad un servizio online di nome Dadapic.eu ma esistono anche delle app che permettono di fare lo stesso, ma il processo è davvero così veloce tramite sito che non abbiamo mai sentito la necessità di provare un’app.

Come far funzionare un controller USB generico

Controller USB generico che non funziona? I tasti non corrispondono ai comandi o addirittura il gioco non rileva nessun controller?

Niente paura, è capitato anche a noi testando il gioco Little Nightmares e abbiamo risolto scaricando un piccolo programma e impostando correttamente i comandi del controller.

Il programma in questione è x360ce ed è scaricabile gratuitamente al fondo di questo articolo. Non necessita di installazione. Basta scaricare il file ed estrarlo. Il programmino in questione è disponibile in versione 32bit e 64bit, leggere tutto l’articolo per sapere quale versione di x360ce scaricare.

Leggere anche: winrar | il miglior programma di compressione

Come risolvere il problema del controller USB generico che non funziona correttamente o non viene riconosciuto dal gioco:

Scaricare il programma e impostare il controller

Nota: noi faremo la guida prendendo ad esempio il gioco Little Nightmares ma il procedimento è identico per qualsiasi gioco.

  1. Scaricare il programmino di cui abbiamo parlato sopra (leggere tutta la guida per sapere di quale versione si necessita).
  2. Estrarre il file compresso per ottenere il file x360ce.exe.
  3. Copiare quel file nella cartella del gioco dove si trova l’eseguibile del gioco (l’eseguibile solitamente ha il nome del gioco e finisce con .exe, in questo caso la posizione è C:\Games\Little Nightmares\Atlas\Binaries\Win64).
  4. Collegare il Controller USB generico e attendere il rilevamento e l’eventuale installazione da parte di Windows.
  5. Una volta copiato il file, eseguirlo come amministratore (click destro sul file, esegui come amministratore e fare al messaggio che comparirà).
  6. Una volta aperto il programma cliccare su Create.
    Uploaded Picture
  7. Poi cliccare su Next nella finestra successiva.
    Uploaded Picture
  8. Una volta scaricato il driver del controller USB generico cliccare su Finish.
    Uploaded Picture
  9. A questo punto controllare che i tasti corrispondano ai comandi ed eventualmente cambiarli.
  10. Infine premere su Save e chiudere il programma.
    Uploaded Picture
  11. Avviare il gioco e buon divertimento!

Quale versione di x360ce scaricare? 32 o 64bit?

Dipende dall’eseguibile del gioco. Siccome questa operazione può risultare complessa, renderemo il tutto più semplice riducendo l’argomento all’essenziale.

Se il gioco è già installato:

recarsi sull’icona del gioco > click destro sull’icona > scegliere la voce proprietà > analizzare la voce DA.

Se il percorso fa riferimento a C:\Program Files (x86) allora il gioco è 32bit.
Se il percorso fa riferimento a C:\Program Files allora il gioco è 64bit.

Alcuni giochi non sono in C:\Program Files ma in C:\Games, allora, in questo caso, bisogna leggere il percorso fino alla fine e si troverà il riferimento alla cartella Win32 o Win64.

Se è presente la dicitura Win32 allora il gioco è in 32bit.
Se è presente la dicitura Win64 allora il gioco è in 64bit.

Ad esempio, nel nostro caso, cliccando sull’icona del gioco con il tasto destro e recandosi in proprietà, alla voce DA leggiamo C:\Games\Little Nightmares\Atlas\Binaries\Win64, questo vuol dire che dovremo scaricare x360ce per 64bit.

Se il gioco non è ancora installato:

Guardare il percorso d’installazione o attendere l’installazione ed eseguire le procedure qui sopra.

Se a questo punto non si è comunque in grado di determinare il bittaggio del gioco, allora consigliamo di scaricare la versione a 32bit del programma.

Questi sono i link per scaricare gratuitamente x360ce dai nostri server:

x360ce per giochi a 32bit

x360ce per giochi a 64bit

I file presenti sui nostri server sono tutti sicuri e completamente privi di virus.

