Come risparmiare batteria su iPhone

Semplici accorgimenti che permetteranno di arrivare a fine giornata con un po’ più di batteria!

Ad oggi 1 utente su 4 usa lo smartphone per più di 7 ore al giorno, ne deriva quindi un consumo elevato di batteria. Per scongiurare l’incubo dello smartphone scarico, ecco una serie di accorgimenti da attuare!

Leggi tutto “Come risparmiare batteria su iPhone”

Come risparmiare batteria: le app da evitare

Esistono delle applicazioni che divorano letteralmente la carica del proprio smartphone, ecco quali sono.

Non importa se iPhone o smartphone Android, esistono delle applicazioni che universalmente hanno la fama di vere e proprie “mangiatrici di batteria”. Iniziamo subito la nostra lista!

Leggi tutto “Come risparmiare batteria: le app da evitare”

Caricare lo smartphone dal computer rovina la batteria?

Un dubbio molto frequente, soprattutto per chi è sempre in giro e non ha una presa di corrente a disposizione.

Leggi tutto “Caricare lo smartphone dal computer rovina la batteria?”

Come cambiare la batteria al proprio iPhone

Non è impossibile, ma bisogna affidarsi ai giusti strumenti ed avere pazienza!

In un nostro precedente articolo abbiamo spiegato che la batteria dell’iphone può “morire” anche abbastanza facilmente dopo 2-3 anni di utilizzo. Se siete in questo articolo è perché siete decisi a cambiarla da soli. Prima di iniziare la spiegazione di tutti i passaggi, rimandiamo al nostro articolo precedente per tutte le accortezze da attuare:

iPhone | calo batteria improvviso? ecco cosa fare

nota: noi abbiamo cambiato la batteria ai nostri iPhone (6 e 5c), dalla nostra abbiamo l’esperienza con componenti piccoli e delicati. Se non siete sicuri di quello che state facendo, non fatelo. Affidatevi ad un centro Apple che, con un costo di circa 100€, vi sostituirà la batteria.

PROCURARSI LA BATTERIA E TUTTI GLI ATTREZZI NECESSARI

Se si vuole cambiare da soli la batteria bisogna sapere che non ve ne sono in vendita nei negozi delle città (nemmeno nei negozi cinesi) è meglio quindi ordinarne una tramite un e-commerce cinese.

Consigliamo di prendersi del tempo per cercare la batteria giusta, ricordiamo che i mAh della nuova batteria dovranno corrispondere a quelli della “vecchia” batteria; nel nostro caso 1810 mAh (per iPhone 6). Per conoscere i mAh adatti al proprio iphone vi invitiamo a cliccare il seguente bottone. 

Per sapere i mAh della propria batteria consigliamo di scaricare l’app Battery Life Doctor, entrare nella sezione Battery Life e guardare il valore Design Capacity: si verrà così a conoscenza anche della condizione attuale della batteria.
Nel nostro caso il valore era di 500/1810 mAh (circa il 28%). Questo significa che il dispositivo, pienamente in carica, non raggiungeva più il valore massimo (1810 mAh) ma si fermeva a 500 mAh. Di conseguenza ne ricaviamo il valore adatto al proprio iPhone (1810 mAh nel caso dell’iPhone 6)


Inoltre esistono dei kit che permettono di risparmiare (soldi e tempo, viste le tempistiche di spedizione) grazie alla composizione batteria + accessori, come ad esempio questo:

batteria-iphone-kit-cacciaviti
kit completo per cambiare la batteria del proprio iPhone

Inizialmente, nel nostro precedente articolo, abbiamo consigliato anche l’uso di una “ventosa speciale” che, però, al momento del cambio batteria è risultata un po’ inutile (è bastata la piccola ventosa già integrata nel kit di cui sopra l’immagine). La “ventosa speciale” è comunque più semplice da usare e la consigliamo ai meno esperti, il suo costo di circa 2€ la rende accessibilissima.

ventosa-cambio-iphone
ecco la “ventosa speciale” che aprirà il telefono al posto vostro!

Oltre a questi strumenti bisognerà munirsi di un phon.

