State per caricare un video su YouTube ma non sapete bene come classificare il vostro video?

YouTube ha messo in pratica una nuova selezione dei contenuti per i bambini iniziando a chiedere ad ogni creators (a chiunque stia per pubblicare un video su YouTube) di indicare se si tratta di un contenuto idoneo per i bambini. Ecco come spuntare la casella giusta.

Avete registrato un video, l’avete editato aggiungendo e togliendo parti e inserendo scritte ed effetti. Tutto sembra essere pronto per la pubblicazione ma davanti a voi trovare un campo come questo:

youtube contenuto bambini

Non sapete come muovervi? Il vostro video è “a prova di bambino” ma non è destinato ai più giovani? Quale dicitura scegliere? Chiaritevi le idee leggendo oltre!

Sì, è destinato ai bambini – quando scegliere questa opzione

Se i bambini sono il target di pubblico principale, allora dovrete spuntare “Sì”. Inoltre, dovrete spuntare la prima voce se i bambini non sono il target di pubblico principale, ma il video è comunque diretto a loro.

Nel determinare se un video è destinato o meno ai bambini, bisogna tenere in considerazione diversi fattori, tra cui:

  • L’oggetto del video (ad esempio contenuti didattici per bambini in età prescolare).
  • Se i bambini sono il pubblico di destinazione previsto o effettivo del video.
  • Se il video include attori o modelli bambini.
  • Se il video include personaggi, celebrità o giocattoli che attirano i bambini, inclusi personaggi animati o soggetti di cartoni animati.
  • Se il linguaggio del video è pensato per essere compreso dai bambini.
  • Se il video include attività che attirano i bambini, ad esempio recite, canzoncine o giochi semplici, oppure contenuti che riguardano la prima educazione.
  • Se il video include canzoni, storie o poesie per bambini.
  • Qualsiasi altra informazione in tuo possesso utile a determinare il pubblico del tuo video, ad esempio prove empiriche riguardo ai destinatari del tuo video.
  • Se la promozione dei contenuti è indirizzata ai bambini.

Se nel vostro contenuto è incluso uno di questi punti non significa automaticamente che il video è destinato ai bambini. Valutate bene il vostro video e pensate se state caricando un video destinato ad un bambino (generalmente con “bambino” si intendono tutti coloro che hanno un’età inferiore ai 13 anni).

No, non è destinato ai bambini – quando scegliere questa opzione

Se il video che avete realizzato non è stato pensato per i più piccoli e non tratta di soggetti o motivi interessanti per i più piccoli, allora dovrete spuntare l’opzione “no, non è destinato ai bambini“.

Inoltre, NON sono contenuti destinati ai bambini…:

1. i contenuti destinati a un pubblico generico (es: un video di fai da te che insegna agli appassionati come rifare bambole);

2. i contenuti “a prova di famiglia” (es: video di un gattino);

Youtube specifica anche che esiste una distinzione tra i contenuti adatti ad un pubblico generico e quelli per un pubblico vario:

I contenuti destinati a un pubblico generico sono contenuti rivolti a tutti e non in maniera specifica a bambini o contenuti destinati ad adolescenti o a un pubblico più adulto. I contenuti destinati a un pubblico generico devono essere impostati come “non destinati ai bambini”.

I contenuti destinati a un pubblico vario, invece, sono considerati un tipo di contenuti destinati ai bambini. Questi sono contenuti per cui i bambini rappresentano una parte del target di pubblico, anche se non sono il pubblico principale, e che vengono definiti come destinati ai bambini dopo aver valutato i fattori descritti in precedenza. 

YouTube: una nuova selezione per i più piccoli

Questo cambiamento introdotto dalla nota piattaforma serve per adeguarsi alle normative della Children’s Online Privacy Protection Act (COPPA). Classificare i contenuti in maniera appropriata è ora compito e obbligo di ogni creators (ossia i creatori dei video).

Per tutti i dubbi e le difficoltà al riguardo vi linkiamo il nostro precedente articolo dove parliamo delle nuove normative COPPA, inoltre, vi facciamo presente che Google ha dedicato una sezione proprio per aiutare tutti i youtubers a classificare i propri video.