Come eliminare x360ce dal gioco:

Se si volesse eliminare x360ce dal gioco basterà eliminare x360ce.exe, x360ce.ini e tutte le DLL XInput (es. xinput1_3) dalla cartella del gioco.

Come aggiungere un sito nei preferiti su Safari da iPhone o iPad

Una piccola guida su come inserire un sito nei preferiti tramite il proprio iPhone.

Aggiungere un sito nei preferiti è molto utile, non bisognerà così ridigitare, ogni volta, l’indirizzo del sito…basterà solo cliccare sull’icona e il gioco è fatto! Il sito si aprirà immediatamente!

C’è però da dire che Safari di iPhone aiuta molto in questa operazione, selezionando già di default alcuni dei siti visitati più spesso, quindi, molte volte, ci si ritrova già in home page un sito senza averlo messo nei preferiti.

…ma vediamo subito come mettere nei preferiti un sito per renderlo così sempre lì, a portata di dito!

Come impostare un sito in preferiti

  1. Andare sul sito.
  2. Cliccare sull’icona centrale in basso alla finestra. In genere, questo genere di icona, è quella corrispondente alla condivisione (il quadrato con un freccia verticale che punta verso l’alto).
  3. Cliccare su aggiungi nei preferiti.

Come eliminare un sito dai preferiti

  1. Aprire Safari.
  2. Tra le icone che compaiono, tenere premuta l’icona corrispondente al sito che si vuole eliminare.
  3. Cliccare su elimina.

Come controllare tutti i preferiti di Safari

  1. Aprire Safari.
  2. Cliccare sull’icona del libro (in basso a destra).
  3. Cliccare su preferiti.

Da qui è possibile controllare tutti i preferiti inseriti in lista e modificarli.

Semplice, vero?

Per sapere come inserire un sito nei preferiti su Google Chrome, consigliamo la lettura di questo nostro articolo.

Come cambiare la batteria al proprio iPhone

Non è impossibile, ma bisogna affidarsi ai giusti strumenti ed avere pazienza!

In un nostro precedente articolo abbiamo spiegato che la batteria dell’iphone può “morire” anche abbastanza facilmente dopo 2-3 anni di utilizzo. Se siete in questo articolo è perché siete decisi a cambiarla da soli. Prima di iniziare la spiegazione di tutti i passaggi, rimandiamo al nostro articolo precedente per tutte le accortezze da attuare:

iPhone | calo batteria improvviso? ecco cosa fare

nota: noi abbiamo cambiato la batteria ai nostri iPhone (6 e 5c), dalla nostra abbiamo l’esperienza con componenti piccoli e delicati. Se non siete sicuri di quello che state facendo, non fatelo. Affidatevi ad un centro Apple che, con un costo di circa 100€, vi sostituirà la batteria.

PROCURARSI LA BATTERIA E TUTTI GLI ATTREZZI NECESSARI

Se si vuole cambiare da soli la batteria bisogna sapere che non ve ne sono in vendita nei negozi delle città (nemmeno nei negozi cinesi) è meglio quindi ordinarne una tramite un e-commerce cinese.

Consigliamo di prendersi del tempo per cercare la batteria giusta, ricordiamo che i mAh della nuova batteria dovranno corrispondere a quelli della “vecchia” batteria; nel nostro caso 1810 mAh (per iPhone 6). Per conoscere i mAh adatti al proprio iphone vi invitiamo a cliccare il seguente bottone. 

Per sapere i mAh della propria batteria consigliamo di scaricare l’app Battery Life Doctor, entrare nella sezione Battery Life e guardare il valore Design Capacity: si verrà così a conoscenza anche della condizione attuale della batteria.
Nel nostro caso il valore era di 500/1810 mAh (circa il 28%). Questo significa che il dispositivo, pienamente in carica, non raggiungeva più il valore massimo (1810 mAh) ma si fermeva a 500 mAh. Di conseguenza ne ricaviamo il valore adatto al proprio iPhone (1810 mAh nel caso dell’iPhone 6)