Aprire il telefono

1 . togliere le viti esterne – togliere quindi tutte le viti presenti sulla base dello smartphone (dove c’è l’entrata del cavo per la ricarica). In totale le viti sono 2 e sono disposte ai lati dell’entrata del cavo lightning per la ricarica. Tolte e messe da parte le viti, è il momento di adoperare la ventosa.

2 . aprire il telefono con la ventosa – se si usa la “ventosa piccola” (presente generalmente nei kit composti da batteria + strumenti) bisognerà posizionarla il più vicino possibile al tasto home (senza coprirlo) e tirare. Sì, mette un po’ di paura il dover “far forza” per aprire il telefono ma è l’unico modo con questa piccola ventosa. Se invece ci si affida alla ventosa speciale il tutto è più semplice, bisogna posizionare la prima ventosa stando vicini al tasto home e l’altra, automaticamente, si troverà posizionata nel retro del telefono. Chiudere la ventosa per esercitare la forza necessaria all’apertura.

Attenzione: una volta aperto l’iPhone tenete presente che il display è ancora collegato al resto del dispositivo: non separate le due parti, all’altezza della fotocamera frontale il telefono è ancora unito!

tutorial-togliere-batteria-iphone
Ecco come posizionare la ventosa

Togliere il display

a questo punto il display è ancora collegato al telefono, ma è inutile ed intralcia: rimuoverlo è semplice e richiede giusto 2 minuti. Per prima cosa bisogna identificare la posizione di collegamento del display: una placca, in alto a destra, custodisce i collegamenti. Di seguito una foto che aiuterà a capire dove si trova:

La placca che nasconde i collegamenti del display
La placca che nasconde i collegamenti del display

1 . togliere le viti della placca (e la placca stessa) del display – le viti corrispondono ognuna ad un’angolo della placca metallica (dipende dal dispositivo, ma in linea di massima è così). Bisogna rimuoverle avendo cura di tenerle da parte, isolate da quelle esterne per velocizzare l’operazione di chiusura. Togliere anche la placca e posizionarla insieme alle viti.

2 . scollegare il display – per scollegarlo basta togliere i connettori dalla loro sede aiutandosi con l’utensile di plastica fornito nel kit. I connettori da staccare saranno 3. Una volta rimossi tutti e 3 è possibile staccare definitivamente il display e metterlo da parte.

Scollegare la batteria

1 . togliere le viti della placca (e la placca stessa) della batteria – Anche la batteria ha una placca con 2 viti, rimuoverla è molto semplice e richiedere poco tempo. Una volta tolte le viti e la placca, si può mettere da parte tutto. La posizione della placca varia da iPhone ad iPhone (a volte è verticale, a volte è orizzontale).

Uploaded Picture
ecco dove si trova il collegamento della batteria

2 . scollegare la batteria – per scollegarla basta alzare il connettore dalla sua sede aiutandosi con l’utensile di plastica precedentemente usato per il display. Una volta effettuata questa operazione, la batteria è pronta per essere rimossa.

Togliere la batteria

Non è semplice togliere la batteria, sarà questa l’operazione che richiederà più tempo e che vi snerverà…ma non vi preoccupate, con le nostre dritte sarà tutto più semplice! Il problema è che la batteria è incollata tramite adesivi alla scocca del telefono, bisognerà quindi scaldare gli adesivi per permettere la rimozione della batteria.

Prendere il phon e impostarlo sull’aria calda (va bene anche la minima potenza) e scaldare il retro del telefono, la scocca esterna (dove c’è la mela) in corrispondenza della batteria. Continuare per circa 2-3 minuti, girare il telefono e munirsi dell’utensile di plastica (lo stesso usato nei punti precedenti) e fare leva per alzare la batteria.

attenzione: non forzare eccessivamente, la batteria non deve deformarsi.

Sicuramente la batteria non si scollerà al primo colpo, ripetere quindi l’operazione di riscaldamento della scocca esterna per un paio di volte, o comunque fin quando la batteria non si scollerà definitivamente.

