Posta di Windows: il gestore mail che non ci si aspetta

Sottovalutato e ignorato da moltissimi utenti, il gestore “Posta” di Windows è invece un ottimo programma!

Per guardare le mail esistono due modi: aprire il sito della casella di posta o affidarsi ad un gestore mail. Generalmente, sullo smartphone, ci si affida sempre alle app che altro non sono che gestori mail, le applicazioni possono essere “monoservizio” oppure possono accogliere tantissime caselle indipendentemente dal servizio di cui fanno parte. In poche parole, scaricando l’app “monoservizio” di Libero mail si possono immettere solo i parametri di una casella libero, mentre scaricando un’app o usando quelle già presenti negli smartphone, è possibile immettere caselle libero, Aruba, Gmail etc etc..

Leggi tutto “Posta di Windows: il gestore mail che non ci si aspetta”

Risoluzione problema dispositivi USB non riconosciuti da Windows 10 dopo l’aggiornamento

Alcuni dispositivi USB come mouse, tastiere e stampanti non vengono più riconosciuti da Windows 10? ecco come risolvere

Dopo l’aggiornamento di febbraio 2018 precisamente il KB4074588, sono sorti alcuni problemi: in particolare, alcuni dispositivi USB e alcuni dispositivi collegati con la scheda madre non funzionavano più regolarmente. Ecco cosa fare per far tornare operativi tutti i dispositivi!

Leggi tutto “Risoluzione problema dispositivi USB non riconosciuti da Windows 10 dopo l’aggiornamento”

Trend Micro | La massima protezione per tutti

Trend Micro Security garantisce una protezione online avanzata e tutela la privacy, così da rendere la vostra vita digitale più sicura. Inoltre, offre la più recente tecnologia anti-ransomware. Esperti del settore hanno recentemente valutato la protezione offerta da Trend Micro Security giudicandola efficace al 100% contro le minacce Web.

  • Offre quasi 30 anni di leadership nel settore ed esperienza nei software di sicurezza
  • Fornisce la più recente tecnologia anti-ransomware, così che nessuno possa prendere in ostaggio i vostri file
  • Utilizza una tecnologia avanzata di machine learning
  • Utilizza i dati dei sistemi di “allerta precoce” raccolti da milioni di sensori globali per bloccare le minacce prima che possano raggiungere voi e la vostra famiglia

Il software Trend Micro Security riceve le valutazioni migliori nei test eseguiti da laboratori indipendenti e nei confronti con la concorrenza.

Software di protezione proattivo

L’infrastruttura cloud-based Smart Protection Network™ di Trend Micro fornisce informazioni sulle minacce a livello globale a tutti i nostri prodotti e servizi.

Ogni giorno, l’infrastruttura Smart Protection Network:

  • Mette in relazione più di 16 miliardi di query per URL, e-mail e file
  • Analizza più di 15 terabyte di dati relativi a minacce
  • Identifica e blocca più di 250 milioni di minacce
  • Dispone di 1.200 esperti di sicurezza che si occupano di sorveglianza e prevenzione

Trend Micro mette a disposizione quattro varianti del suo potente software: Maximum Security, Internet Security, Antivirus, Antivirus per Mac. Ogni versione offre caratteristiche più o meno diverse, vediamo in dettaglio cosa offre ogni versione.

Trend Micro Maximum Security

Protezione completa per un massimo di 5 dispositivi

Trend Micro Maximum Security garantisce una protezione completa per vari dispositivi, così da rendere la vostra vita digitale più sicura.

  • Offre la più recente protezione anti-ransomware
  • Protegge da virus e phishing
  • Utilizza una tecnologia avanzata di machine learning
  • Tutela la vostra privacy sui social media
  • Protegge i minori online
  • Protegge 5 dispositivi (Windows, Mac o smartphone)
  • Gestisce in sicurezza le password Internet
  • Risolve i problemi del sistema e ne ottimizza le prestazioni
  • Protegge dalle truffe via e-mail

È possibile acquistare Trend Micro Maximum Security sul sito ufficiale.


Trend Micro Internet Security

Protezione online avanzata per un massimo di 3 computer Windows

Trend Micro Internet Security garantisce una protezione online avanzata per un massimo di 3 computer Windows. Grazie a una tecnologia avanzata di machine learning, protegge da spam, virus, malware e ransomware.