Inoltre esistono dei kit che permettono di risparmiare (soldi e tempo, viste le tempistiche di spedizione) grazie alla composizione batteria + accessori, come ad esempio questo:

batteria-iphone-kit-cacciaviti
kit completo per cambiare la batteria del proprio iPhone

Inizialmente, nel nostro precedente articolo, abbiamo consigliato anche l’uso di una “ventosa speciale” che, però, al momento del cambio batteria è risultata un po’ inutile (è bastata la piccola ventosa già integrata nel kit di cui sopra l’immagine). La “ventosa speciale” è comunque più semplice da usare e la consigliamo ai meno esperti, il suo costo di circa 2€ la rende accessibilissima.

ventosa-cambio-iphone
ecco la “ventosa speciale” che aprirà il telefono al posto vostro!

Oltre a questi strumenti bisognerà munirsi di un phon.

Aprire il telefono

1 . togliere le viti esterne – togliere quindi tutte le viti presenti sulla base dello smartphone (dove c’è l’entrata del cavo per la ricarica). In totale le viti sono 2 e sono disposte ai lati dell’entrata del cavo lightning per la ricarica. Tolte e messe da parte le viti, è il momento di adoperare la ventosa.

2 . aprire il telefono con la ventosa – se si usa la “ventosa piccola” (presente generalmente nei kit composti da batteria + strumenti) bisognerà posizionarla il più vicino possibile al tasto home (senza coprirlo) e tirare. Sì, mette un po’ di paura il dover “far forza” per aprire il telefono ma è l’unico modo con questa piccola ventosa. Se invece ci si affida alla ventosa speciale il tutto è più semplice, bisogna posizionare la prima ventosa stando vicini al tasto home e l’altra, automaticamente, si troverà posizionata nel retro del telefono. Chiudere la ventosa per esercitare la forza necessaria all’apertura.

Attenzione: una volta aperto l’iPhone tenete presente che il display è ancora collegato al resto del dispositivo: non separate le due parti, all’altezza della fotocamera frontale il telefono è ancora unito!

tutorial-togliere-batteria-iphone
Ecco come posizionare la ventosa

Togliere il display

a questo punto il display è ancora collegato al telefono, ma è inutile ed intralcia: rimuoverlo è semplice e richiede giusto 2 minuti. Per prima cosa bisogna identificare la posizione di collegamento del display: una placca, in alto a destra, custodisce i collegamenti. Di seguito una foto che aiuterà a capire dove si trova:

La placca che nasconde i collegamenti del display
La placca che nasconde i collegamenti del display

1 . togliere le viti della placca (e la placca stessa) del display – le viti corrispondono ognuna ad un’angolo della placca metallica (dipende dal dispositivo, ma in linea di massima è così). Bisogna rimuoverle avendo cura di tenerle da parte, isolate da quelle esterne per velocizzare l’operazione di chiusura. Togliere anche la placca e posizionarla insieme alle viti.

2 . scollegare il display – per scollegarlo basta togliere i connettori dalla loro sede aiutandosi con l’utensile di plastica fornito nel kit. I connettori da staccare saranno 3. Una volta rimossi tutti e 3 è possibile staccare definitivamente il display e metterlo da parte.

Scollegare la batteria

1 . togliere le viti della placca (e la placca stessa) della batteria – Anche la batteria ha una placca con 2 viti, rimuoverla è molto semplice e richiedere poco tempo. Una volta tolte le viti e la placca, si può mettere da parte tutto. La posizione della placca varia da iPhone ad iPhone (a volte è verticale, a volte è orizzontale).

Uploaded Picture
ecco dove si trova il collegamento della batteria

2 . scollegare la batteria – per scollegarla basta alzare il connettore dalla sua sede aiutandosi con l’utensile di plastica precedentemente usato per il display. Una volta effettuata questa operazione, la batteria è pronta per essere rimossa.

Togliere la batteria

Non è semplice togliere la batteria, sarà questa l’operazione che richiederà più tempo e che vi snerverà…ma non vi preoccupate, con le nostre dritte sarà tutto più semplice! Il problema è che la batteria è incollata tramite adesivi alla scocca del telefono, bisognerà quindi scaldare gli adesivi per permettere la rimozione della batteria.

