Google aggiorna le norme sulla privacy e l’utilizzo dei dati

Anche Google si adegua alla GDPR sulla privacy e l’utilizzo dei dati degli utenti.

Avevamo parlato già in precedenza delle nuove direttive sulla privacy che entreranno in vigore ufficialmente il 25 Maggio, soffermandoci soprattutto sulle conseguenze per i social e le app di chat, ma questi non sono gli unici a doversi adeguare alla GDPR, Google divulga un video (e non solo) dove rende più chiara e comprensibile l’informativa sulla privacy spiegando come vengono raccolti i dati e le informazioni.

Leggi tutto “Google aggiorna le norme sulla privacy e l’utilizzo dei dati”

Come cambiare motore di ricerca su iPhone e iPad

Ecco come cambiare motore di ricerca sui dispositivi iOS

Google è un motore di ricerca, il più utilizzato in assoluto. Nonostante Google sia il motore di ricerca più rinomato può non piacere a tutti, i motivi sono molti ma il più delle volte la preferenza degli utenti si sposta da Google ad altri motori per un semplice motivo: non si vogliono più fornire i propri dati di navigazione.

Leggi tutto “Come cambiare motore di ricerca su iPhone e iPad”

Google ricorda a tutti gli italiani che oggi si vota

Un doodle di Google ricorda che oggi 04/03/2018 è il giorno delle elezioni

Votare è importante e anche Google lo sa. Ecco perchè oggi 4 Marzo 2018, giorno delle elezioni politiche italiane, l’home page del noto motore di ricerca si “traveste” e ricorda a tutti di andare a votare.

Leggi tutto “Google ricorda a tutti gli italiani che oggi si vota”

Scompare “visualizza immagine” in Google, ecco come reimpostarlo

Un piccolo ma significativo tasto è scomparso da Google, ecco come fare per riaverlo

I più attenti non se lo saranno fatti sfuggire: da pochi giorni, cliccando su un’immagine in Google immagini, non appare più la voce visualizza immagine. La funzione appena rimossa da Google dovrebbe scoraggiare il furto di immagini coperte da copyright, infatti, cliccando su visualizza immagine, era possibile vedere l’immagine e salvarla facilmente sul proprio dispositivo.

Leggi tutto “Scompare “visualizza immagine” in Google, ecco come reimpostarlo”

Chrome | da Luglio i siti con HTTP saranno “non sicuri”

In arrivo a Luglio Chrome 68, che segnalerà come non sicuri i siti HTTP

Guardando in alto, sul proprio browser, prima dell’indirizzo della pagina, si può trovare un lucchetto o una “i”. Se ci si trova davanti al lucchetto chiuso di colore verde, con riportata la scritta “sicuro”, allora si ha una garanzia: il sito è sicuro e segue il protocollo HTTPS (Hypertext Transfer Protocol Secure) che attraverso la crittografia, l’integrità dei dati e l’autenticazione, protegge l’utente e tutti i suoi dati. Mentre, se ci si trova davanti ad una “i” cerchiata di color grigio, il sito non segue un protocollo criptato. A partire da Luglio, accanto alla “i” cerchiata comparirà la scritta “non sicuro”.

Uploaded Picture

Vedendo come gli sviluppatori hanno reagito positivamente e tempestivamente al passaggio definitivo tra Flash a HTML5, si prospetta che quest’ultima spinta verso il HTTPS venga accolta altrettanto bene e celermente. Questo passaggio ovviamente non trova impreparati gli sviluppatori, infatti, come lo stesso Google fa sapere, nel 2017, 81 dei 100 siti più visitati al mondo si presentavano già in HTTPS.

Costi e tempi

Per tutti coloro che devono ancora aderire all’HTTPS, Google mette a disposizione diversi strumenti utili alla causa. Rimane certo che il proprio webmaster riuscirà a trasportarvi il sito in HTTPS, i costi per questa operazione variano molto, da 50€ fino anche a 100€. Se non avete nessuno che vi gestisce il sito o se vi sembra eccessivo il costo richiesto dal vostro webmaster, è possibile richiedere un preventivo presso alcuni servizi che si occupano di trasportare siti da HTTP a HTTPS. Il tempo medio di un passaggio è di circa 12 ore, ma questo dipende da quando viene inviata la richiesta di certificazione.