C’è chi preferisce scaldare per un periodo più lungo la scocca esterna per velocizzare l’operazione di rimozione della batteria, noi lo sconsigliamo soprattutto per chi è alle prime armi: il rischio di scaldare troppo la batteria e di forarla nel tentativo di alzarla è molto alto. Meglio prendersela con calma.

attenzione: prendendo ad esempio l’iPhone 5c, sotto la batteria, passa il collegamento inerente al “volume più” “volume meno” e “silenzioso” se non si procedere con attenzione è possibile danneggiarlo. Questo collegamento si trova sotto la batteria in alto.

Una volta rimossa la batteria è possibile staccare gli adesivi che la tenevano incollata (operazione semplicissima che si può fare persino con le dita).

Posizionare la nuova batteria e collegarla

Adesivi per la batteria
Adesivi per la batteria

Prima di posizionare la nuova batteria è necessario applicare i nuovi adesivi. Rimuoverli dalla pellicola protettiva e prepararsi all’applicazione. Andranno messi con le “punte” verso l’alto. Assicurarsi di posizionarli bene all’interno dello spazio occupato precedentemente dagli altri. Il passo successivo consiste nel posizionare la nuova batteria (adagiandola sopra gli adesivi), questo passaggio è importante, non è assolutamente da sottovalutare. Una volta collocata la batteria bisogna riposizionare il connettore all’apposito alloggio e procedere con la copertura del collegamento tramite placca e viti (la placca e le due viti messe da parte prima). 

Ricollegare il display

A questo punto bisogna ricollegare il display e quindi riposizionare i connettori nei giusti alloggiamenti, in totale sono 3 e vanno riposizionati in ordine, essendo a strati (l’uno che copre l’altro) sarà semplice capirne l’ordine. Assicurarsi che i connettori siano ben posizionati e saldi, a questo punto è possibile ricollocare la placca di metallo ed avvitare le viti. 

Chiudere l’iPhone e accenderlo

Ultimo passaggio: richiudere l’iPhone e rimettere le due viti esterne tolte all’inizio. Finito! Accendere l’iPhone e verificarne il corretto utilizzo. Di seguito alcuni errori comuni con le relative soluzioni.

Qualcosa è andato storto se…

il tasto home non funziona: non sono stati riposizionati bene i connettori del display, riaprire il telefono e togliere la scocca e le viti che li proteggono, riposizionarli tutti e richiudere.

il touch non funziona: non sono stati riposizionati bene i connettori del display, riaprire il telefono e togliere la scocca e le viti che li proteggono, riposizionarli tutti e richiudere.

la fotocamera frontale non funziona: non sono stati riposizionati bene i connettori del display, riaprire il telefono e togliere la scocca e le viti che li proteggono, riposizionarli tutti e richiudere.

l’altoparlante non funziona: non sono stati riposizionati bene i connettori del display, riaprire il telefono e togliere la scocca e le viti che li proteggono, riposizionarli tutti e richiudere.

il telefono non si accende: o non è stata collegata bene la batteria o non sono stati riposizionati bene i connettori del display, riaprire il telefono e provare prima con la batteria (operazione meno complessa) e quindi togliere la placca e le due viti e controllare bene il collegamento, se il problema non è qui, procedere togliendo la scocca e le viti che proteggono il display, riposizionare le connessione e richiudere.

il volume non può essere alzato ne abbassato e il telefono non può essere messo in silenzioso: è stato danneggiato il collegamento dei tasti nel momento della rimozione della batteria, non è possibile fare nulla.

Ora la vostra batteria è nuova! consigliamo quindi la lettura di questo articolo che riuscirà a darvi qualche dritta in più per aumentarne la vita:

leggere anche: batterie al litio | consigli per aumentarne la durata

iOS 11 | Come far durare di più la batteria del proprio iPhone

Dopo l’aggiornamento, l’iPhone si scarica più in fretta? Niente paura, bastano pochi e semplici accorgimenti!