  • Offre la più recente protezione anti-ransomware
  • Utilizza una tecnologia avanzata di machine learning
  • Protegge da virus e altri malware
  • Protegge da phishing e furti d’identità
  • Protegge i minori online
  • Risolve i problemi del sistema e ne ottimizza le prestazioni
  • Protegge dalle truffe via e-mail
  • Tutela la privacy sui social media

È possibile acquistare Trend Micro Internet Security sul sito ufficiale.


Trend Micro Antivirus

Protezione online essenziale per computer Windows

Trend Micro Antivirus garantisce una protezione online essenziale per computer Windows. Protegge da spam, virus e malware per offrirre un’esperienza digitale sicura.

  • Offre la più recente tecnologia anti-ransomware
  • Protegge da virus e altri malware
  • Utilizza dati sull’intelligence sempre aggiornati per bloccare le minacce prima che possano raggiungere te e i tuoi familiari
  • Tecnologia di machine learning
  • Protegge dalle truffe via e-mail

È possibile acquistare Trend Micro Antivirus sul sito ufficiale.


Trend Micro Antivirus per Mac

Protezione online per la vostra vita digitale firmata Apple

Trend Micro Antivirus per Mac garantisce privacy e protezione da minacce online, siti Web pericolosi e furti d’identità, così da rendere la vostra vita digitale più sicura.

  • Blocca i siti Web pericolosi
  • Tutela la privacy sui social media
  • Protegge dai furti d’identità
  • Protegge i minori online
  • Protegge dalle truffe via e-mail
  • Protegge dai ransomware
  • Tecnologia di machine learning

È possibile acquistare Trend Micro Antivirus per Mac sul sito ufficiale.

leggere anche: antivirus | come scegliere l’antivirus

antivirus | i migliori antivirus gratis per windows

antivirus | i migliori antivirus gratis per mac

trend micro housecall | scansione antimalware gratis

Windows 10 | Come eliminare Onedrive

Microsoft OneDrive è preinstallato su Windows 10 ma non tutti lo sopportano vogliono!

Se si fa parte di chi non sopporta l’apertura improvvisa di OneDrive o semplicemente non lo si utilizza, è possibile eliminarlo in modo semplice e veloce.

Con l’ultima versione di Windows (la Creators Update) è possibile disinstallare OneDrive come un qualsiasi altro programma presente sul computer. Per farlo è sufficiente seguire questa piccola guida.

Come eliminare definitivamente OneDrive dal computer:

  1. Aprire Start, digitare Pannello di controllo e aprirlo.
  2. Cliccare sulla voce Disinstalla un programma.
  3. Cercare Microsoft OneDrive e cliccando col tasto destro del mouse scegliere Disinstalla.
    Uploaded Picture
  4. Fatto!

Microsoft OneDrive è stato eliminato.

Se si desidera reinstallare OneDrive in futuro, è necessario eseguire il programma di installazione OneDrive disperso nella cartella di sistema di Windows. Basta andare in C:\Windows\SysWOW64\ in una versione a 64 bit di Windows 10 o in cartella C:\Windows\System32 in una versione a 32 bit di Windows 10. Fare doppio clic sul file OneDriveSetup.exe e Windows reinstallerà OneDrive.

C’è un problema con la disinstallazione di OneDrive: la cartella vuota di OneDrive apparirà ancora nella parte laterale sinistra di Esplora File. Se si desidera, è possibile fermarsi qui. OneDrive è stato rimosso e non sta più facendo niente. Tuttavia, se la cartella vuota di OneDrive dà fastidio, si dovrà usare il seguente trucco.

Rimuovere la cartella OneDrive da Esplora File modificando il Registro di sistema:

Se si dispone di Windows 10 Home, sarà necessario modificare il Registro di sistema di Windows per rimuovere la cartella OneDrive dalla parte laterale sinistra di Esplora File. È possibile procedere in questo modo anche su Windows Pro o Enterprise, ma il metodo con l’Editor di criteri di gruppo è una soluzione migliore per disattivare in modo sicuro OneDrive.

ATTENZIONE: L’Editor del Registro di sistema è uno strumento potente e l’abuso può rendere il sistema instabile o addirittura inoperabile. Questo è un hack abbastanza semplice e fintanto che ci si attiene alle istruzioni, non si avranno problemi.

