i Siti con la versione mobile vengono indicizzati di più su Google

Google, il famoso motore di ricerca utilizzato da praticamente chiunque, indicizza più pagine mobile che desktop

Le abitudini e le tendenze sono ormai cambiate, per navigare su internet non è più indispensabile usare un computer dal momento in cui gli smartphone hanno reso più facile e accessibile il vasto mondo della rete. Google si adegua e arriva ad indicizzare più pagine dei siti che dispongono di una versione mobile (per smartphone).

Leggi tutto “i Siti con la versione mobile vengono indicizzati di più su Google”

Chrome | da Luglio i siti con HTTP saranno “non sicuri”

In arrivo a Luglio Chrome 68, che segnalerà come non sicuri i siti HTTP

Guardando in alto, sul proprio browser, prima dell’indirizzo della pagina, si può trovare un lucchetto o una “i”. Se ci si trova davanti al lucchetto chiuso di colore verde, con riportata la scritta “sicuro”, allora si ha una garanzia: il sito è sicuro e segue il protocollo HTTPS (Hypertext Transfer Protocol Secure) che attraverso la crittografia, l’integrità dei dati e l’autenticazione, protegge l’utente e tutti i suoi dati. Mentre, se ci si trova davanti ad una “i” cerchiata di color grigio, il sito non segue un protocollo criptato. A partire da Luglio, accanto alla “i” cerchiata comparirà la scritta “non sicuro”.

Uploaded Picture

Vedendo come gli sviluppatori hanno reagito positivamente e tempestivamente al passaggio definitivo tra Flash a HTML5, si prospetta che quest’ultima spinta verso il HTTPS venga accolta altrettanto bene e celermente. Questo passaggio ovviamente non trova impreparati gli sviluppatori, infatti, come lo stesso Google fa sapere, nel 2017, 81 dei 100 siti più visitati al mondo si presentavano già in HTTPS.

Costi e tempi

Per tutti coloro che devono ancora aderire all’HTTPS, Google mette a disposizione diversi strumenti utili alla causa. Rimane certo che il proprio webmaster riuscirà a trasportarvi il sito in HTTPS, i costi per questa operazione variano molto, da 50€ fino anche a 100€. Se non avete nessuno che vi gestisce il sito o se vi sembra eccessivo il costo richiesto dal vostro webmaster, è possibile richiedere un preventivo presso alcuni servizi che si occupano di trasportare siti da HTTP a HTTPS. Il tempo medio di un passaggio è di circa 12 ore, ma questo dipende da quando viene inviata la richiesta di certificazione.

Specifichiamo che non solo Google Chrome rileva come “non sicuri” i siti in HTTP, è per questo che è molto importante adeguarsi agli standard il prima possibile.

Le 15 caratteristiche che un sito web NON dovrebbe rispecchiare!

Una piccola lista di caratteristiche che un buon sito internet NON dovrebbe presentare!

Navigando su internet ci si accorge che non tutti i siti sono uguali, sia per genere (siti vetrina, e-commerce, blog, forum…etc) che per estetica, oggi vogliamo elencare 15 caratteristiche che un buon sito internet NON dovrebbe rispecchiare per fornire un’esperienza di navigazione positiva!

Leggi tutto “Le 15 caratteristiche che un sito web NON dovrebbe rispecchiare!”