Con iOS 11, l’ultimo aggiornamento del sistema operativo pensato per gli iPhone e iPad, sono state introdotte tantissime nuove funzioni che rendono i dispositivi capaci di adempiere a sempre più funzioni e, per quell’utente su 4 che passa più di 7 ore incollato allo smartphone, sarà stata una vera gioia vedere il proprio iPhone aggiornarsi ed implementare sempre più funzioni.

leggere anche: tutte le novità di iOS 11

Ma tornando all’argomento di oggi, l’aggiornamento iOS 11 comporta anche ad un maggiore dispendio della batteria del dispositivo. Vogliamo così svelare qualche trucchetto che permette di risparmiare maggior batteria!

nota: l’articolo di oggi è incentrato su alcune impostazioni di iPhone che, se disabilitate o limitate, permettono di risparmiare batteria, rimangono comunque valide e sempre vivamente consigliate le accortezze che abbiamo indicato in alcuni dei nostri articoli precedenti:
batterie al litio | i consigli per aumentarne la durata
batterie al lito | come usarle correttamente per evitare danneggiamenti e prolungarne la vita

1) verificare il consumo di batteria delle app

Esiste una funzione molto utile che permette di capire come viene impiegato l’uso della batteria del proprio smartphone. Per scoprire come viene suddivisa la carica del proprio smartphone basta andare in impostazioni > batteria si aprirà così un prospetto dell’utilizzo della batteria diviso in 2 schede: ultime 24 ore e ultimi 4 giorni. In più, cliccando sull’icona a forma di orologio presente accanto alla scheda “ultimi 4 giorni” è possibile vedere per quanto tempo si sono impiegate quelle app, sia per il discorso delle ultime 24h che per quanto riguarda gli ultimi 4 giorni. Questa funzione permette di rendersi conto di quali app sono le maggiori imputate al dispendio della batteria, in modo tale da poterne limitare l’uso.

2) localizzazione

La localizzazione è un dato che possiamo decidere se fornire o meno alla diverse app (si parte da WhatsApp, per arrivare a Facebook ma anche al navigatore e giochi di diverso genere). La localizzazione consuma molta batteria, è quindi meglio rimettere mano alle impostazioni per rivedere che abbiano l’accesso alla nostra posizione solo le applicazioni che davvero troviamo utili alla causa; per farlo basta recarsi in

impostazioni > privacy > localizzazione

Qui compariranno una serie di app che richiedono la localizzazione, da qui è possibile rivederle tutte e decidere di non dare mail l’autorizzazione (cliccando su Mai), di dare il consenso solo se si apre l’app (cliccando su Se in uso) o concedere sempre l’autorizzazione (cliccando su Sempre).

3) Night Shift

Night Shift è la modalità “notte” di iOS, pensata per non stancare troppo gli occhi dopo un uso prolungato del dispositivo. La luce blu, emanata da tantissimi dispositivi (tablet, tv, smartphone etc..etc) compromette sia la saluta dei nostri occhi che il nostro sonno. Sull’argomento siamo tornati tante volte, rimandiamo quindi ai nostri articoli precedenti:

luce blu | cos’è e cosa comporta per i nostri occhi
youtube | come e perchè impostare il tema scuro
windows 10 | arriva la modalità notte
perchè sempre più servizi mettono a disposizione modalità e temi notte

Per quanto riguarda la Night Shift, permette di abbassare la luminosità del proprio schermo modificando automaticamente lo spettro dei colori dello schermo accentuandone le tonalità calde. Questa impostazione è programmabile e personalizzabile e incide positivamente non solo sui nostri occhi ma anche sul discorso della durata della batteria. Ricordiamo che, con il nuovo aggiornamento iOS 11, per attivare la Night Shift bisogna seguire pochi e semplici passi che però sono differenti dal “vecchio sistema”. Qui il nostro articolo dove spieghiamo, passo per passo, come fare per attivare la Night Shift su iOS 11.