Specifichiamo che non solo Google Chrome rileva come “non sicuri” i siti in HTTP, è per questo che è molto importante adeguarsi agli standard il prima possibile.

Lo Speed Test di Google dice anche su quanti dispositivi è possibile lo streaming

Google introduce, grazie all’ausilio di Measurement Lab, il proprio speed test

Uno speed test intelligente ed immediato…in pieno stile Google! Di speed test ce ne sono tanti, ma la cosa che colpisce di più è che questo speed test non fornisce solo la velocità in download e in upload ma “commenta” anche i risultati indicando anche se la connessione reggerebbe lo streaming su più dispositivi. Questo punto è molto importante, sopratutto se non si è coperti da una buona connessione (qui la mappa con la copertura nazionale) e si vuole sapere se la propria linea reggerebbe almeno uno streaming.

leggere anche: speed test | tutti i servizi disponibili per sapere la propria velocità di connessione

Per poter usufruire dello speed test firmato Google bisogna scrivere, nella sezione di ricerca, “speed test” e così apparirà un riquadro dove, se cliccato il tasto “esegui il test della velocità” appariranno in poco tempo i risultati, al termine dell’elaborazione. 

Per sapere altre funzioni a cui adempie Google consigliamo di leggere il seguente articolo:

Leggere anche: Google | trucchetti e scorciatoie

Google | Google compie 19 anni e festeggia con un doodle

Tanti auguri a Google che oggi, 27.09.2017,  compie 19 anni!

Google nasceva proprio 19 anni fa, e per festeggiare quale migliori modo se non quello di far divertire tutti i suoi utenti? Ecco quindi la ruota della della fortuna di Google!

doodle-19-anni-google
Rivisitazione del logo di Google di oggi 27/09/2017

Google, come di consueto, festeggia questa grande occasione con un doodle animato. Cosa sono i doodles? I doodles (ovvero scarabocchi, in italiano) sono apparsi la prima volta nel 1999 e sono delle simpatiche ed originali rivisitazioni del logo di Google. Spesso e volentieri sono animate e sono sempre ricollegate ad eventi importanti, giorni di festa e ricorrenze in generale. Passando sopra al doodle con il mouse verrà specificato a cosa è dedicato, e cliccandoci sopra si aprirà una finestra di ricerca inerente al tema del logo rivisitato.

Nello specifico, il doodle di oggi è dedicato al 19° anniversario della nascita del motore di ricerca e, cliccandoci sopra, si potrà giocare ad una vera e propria ruota della fortuna…ma cosa si vince? Un tuffo dentro un altro doodle storico…a noi è capitato quello di Halloween 2016 dove nei panni di un gattino “magico” abbiamo dovuto sconfiggere tanti fantasmi. Per giocare alla ruota della fortuna di Google basta andare nell’home page di Google e cliccare sopra la simpatica rivisitazione del logo.

Google festeggia il primo giorno d’autunno con un doodle

Ed è così che un buffo topolino sorseggia una bella tazza di the!

Come ogni anno, Google festeggia il primo giorno d’autunno con un doodle. Quest’anno ne è stato realizzato uno con protagonista un topolino con tanto di sciarpa rossa che, in un paesaggio tipicamente autunnale, corre nella sua tana per sorseggiare una tazza di the fumante, dopodichè corre via. 

doodle-primo-giorno-d'inverno
ecco il simpatico topolino che sorseggia una tazza di the

Questo solo per il nostro emisfero, è stato infatti creato un altro doodle dedicato all’emisfero australe dove il topolino si sveglia, corre fuori a prendere un fiore da portare in casa e torna a dormire.

doodle-google-emisfero-australe
il topolino mette il fiore nel vaso e torna a dormire

I Doodles (scarabocchi, in inglese) sono apparsi la prima volta nel 1999 e sono delle simpatiche ed originali rivisitazioni del logo di Google. Spesso e volentieri sono animate e sono sempre ricollegate ad eventi importanti, giorni di festa e ricorrenze in generale. Passando sopra al doodle con il mouse verrà specificato a cosa è dedicato, e cliccandoci sopra si aprirà una finestra di ricerca inerente al tema del logo rivisitato.