  • Per iniziare aprire l’Editor del Registro di sistema premendo Start e digitando regedit. Premere Invio per aprire l’Editor del Registro di sistema e consentirgli di effettuare modifiche al PC.
    Uploaded Picture
  • Nell’Editor del Registro di sistema, utilizzare la parte laterale sinistra per navigare alla seguente chiave. Nella versione Creators Update è possibile anche copiare e incollare l’indirizzo nella barra degli indirizzi del Registro di sistema.
    HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\{018D5C66-4533-4307-9B53-224DE2ED1FE6}
    Fare doppio clic su System.IsPinnedToNameSpaceTree nel riquadro destro. Impostarlo su 0 (zero) e fare OK.
    Uploaded Picture
  • Se si utilizza la versione a 64 bit di Windows 10, si dovrà anche andare alla seguente chiave sempre nella parte laterale sinistra.
    HKEY_CLASSES_ROOT\Wow6432Node\CLSID\{018D5C66-4533-4307-9B53-224DE2ED1FE6}
    Fare doppio clic su System.IsPinnedToNameSpaceTree nel riquadro destro. Impostarlo su 0 (zero) e fare OK.
    Uploaded Picture
  • La cartella OneDrive scompare immediatamente dalla barra laterale di Esplora File. In caso contrario, riavviare il computer.

Scaricare il nostro Hack per il Registro già pronto (doppio clic e basta!)

Se non ci si sente in grado di apportare modifiche nel Registro di sistema da soli, noi di Scubidu abbiamo creato degli hack scaricabili già pronti all’utilizzo. Un hack rimuove la cartella OneDrive da Esplora File, mentre l’altra hack lo ripristina. Abbiamo incluso gli hack sia per le versioni a 32 bit sia a 64 bit di Windows 10. Fare doppio clic su quello che si desidera utilizzare, confermare e riavviare il computer.

Uploaded Picture

Scaricare i file qui.

Per verificare se si utilizza una versione a 32 bit o a 64 bit di Windows 10 , andare in Start > Impostazioni> Sistema> Informazioni su.

leggere anche: windows | come trovare le informazioni del computer

windows | verificare se la licenza è attiva

Questi hack cambiano solo le impostazioni che abbiamo cambiato sopra. L’esecuzione del hack “Hide OneDrive From Esplora File” imposta il valore su 0 (zero), mentre l’esecuzione del “Restore OneDrive in Esplora File” regola il valore a 1.

Per chi dispone di Windows 10 ProEnterprise: disattivare OneDrive con l’Editor Criteri di gruppo locale.

Se si utilizza Windows 10 Professional , Enterprise o Education, il modo più semplice e sicuro per disattivare e nascondere OneDrive è l’utilizzo dell’Editor di criteri di gruppo locale. È uno strumento molto potente, quindi se non lo si ha mai usato prima, bisogna prendere un po ‘di tempo per sapere cosa può fare . Inoltre, se si lavora in una rete aziendale, chiedere all’amministratore di rete prima. Se il computer di lavoro è parte di un dominio, è anche probabile che faccia parte di una politica di gruppo di dominio che sostituirà comunque la politica del gruppo locale.

  • In Windows 10 Pro o Enterprise, premere Start, digitare gpedit.msc e premere Invio.
    Uploaded Picture
  • Nel riquadro sinistro dell’Editor di Criteri di gruppo locale, fare una ricerca in Configurazione computer > Modelli amministrativi > Componenti di Windows > OneDrive. Fare doppio clic sul criterio Impedisci l’utilizzo di OneDrive per l’archiviazione dei file nel riquadro destro, impostarlo su Abilitato e fare OK.Questo disattiva completamente l’accesso a OneDrive. OneDrive sarà nascosto da Esplora File e gli utenti non saranno autorizzati a lanciarlo. Non sarà possibile accedere a OneDrive, nemmeno da applicazioni di Windows Store o utilizzare la funzionalità di caricamento del rullino della fotocamera.Uploaded Picture
    Non si deve disinstallare OneDrive dal Pannello di controllo o Impostazioni se si utilizza questo metodo. Altrimenti si continuerà a visualizzare una cartella vuota di OneDrive in Esplora File. Se viene visualizzata una cartella vuota di OneDrive in Esplora File dopo aver modificato questa impostazione di criteri di gruppo, è necessario reinstallare OneDrive dalla cartella di sistema di Windows. Una volta fatto, la cartella vuota di OneDrive scomparirà da Esplora File.Per annullare questa modifica, tornare indietro nella procedura qui sopra e cambiare la regola su Non configurato invece di Abilitato.