4) Risparmio energetico

Questa funzione è nota a chiunque abbia un iPhone, non appena la batteria arriva al 20% compare un pop-up dove viene chiesto di attivarla. Forse non tutti sanno che questa impostazione, che permette di risparmiare batteria bloccando alcune funzionalità superflue e la funzione in backgound di alcune app, è attivabile in qualsiasi momento recandosi in

impostazioni > batteria > risparmio energetico

5) Mail

La ricezione delle mail può avvenire tramite due modalità: Push e Manuale. La prima definizione si riferisce al fatto che il proprio dispositivo cercherà (ad un intervallo scelto dall’utente) le mail richiamando il server, la seconda definizione si riferisce al fatto che è l’utente a decidere quando controllare l’arrivo di nuove mail. Sicuramente la prima opzione è la più comoda e la più utile, ma se si intende risparmiare batteria allora è meglio spostare la ricezione delle proprie mail su Manuale. Come fare? semplice

impostazioni > account e password > scarica nuovi dati > disattivare la voce Push.

In alternativa è possibile scegliere per ogni casella (se sul proprio dispositivo sono registrate più caselle) quale dovrà scaricare in automatico le nuove mail (opzione Scarica) e quale dovrà “attendere l’utente” (opzione manuale) .

leggere anche: iphone | impostare ricezione automatica mail ios

6) Blocco schermo

Se si tende a non bloccare lo schermo, questo rimarrà acceso per un lasso di tempo inutile, è meglio quindi attivare il blocco schermo automatico abbassando il tempo per il quale l’iPhone dovrà rimanere acceso, andando in

impostazioni > schermo e luminosità > blocco automatico e scegliendo dopo quanto tempo di inutilizzo lo schermo dovrà mettersi in blocco.

Per risparmiare batteria è meglio impostare 30 secondi.

7) App in Background

Anche se non in uso, molte applicazioni continuano a lavorare. Ad esempio, anche se WhatsApp non è “aperta” non vuol dire che sia disattivata, ne è la prova il fatto che riceviamo messaggi anche con l’app “chiusa”. WhatsApp richiede l’uso in background e “toglierle” questo permesso non è consigliato in quanto limiterebbe di molto l’app. Tante altre app, però, non vantano la stessa “utilità in background” per tutte queste app è possibile togliere il permesso di scaricare dati in automatico, anche se l’applicazione non è in uso. Per controllare e disattivare gli aggiornamenti delle app in background basta andare in

impostazioni > generali > aggiorna app in background e togliere la spunta alle app a cui si vuole togliere il permesso di aggiornamento.

8) Notifiche

Anche le notifiche “rubano” batteria, e siccome non tutte le app presenti sul proprio smartphone mandano notifiche di estrema utilità (es: tutte le app di giochi mandano notifiche di cui si può fare a meno) è possibile disattivarle andando in

impostazioni > notifiche e personalizzare la ricezione di notifiche.

iPhone | Calo batteria improvviso come risolvere

Oggi tratteremo un problema molto fastidioso che può colpire gli iPhone: la batteria cala improvvisamente e il dispositivo si spegne nel giro di pochi istanti

articolo aggiornato al 30/12/2017

Questo è un problema che ci riguarda da vicino, uno dei nostri iPhone (iPhone 6) ha un problema con la batteria. In questo articolo vogliamo guidare altri utenti con lo stesso problema a diagnosticare l’anomalia e a risolvere il guasto.

sintomi

La batteria, seppur carica, passa da un valore (anche abbastanza alto) ad uno mooolto basso (anche 1%) nel giro di pochi istanti. Senza nessun preavviso. Il dispositivo, se non viene messo in carica subito, si spegne e non è detto che appena rimesso in carica ritorni subito operativo. 

cosa fare se il proprio iPhone presenta gli stessi problemi? Bhe, se l’iPhone è ancora in garanzia allora è meglio affidarsi al servizio di riparazione convenzionato. Se invece il proprio iPhone non è più coperto da garanzia il costo della riparazione partirà da circa 100€…o almeno, così è stato detto a noi dopo aver chattato con un’operatrice del customer care Apple. La nostra decisione è stata praticamente immediata: cambieremo da soli la batteria. 

In questo articolo una guida completa su come comportarsi se si è decisi a cambiare la batterie al proprio iPhone (iPhone 6)


escludere qualsiasi problema legato al carica batterie.