Prendere il phon e impostarlo sull’aria calda (va bene anche la minima potenza) e scaldare il retro del telefono, la scocca esterna (dove c’è la mela) in corrispondenza della batteria. Continuare per circa 2-3 minuti, girare il telefono e munirsi dell’utensile di plastica (lo stesso usato nei punti precedenti) e fare leva per alzare la batteria.

attenzione: non forzare eccessivamente, la batteria non deve deformarsi.

Sicuramente la batteria non si scollerà al primo colpo, ripetere quindi l’operazione di riscaldamento della scocca esterna per un paio di volte, o comunque fin quando la batteria non si scollerà definitivamente.

C’è chi preferisce scaldare per un periodo più lungo la scocca esterna per velocizzare l’operazione di rimozione della batteria, noi lo sconsigliamo soprattutto per chi è alle prime armi: il rischio di scaldare troppo la batteria e di forarla nel tentativo di alzarla è molto alto. Meglio prendersela con calma.

attenzione: prendendo ad esempio l’iPhone 5c, sotto la batteria, passa il collegamento inerente al “volume più” “volume meno” e “silenzioso” se non si procedere con attenzione è possibile danneggiarlo. Questo collegamento si trova sotto la batteria in alto.

Una volta rimossa la batteria è possibile staccare gli adesivi che la tenevano incollata (operazione semplicissima che si può fare persino con le dita).

Posizionare la nuova batteria e collegarla

Adesivi per la batteria
Adesivi per la batteria

Prima di posizionare la nuova batteria è necessario applicare i nuovi adesivi. Rimuoverli dalla pellicola protettiva e prepararsi all’applicazione. Andranno messi con le “punte” verso l’alto. Assicurarsi di posizionarli bene all’interno dello spazio occupato precedentemente dagli altri. Il passo successivo consiste nel posizionare la nuova batteria (adagiandola sopra gli adesivi), questo passaggio è importante, non è assolutamente da sottovalutare. Una volta collocata la batteria bisogna riposizionare il connettore all’apposito alloggio e procedere con la copertura del collegamento tramite placca e viti (la placca e le due viti messe da parte prima). 

Ricollegare il display

A questo punto bisogna ricollegare il display e quindi riposizionare i connettori nei giusti alloggiamenti, in totale sono 3 e vanno riposizionati in ordine, essendo a strati (l’uno che copre l’altro) sarà semplice capirne l’ordine. Assicurarsi che i connettori siano ben posizionati e saldi, a questo punto è possibile ricollocare la placca di metallo ed avvitare le viti. 

Chiudere l’iPhone e accenderlo

Ultimo passaggio: richiudere l’iPhone e rimettere le due viti esterne tolte all’inizio. Finito! Accendere l’iPhone e verificarne il corretto utilizzo. Di seguito alcuni errori comuni con le relative soluzioni.

Qualcosa è andato storto se…

il tasto home non funziona: non sono stati riposizionati bene i connettori del display, riaprire il telefono e togliere la scocca e le viti che li proteggono, riposizionarli tutti e richiudere.

il touch non funziona: non sono stati riposizionati bene i connettori del display, riaprire il telefono e togliere la scocca e le viti che li proteggono, riposizionarli tutti e richiudere.

la fotocamera frontale non funziona: non sono stati riposizionati bene i connettori del display, riaprire il telefono e togliere la scocca e le viti che li proteggono, riposizionarli tutti e richiudere.

l’altoparlante non funziona: non sono stati riposizionati bene i connettori del display, riaprire il telefono e togliere la scocca e le viti che li proteggono, riposizionarli tutti e richiudere.

il telefono non si accende: o non è stata collegata bene la batteria o non sono stati riposizionati bene i connettori del display, riaprire il telefono e provare prima con la batteria (operazione meno complessa) e quindi togliere la placca e le due viti e controllare bene il collegamento, se il problema non è qui, procedere togliendo la scocca e le viti che proteggono il display, riposizionare le connessione e richiudere.

il volume non può essere alzato ne abbassato e il telefono non può essere messo in silenzioso: è stato danneggiato il collegamento dei tasti nel momento della rimozione della batteria, non è possibile fare nulla.