Per vedere il doodle di oggi, dedicato al primo giorno d’autunno, basta andare nell’home page di Google. Per vedere invece il doodle pensato per l’emisfero australe basta cliccare qui.

Google | I testi delle canzoni direttamente su Google

È possibile, grazie all’ultima trovata di Google, visualizzare i testi delle canzoni direttamente dal motore di ricerca!

Google, si sa, è pieno di trucchetti e scorciatoie da poter operare al bisogno per risparmiare tempo durante un ricerca o per ricevere al volo l’informazione desiderata, a tal proposito elenchiamo alcune scorciatoie presenti sul noto motore di ricerca:

TROVA VOLI

sì, proprio così…Google trova i voli! Per usufruire di questa risorsa basterà scrivere su Google, ad esempio, voli da Milano a Parigi.

METEO

Per usufruire di questa risorsa basterà scrivere su Google, ad esempio, meteo Milano.

CAMBIO VALUTA

Per usufruire di questa risorsa basterà scrivere su Google, ad esempio, 1 dollaro in euro.

CONVERTITORE DI MISURE

Per usufruire di questa risorsa basterà scrivere su Google, ad esempio, 100 chilometri in miglia oppure 100 centilitri in litri.

SCORCIATOIA MAPPE

Per usufruire di questa risorsa basterà scrivere su Google, ad esempio, via torino 4 Gallarate.

SCORCIATOIA YOUTUBE

Per usufruire di questa risorsa basterà scrivere su Google, ad esempio, sia chandelier.

CALCOLATRICE

Per usufruire di questa risorsa basterà scrivere su Google, ad esempio, 4+4 oppure scrivere semplicemente calcolatrice.

ALBE NEL MONDO 

Per usufruire di questa risorsa basterà scrivere su Google, ad esempio, alba a New York oppure scrivere semplicemente alba a Milano.

ORA NEL MONDO 

Per usufruire di questa risorsa basterà scrivere su Google, ad esempio, ora New York.

FILTRA I RISULTATI

Questo filtro permette di trovare un determinato risultato che potrebbe essere difficile da raggiungere per via di molte associazioni simili. Per usufruire di questa risorsa basterà scrivere su Google la parola chiave seguita dal segno meno, ad esempio, biennale -venezia.

CERCA NEL SITO

Questa funzione permette di trovare un risultato all’interno di un sito ben specifico. Per usufruire di questa risorsa basterà scrivere su Google site: seguito dal sito e dalla parola chiave, ad esempio, site:scubidu.eu ebook


Se invece si vogliono sapere tutti i giochini e scherzetti pensati da Google, rimandiamo a questo nostro articolo:

leggere anche: Google | i migliori giochi e scherzetti presenti su Google

Ma passiamo finalmente a parlare della nuova funzione implementata da Gooogle: i testi delle canzoni direttamente nel motore di ricerca! Per iniziare a usufruire di questa risorsa bisognerà scrivere su Google il titolo della canzone seguito dalla parola “lyrics” o “testo” ad esempio: comunque andare lyrics o comunque andare testo.

I migliori siti per ascoltare la pronuncia di frasi e parole in tutte le lingue

Ecco a voi una lista di servizi molto utile che riuscirà ad avvicinarvi alla comprensione di lingue straniere!

Estate, tempo di vacanze, tempo di viaggi…anche all’estero, se capita! Ma non tutti sono molto afferrati con le lingue e, se una volta l’incubo della “lingua straniera” sembrava così minaccioso, ora -grazie ad applicazioni, siti e servizi online- è possibile cavarsela senza troppi danni. 

leggere anche: le migliori app da portare in vacanza

Per chi non volesse farsi cogliere impreparato, esistono dei siti (completi anche di app) che permettono non solo di tradurre, ma anche di ascoltare la pronuncia di frasi e parole in diverse lingue, ottimo per chi vuole arrivare al meglio per le vacanze e non vuole farsi trovare impreparato quando dovrà ordinare al ristorante o parlare con qualcuno! Iniziamo subito la nostra lista!