Quindi se si sta usando un cavetto non originale e non compatibile, allora è meglio provare con un altro cavo, se non originale, almeno compatibile.

leggere anche: come usare correttamente le batterie al litio per prevenire problemi e aumentarne la durata


scaricare un’applicazione per sapere la situazione della propria batteria

Per esser sicuri che il problema dell’iPhone sia proprio la batteria consigliamo di scaricare qualche applicazione per vederne tutte le specifiche. Noi abbiamo scaricato l’app gratuita “Battery Life Doctor“.

I nostri valori, entrando nella sezione Battery Life, sono molto allarmanti. L’unico valore veramente importante in questa fase è quello che si trova alla voce “Design Capacity“.

Nel nostro caso il valore è di 500/1810 mAh (circa il 28%). Questo significa che il dispositivo, pienamente in carica, non raggiunge più il valore massimo ma si ferma a 500 mAh.  🙁 


Procurarsi la batteria e tutti gli attrezzi necessari

Se si vuole cambiare da soli la batteria bisogna sapere che non ve ne sono in vendita nei negozi delle città (nemmeno nei negozi cinesi) è meglio quindi ordinare da un e-commerce cinese una batteria.

Qui consigliamo di prendersi del tempo per cercare la batteria giusta, ricordiamo che i mAh della nuova batteria dovranno corrispondere a quelli dell’attuale batteria; nel nostro caso 1810 mAh (per iPhone 6).

Inoltre esistono dei kit che permettono di risparmiare (soldi e tempo, viste le tempistiche di spedizione) grazie alla composizione batteria + accessori.

batteria-iphone-kit-cacciaviti

Noi consigliamo di affidarsi ad uno di questi kit e al massimo di spendere qualche paio di euro in più per aggiudicarsi questa speciale ventosa.

ventosa-cambio-iphone

Noi ci siamo affidati al kit e a alla ventosa delle immagini sopra.

Ora non resta che aspettare i tempi di consegna per vedersi recapitare in casa tutto l’occorrente. Purtroppo i tempi di spedizione dei negozi cinesi sono molto lenti (circa 20-30 giorni). Consigliamo, dopo aver effettuato l’ordine, di tenersi pronti con un’app o una web app di track per tenere sempre sott’occhio il proprio ordine. Di seguito il nostro articolo dove parliamo delle migliori soluzioni:

leggere anche: spedizioni | i migliori servizi per tracciare le spedizioni in tutto il mondo

E siccome anche noi stiamo aspettando tutto il materiale rimandiamo al momento del cambio batteria l’articolo dettagliato (magari con foto) su come cambiare in maniera autonoma la batteria del proprio iPhone…

aggiornamento del 30/12/2017: ecco qui l’articolo dove spieghiamo come cambiare la batteria al proprio iPhone

ma questo articolo non finisce qui, perché ci sono altri passaggi da effettuare per prepararsi e tutelarsi al meglio prima dell’arrivo dei “pezzi di ricambio”.


Fare un backup e/o trasferire i file

No, non è un’operazione da fare per scongiurare la perdita dei dati nel caso in cui “l’intervento di cambio batteria” non vada bene. Fare un backup e trasferire file/foto e documenti serve all’utente per tutelarsi nel caso in cui, prima dell’arrivo della batteria, l’iPhone decida di morire definitivamente.

Eh sì, tra i tanti disagi della batteria “altalenante” c’è proprio il fatto che ogni volta si rischia un brusco spegnimento dell’iPhone che non sempre si riaccende subito. Personalmente c’è capitato di vedere l’iPhone riaccendersi dopo 4 ore…terribile.

Per effettuare un backup consigliamo di leggere uno dei due articoli seguenti:

ios | come effettuare backup su iPhone, iPad e iPod Touch

itunes | come effettuare e gestire backup iPhone e gestirlo dalla libreria

Per trasferire invece immagini file tra iPhone, iPad e computer (windows):

winx mediatrans | trasferire file tra iPhone e Pc in modo semplice e veloce

Aggiorneremo l’articolo quando avremo modo di cambiare la batteria! 

aggiornamento del 30/12/2017: ecco qui l’articolo dove spieghiamo come cambiare la batteria al proprio iPhone