Ora la vostra batteria è nuova! consigliamo quindi la lettura di questo articolo che riuscirà a darvi qualche dritta in più per aumentarne la vita:

leggere anche: batterie al litio | consigli per aumentarne la durata

Come scaricare eBook usando eMule [tutorial + video]

Ecco uno dei metodi più veloci e più immediati per scaricare eBook!

In un nostro articolo precedente abbiamo elencato tutti i modi per scaricare eBook, oggi vogliamo approfondire e concentrarci solo sul metodo che si avvale di eMule.

Leggi tutto “Come scaricare eBook usando eMule [tutorial + video]”

App per creare finte conversazioni WhatsApp, iMessage, Facebook, SMS…

Esistono diverse applicazioni utili a creare finte conversazioni in pieno stile whatsapp, iMessage, Facebook Messenger o Twitter!

Per divertirsi o per fare uno scherzo è possibile scaricare alcune applicazioni che permettono di costruire una vera e propria conversazione finta! Il procedimento alla base è praticamente il medesimo per tutte le applicazioni: si immette il testo, le immagini profilo, i nomi dei due partecipanti e poi…il gioco è fatto!

Già in precedenza avevamo parlato di una simpatica app che realizza, con lo stesso procedimento, finte conversazioni. L’unica differenza è che la “finta conversazione” non sembrava appartenere ne Whatsapp ne ad iMessage o affini, piuttosto ad un’altra applicazione di messaggistica non ben specificata, in più la conversazione veniva poi elaborata in un video. Per chi ne fosse interessato, l’articolo in questione è questo:

texting story | l’app per creare finte conversazioni

Ma passiamo ora ad elencare le app che permettono di creare finte conversazioni! 

WhatsFake

whatsfake-creare-finte-chat-whatsapp-app

Applicazione sempre ben aggiornata che cerca di imitare in tutto e per tutto -con successo- la versione più recente di WhatsApp ricreando anche i piccoli dettagli e riproducendo fedelmente i colori e il design, questo permette di creare conversazioni mooolto realistiche che nessuno saprà distinguere dalle originali.


iFake Text Message

ifake-text-message-imessageQuesta volta non si parla di WhatsApp ma bensì di iMessage, la famosa app presente di default in ogni dispositivo Apple che permette di mandare messaggi. iFake permette di simulare una conversazione effettuata con “messaggi” di Apple, è possibile scegliere il colore del palloncino (verde o blu), orario di ricezione, immagine profilo e molto altro! In più non è necessario scaricare l’app perchè iFake è disponibile anche come web app, accedendo al sito (il link nel box sottostante).


WhatsPrank

Uploaded PictureWhatsPrank serve a comporre conversazioni in stile WhatsApp, molto usata e molto apprezzata dagli utenti iOs, non sembra esserci il corrispettivo android anche se digitando sul Google Play Store “WhatsPrank” vengono suggeriti risultati molto simili.


Conversazioni Finte

conversazioni-finte-messaggi-androidAbbiamo parlato precedentemente di conversazioni (finte) di Messaggi di Apple, ora invece parliamo di questa app che emula lo stile di Messaggi di Android! Anche in questo caso è tutto personalizzabile, dal nome e foto del profilo allo sfondo delle chat!


Conveo: fake chats

conveo-app-finte-chatPerchè scaricare tante app quando è possibile scaricarne una sola? Conveo emula le conversazioni WhatsApp, Twitter, Facebook Messenger, Facebook e non solo! Il tutto in un’interfaccia semplice e pulita.


Fake Chat conversations

fake-chat-conversations-whatsappAltra app per creare finte conversazioni WhatsApp. Fake Chat Conversations risulta essere aggiornata e fedele alla grafica attuale dell’app di messaggistica di riferimento. 


Prank for Message & Mail

fake-messages-and-mail-app-iosQuesta app è diversa da quelle elencate sopra, Prank for Message & Mail permette di creare finte notifiche di messaggi e mail. Avete presente quando si ricevono messaggi sull’iphone e il display mostra l’anteprima del messaggio con il nome del contatto? ecco, Prank for Message & Mail imita questo tipo di notifica!