Google Translate

Questo servizio è davvero fantastico, non può che essere il primo menzionato in questa lista! È conosciuto da praticamente tutti, grazie al suo ottimo servizio tramite sito ma anche app Android e iOs. Non solo permette la traduzione scritta ma anche quella istantanea bidirezionale in 32 lingue e la traduzione istantanea con la fotocamera.

tradurre-con-la-fotocamera-
esempio di traduzione istantanea inquadrando il cartello con la fotocamera dello smartphone.

Per saperne di più su come “tradurre con la fotocamera” rimandiamo a questo nostro articolo dove, insieme alle generalità e alle caratteristiche dell’app, si troveranno anche i link per i download.

Leggere anche: tracciare e rotte dei voli aerei in tempo reale

Ma parliamo della sua funzione di lettura della pronuncia, Google Translate permette di ascoltare la pronuncia semplicemente premendo un tasto. Una volta immesso il testo, basterà cliccare sull’icona dello speaker (per intenderci un’icona simile a questa ?) e si avrà modo di ascoltare la pronuncia della parola/frase appena digitata. Ovviamente è possibile ascoltarla in entrambe le lingue immesse (quella di partenza e quella in cui si è tradotto). Google Translate è completo e aggiornato costantemente, la velocità di traduzione è ottima e anche sulla qualità della pronuncia non è per niente male, uno strumento affidabile e completo


Bing Translator/Microsoft Translator

Bing Translator non può vantare lo stesso successo di Google Translate, ma rimane comunque un ottimo traduttore e un ottimo lettore di pronuncia! Il servizio offerto da Microsoft è disponibile sia dal sito che da app Android, iOs e -naturalmente- Windows Phone.

leggere anche: le migliori alternative a Google

Per iniziare a tradurre e ascoltare la pronuncia bisogna, un po’ come per tutti i servizi di questo genere, immettere a sinistra la frase (o parola) da tradurre e a destra comparirà la traduzione. Ovviamente prima bisogna scegliere le due lingue. Per ascoltare la pronuncia basterà cliccare sull’icona dello speaker (?) e si ascolterà l’esatta pronuncia. Ottima l’idea di lasciare la scelta del tono di voce (se femminile o maschile) all’utente. Anche in questo caso è possibile ascoltare la pronuncia in entrambe le lingue immesse (quella di partenza e quella in cui si è tradotto).


WordReference

Questo servizio è molto meno conosciuto dei due “giganti” sopracitati e il numero di lingue supportate è limitato in confronto, ma è comunque un buon servizio che permette di tradurre e di ascoltare le pronunce! A differenziare WordReference da gli altri servizi non è solo la popolarità ma anche la struttura del servizio stesso, invece che due riquadri in cui immettere la parola/frase da tradurre, ci si ritroverà davanti ad un semplice spazio (come succede per i motori di ricerca); bisognerà immettere le due lingue di interesse e la parola/frase da tradurre e, a quel punto, si aprirà una nuova finestra del sito in cui verrà riassunto tutto quello che il portale può fornire riguardo la parola/frase appena scritta: significato, traduzione, contesto della frase e pronuncia. Il servizio di pronuncia non è però attivo su tutte le parole/frasi, ma è comunque disponibile per quelle più comunemente usate. 


Yandex translate

Molto poco conosciuto “dalle nostre parti”, anche il motore di ricerca Yandex mette a disposizione un servizio di traduzione completo anche di lettura della pronuncia. Come per i primi due servizi della nostra lista, anche in questo caso ci si troverà davanti a due riquadri: uno dove immettere la frase da tradurre e uno dove verrà mostrata la traduzione. Le lingue supportate da questo servizio sono tantissime, ma è più che normale per Yandex che, per chi non lo sapesse, è un po’ come Google russo.

leggere anche: la scelta del browser (yandex, chrome, firefox)

Per iniziare a tradurre e ascoltare la pronuncia bisognerà, una volta immessa la parola/frase e scelte le lingue, cliccare sull’icona dello speaker (?). È possibile ascoltare la pronuncia di entrambe le lingue immesse. Yandex Translate è disponibile tramite sito, app Android e app iOs.


Per ora la nostra lista finisce qui, aggiorneremo la lista con nuovi servizi quando saranno disponibili.