smartphone carica

Smartphone nuovo? Ecco come fare la prima ricarica

Finalmente hai deciso di cambiare smartphone e ora vuoi fare tutto per bene sin dall’inizio: lo terrai sempre con la cover e vetro protettivo e ti assicurerai di non bistrattarlo troppo nei piccoli e grandi gesti quotidiani. Anche per quanto riguarda la batteria del tuo smartphone nuovo vuoi iniziare con il piede giusto, per garantirti tanti anni in compagnia del tuo fidato smartphone. Ma come dovresti comportarti? È giusto caricare completamente lo smartphone alla prima ricarica o è meglio accenderlo e usare la carica che ne resta?

   

In questo articolo cercheremo di rispondere a tutte le domande riguardo la prima ricarica di uno smartphone nuovo e ti mostreremo come mantenere in salute la batteria nel tempo.

⭐ unisciti ai nostri canali Telegram : Scubidu (blog) e ScubiSconti (migliori offerte Amazon)!

Prima ricarica di uno smartphone nuovo: che fare?

Fino a qualche anno fa, prima dall’avvento dello smartphone, i telefoni appena comprati dovevano rimanere in carica spenti per almeno una giornata. Questo è quello che ci veniva raccomandato da chiunque, persino da chi ci aveva venduto il telefono.

   

La super-ricarica iniziale a cui i cellulari di una volta erano sottoposti era un’operazione necessaria per mantenere in salute la batteria e per evitare cali drastici e guasti nel giro di poco, ma oggi con gli smartphone e i tablet di ultima generazione tutto questo è assolutamente superfluo.

Solitamente troverai il tuo nuovo dispositivo carico al 30-50% e potrai iniziare ad utilizzarlo subito. Ovviamente dovrai tener conto di alcuni punti, come ad esempio non farlo scendere sotto al 10-20%, ma potrai comunque accenderlo ed impostarlo tranquillamente anche senza metterlo sotto carica.

Al momento della prima ricarica dello smartphone nuovo non è necessario spegnere il dispositivo. Assicurati solo di far raggiungere il 100% alla carica prima di staccarlo.

Caricare lo smartphone tutta la notte lo rovina?

La risposta è no, caricare lo smartphone tutta la notte non è sbagliato e non danneggia in nessun modo il device. I più moderni smartphone hanno un sistema di gestione della carica che aiuta a far rimanere in salute la batteria dello smartphone e a gestire le ricariche brevi o lunghe.

   

Questo vuol dire che puoi lasciare in carica il tuo smartphone per tutta la notte senza preoccuparti di future ripercussioni sulla longevità della batteria.

Presta però attenzione alla temperatura che raggiunge il tuo smartphone: se lo tieni per troppo tempo in carica dopo che ha raggiunto 100%, rischi solo un surriscaldamento inutile.

Quando mettere in carica lo smartphone?

Se vuoi davvero far durare di più la batteria del tuo smartphone nuovo, evita di farlo scendere sotto il 10-20% ed evita in maniera categorica di farlo spegnere per mancanza di carica.

smartphone batteria scarica

   

Se ti dovessi ritrovare in situazioni in cui lo smartphone sta per spegnersi (sotto il 10% di carica), procedi spegnendolo prima che la carica si esaurisca del tutto. 

Inoltre, per aumentare la vita della batteria, dove possibile, usa le modalità di risparmio energetico e limita l’utilizzo di app eccessivamente pesanti come giochi o social.

Caricare lo smartphone al computer rovina la batteria?

Tra le tue conoscenze ci sarà sicuramente qualcuno fermamente convinto che caricare lo smartphone al computer rovini la batteria. Se le cose stanno così, sappi che si sta sbagliando ed è caduto in uno dei tanti luoghi comuni che riguardano la salute della batteria degli smartphone.

Di vero c’è che l’energia prodotta da un pc per ricaricare uno smartphone è molto più bassa rispetto a quella prodotta da una normale presa di corrente o da una power bank. Questo però non significa che la batteria dello smartphone sia a rischio.

   

L’unico problema di ricaricare uno smartphone da computer è quello di avere una carica molto lenta.

Meglio piccole ricariche o caricare sempre al 100%?

Le batterie al litio non temono le piccole ricariche. Anzi, si mantengono in “salute” per più tempo se si evita di scaricarle completamente e caricarle eccessivamente.

Una ricarica completa (es: dal 20% al 100%) è consigliata almeno una volta al mese, per il resto puoi procedere effettuando piccole ricariche.

Conclusioni

La prima carica di uno smartphone nuovo non richiede particolari attenzioni: non serve spegnere il dispositivo e caricarlo per una notte o per un’intera giornata. Tutto quello che dovrai fare è assicurarti di metterlo sotto carica prima che scenda sotto valori particolarmente bassi e staccarlo al 100%. Questi accorgimenti valgono sia per smartphone Android nuovi che per iPhone.

   

Per mantenere in salute lo smartphone dovrai poi ricordarti di non farlo mai spegnere per mancanza di carica e aver cura di seguire tanti piccoli accorgimenti, come evitare surriscaldamenti o solo cariche e scariche complete.

Seguici su Google News, su Telegram, su Facebook o su Twitter per non perderti nessuna novità. Offerte e sconti esclusivi sul nostro canale dedicato ScubiSconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2021 Scubidu.eu | Sito in aggiornamento.