    Non sembra esserci un’impostazione di Registro di sistema associata che è possibile modificare per ottenere lo stesso effetto dell’impostazione dei criteri di gruppo in Windows 10. Le impostazioni del Registro di sistema DisableFileSync e DisableFileSyncNGSC che hanno funzionato in Windows 8.1 non funzionano più in Windows 10.

Se le copie locali dei file OneDrive sono state sincronizzate con il PC, è possibile eliminarle per liberare spazio. Andare in C:\Users\NOME\OneDrive, dove ci sono i file scaricati da OneDrive. Questi non verranno eliminati automaticamente quando si scollega l’account e si interrompe la sincronizzazione. La cancellazione non li cancella da OneDrive se il proprio account è disconnesso da OneDrive, verranno eliminati solo dal dispositivo locale.

Windows 10 | Arriva la modalità notte

La funzione anti luce blu è disponibile anche su Windows 10!

Con l’ultimo aggiornamento per Windows 10 (Creators Update) è stata integrata un’interessante funzione che permette di utilizzare il computer nelle ore più buie della giornata senza rischi causati dalla luce blu.

leggere anche: luce blu | cos’è e cosa comporta per i nostri occhi

Questa funzione è adatta soprattutto per le persone che soffrono di problemi del sonno perchè, come specificato in questo articolo, l’utilizzo del computer nelle ore in cui la luce del giorno è scarsa, può causare diversi problemi e influire nella qualità del sonno.

leggere anche: monitorare il proprio sonno

Come si attiva la modalità notte?

  • Per attivare la night mode, andare in Start > Impostazioni > Schermo 
  • Nella sezione Luminosità e colore si troverà l’interruttore luce notturna che attivandolo permetterà di eliminare la luce blu dalle ore 21 in poi.

È possibile modificare l’orario in cui automaticamente si attiverà questa funzione andando in Impostazioni luce notturna e attivando l’interruttore Pianifica luce notturna. Da qui sarà possibile modificare l’orario di attivazione della modalità notte.

Inoltre, sempre in Impostazioni luce notturna è possibile accendere o spegnere in modo immediato la modalità notte cliccando su Accendi ora o Spegni ora. È anche possibile regolare la temperatura della luce notturna spostando a destra o sinistra il cursore della temperatura.

Windows | Attivare o disattivare ripristino configurazione di sistema

Attivare o disattivare il ripristino configurazione di sistema in Windows 10!

Microsoft ha deciso di disattivare il ripristino di sistema come impostazione predefinita su Windows 10. I motivi che hanno spinto Microsoft a prendere quasta decisione potrebbero essere basati su fattori riguardanti la sicurezza, altre motivazioni ufficiali non sono mai state rilasciate.

In questo articolo abbiamo spiegato in modo approfondito come e quanto sia importante in alcuni casi il ripristino di sistema. Se questo servizio però è disattivato, non sarà mai possibile effettuare un ripristino di sisitema. In questo articolo vedremo come attivare il ripristino di sistema per usufruirne in futuri casi di necessità.

Come attivare o disattivare il ripristino configurazione di sistema in Windows 10:

  • Per prima cosa andare in Informazioni di sistema (click destro su Start > Sistema > nella sezione a destra click su Informazioni di sistema).
  • Nella sezione a sinistra click su Protezione sistema.
  • Nella sezione Impostazione protezione si troverà l’elenco dei dischi locali presenti nel computer.
  • Selezionare il disco locale C (dove è installato Windows) e premere Configura.
  • Scegliere Attiva protezione sistema o Disattiva protezione sistema e premere OK.
  • A questo punto il servizio di ripristino configurazione di sistema è attivato o disattivato a seconda della scelta presa.

leggere anche: windows | ripristinare configurazione di sistema

Windows Vista | Microsoft termina il supporto

Niente più aggiornamenti per Windows Vista!