Per ora la nostra lista finisce qui, rimaniamo disponibili per ulteriori segnalazioni!

I migliori siti dove trovare coupon da supermercato

Dall’america arriva l’ossessione per i coupon da supermercato per risparmiare sui prodotti acquistati o, meglio ancora, per fare la spesa praticamente gratis

Giusto di recente abbiamo scritto un articolo sui migliori siti dove trovare coupon, ma mentre eravamo intenti a scrivere l’articolo ci siamo resi conto che per i coupon da supermercato conveniva creare un articolo a parte.

come funzionano i coupon/buoni sconto da supermercato?

Basta recarsi su uno dei siti presenti nella lista in fondo all’articolo, iscriversi (la maggior parte di questi siti richiedono l’iscrizione per poter visionare i coupon/buoni sconto), scegliere il coupon e stamparlo. Una volta al supermercato basterà mostrare in cassa i coupon stampati per ricevere lo sconto.
nota: è quindi importantissimo stampare bene i coupon, devono essere ben visibili in tutte le loro parti.

assicurarsi che il coupon sia in corso di validità

Altro discorso importante è quello che riguarda la validità dei coupon perché, com’è facilmente immaginabile, ogni buono sconto ha la sua scadenza; alcuni possono valere per mesi ed altri per giorni quindi, prima di stampare assicurarsi che il coupon sia ancora valido.

assicurarsi che il supermercato accetti coupon

Il proprio supermercato di fiducia potrebbe non accettare coupon, in genere la compatibilità è elencata sul buono o comunque i siti di buoni per la spesa molte volte offrono un elenco completo di supermercato italiani che accettano coupon.

Ecco dove trovare coupon e buoni sconto per la spesa:

buonicoupon.it – buoni per grandi marche come Palmolive, Vichy, Pampers, Voiello etc etc.. più sezione “campioni omaggio” davvero interessante

coupongratuiti.com – famoso soprattutto per i coupon da supermercato, mette a disposizione buoni per Danone, Galbani etc…

chebuoni.it – buoni sconto da spendere sulle grandi marche come Galbani, Kinder, Danone, Purina etc…etc…

buonpertutti.corriere.it – sezione delle offerte del Corriere.it con coupon e buoni sconto validissimi da usare per prodotti di marca Spontex, Candia, Nipiol…

coupon-da-stampare.it – buoni sconto da usare sulle marche come Barilla, Bottega Verde, Nestlè, Cameo…etc..

omaggiomania.com – il sito non è un granchè al livello di impostazione grafica,  ma è comunque valido per sconti da stampare per Galbani, Algida, Pittarello, Parmareggio, Bottega Verde etc..etc..interessante la sezione “testare prodotti gratis” e “cinema gratis

sconty.it – buoni sconto da impiegare per marche come Bonomelli, Humana, Valfrutta, Bottega Verde etc..

offerteincorso.it – anche questo sito è un po’ datato di grafica ma comunque valido per coupon di marche come Dixan, Barilla, Napisan, Nestlè etc…etc..

couponsesconti.it – ennesimo sito con la grafica un po’ datata, mette a disposizioni buoni sconti per marche come Garnier, Mare Blu, Findus etc…interessante anche la sezione “cinema gratis” e “guadagnare online con i sondaggi

scontomaggio.com – buoni da stampare su marche come Fria, Barilla, Parmareggio, Candia, etc…etc..

doverisparmiare.com – questo sito, segnalato da voi, si presenta in modo semplice e chiaro. Basterà scegliere se navigare in cerca di codici sconto o di offerte per trovare tutto ciò che si vuole. È inoltre possibile sfogliare le categorie di appartenenza per risultati più mirati.

LA NOSTRA LISTA DI SITI/APP PER GUADAGNARE ONLINE CON I SONDAGGI RETRIBUITI FINISCE QUI…PER QUALSIASI SEGNALAZIONE SCRIVETECI!