Oggi termina il supporto per Windows Vista. Da domani quindi, Microsoft non rilascerà più nessun aggiornamento di sistema e, gli utenti che potranno comunque continuare ad utilizzare Vista, saranno maggiormente esposti ai pericoli del web.

leggere anche: navigare sul web | cosa serve per navigare su internet

navigare sul web | errori comuni da non fare!

dove si nascondono i virus informatici

Il problema non è molto grave in quanto Windows Vista è uno dei sistemi operativi Microsoft meno utilizzati, persino Windows XP è ad oggi più utilizzato di Vista.
Questo scarso utilizzo da parte degli utenti era dovuto dai diversi problemi di sicurezza e dai requisiti che richiedeva per funzionare agevolmente, in quanto Vista era un sistema operativo molto pesante. Con il rilascio del SP2 nel 2009 molti problemi furono risolti ma gli utenti preferirono comunque non utilizzarlo e passare ad altri sistemi operativi (come Windows 7, arrivato poco dopo e ancora oggi il più utilizzato) o rimanere stabili al vecchio XP.
Ad ogni modo, il nostro consiglio per i pochi utenti di Vista (o XP), è di passare ad un sistema più attuale, come Windows 10. In questo articolo spieghiamo come passare gratuitamente a Windows 10 senza perdere nessun dato e senza formattare.

Windows | Ripristinare il menù Start classico in Windows 10

Con StartIsBack è possibile riportare il classico menù Start di Windows 7 in Windows 8 e 10!

Proprio così, se il nuovo menù Start di Windows 8 o 10 non fosse di gradimento, sarà possibile ripristinare il “vecchio” menù Start come quello presente in Windows 7. Tutto grazie a un programma che si chiama appunto StartIsBack che al costo di soli 2.99€ sarà disponibile a riportare il classico menù Start nel computer in uso con Windows 8 o 10. Ovviamente cercando in rete è possibile aggiudicarsi questo programma gratuitamente anche se non rientra nelle norme legali…se questo non è un problema, allora sarà sufficiente recarsi qui e scaricare StartIsBack in maniera completamente gratuita!

Uploaded Picture

Windows | Arriva Windows 10 Creators Update e porta con sé tante novità

Dopo alcuni mesi di attesa e dopo l’Anniversary Update, arriva Windows 10 Creators Update…e porta con se tante novità!

L’aggiornamento disponibile per tutti gli utenti di Windows 10 è scaricabile in due diverse modalità. Ma prima, ecco tutte le novità del nuovo aggiornamento:

  1. Possibilità di mettere in pausa WINDOWS UPDATE (per un massimo di 7 giorni)
    Nuove migliorie per il menù start
    Possibilità di creare le cartelle
    Possibilità di nascondere la lista delle applicazioni
    Possibilità di trascinare le app nel menù start direttamente dalla lista delle applicazioni
  2. Aggiornamento di Microsoft Edge
  3. Integrata nativamente la modalità “Luce notturna”, che riduce l’emissione di luce blu durante le ore in cui gli occhi sono più a rischio 
  4. Aggiornamento del Centro Notifiche e Esplora Risorse
  5. Migliorie per la Modalità Gioco (Game DVR)
  6. Nuove voci in Impostazioni
  7. Modifica di Gestione Attività
  8. Modifica dello Store
  9. Migliorata la gestione delle batterie
  10. Aggiornamenti e migliorie di Cortana
  11. Paint3D ora è incluso anche nelle versioni non insider

Per installare la nuova versione di Windows, ci sono due modalità:

la prima modalità utilizza il tool ufficiale Microsoft scaricabile qui. È la modalità più semplice e quindi adatta ai meno esperti.

La seconda modalità prevede il download dell’immagine ISO del sistema operativo e successivamente l’aggiornamento tramite DVD o chiavetta USB. È possibile scaricare l’ISO a 32bit qui e l’ISO a 64 bit qui.

Ricordiamo che per scrivere l’immagine ISO su chiavetta USB è possibile utilizzare ISOtoUSB, mentre per scrivere l’immagine ISO su DVD è possibile utilizzare Cyberlink Power2GO.

L’installazione tramite immagine ISO inoltre permette di effettuare un’installazione pulita del sistema operativo, utile quando si vuole ripartire da zero.

Quindi, se si vuole aggiornare il sistema senza formattare e quindi eliminare i propri dati, consigliamo di utilizzare la prima modalità.

leggere anche: windows installare tutti i software in un click con ninite