esim sim virtuale

Cosa sono le eSIM, come funzionano, in cosa differiscono da quelle tradizionali, quanto costano e per quali operatori italiani si possono attivare.

In Italia si sta incominciando a parlare di eSIM, delle particolari SIM che permettono – al pari di quelle tradizionali – di avere un numero di telefono, ricevere chiamate e portare a termine tutte le operazioni che normalmente effettuiamo grazie alla nostra rete mobile, ma con diversi vantaggi in più rispetto alle classiche SIM.

Se sei curioso di approfondire l’argomento, leggi oltre per scoprire nel dettaglio cosa sono le eSIM, come funzionano, quanto costa attivarne una e cosa dovresti sapere prima di farne richiesta.

Cosa sono le eSIM

esim sim virtuale

Le eSIM sono SIM virtuali. Di fatto, le eSIM sostituiscono le SIM, nano SIM e micro SIM ed infatti, non dovrai avere nessuna tesserina per disporre di un numero: ti basterà semplicemente richiedere una SIM virtuale (eSIM) al tuo operatore telefonico.

Si attivano grazie ad uno speciale codice QR che viene fornito dall’operatore al momento della sostituzione o alla richiesta della SIM. Questo codice assocerà il tuo numero alla SIM virtuale sul tuo telefono.

Il cliente dovrà conservare il cartoncino con il codice QR per poter attivare la SIM su un altro smartphone in caso di cambio dispositivo. Su questo cartoncino, inoltre, sono stampati i codici PIN e PUK della eSIM.

Anche se il QR è riutilizzabile (discorso valido per quasi tutti gli operatori), non è possibile attivare il codice QR delle eSIM su più dispositivi alla volta.

Vantaggi eSIM

Avere una eSIM è un bel vantaggio sotto diversi aspetti:

  • non potrai perdere la SIM.
  • non dovrai adattare la tua SIM in base al tuo smartphone.
  • se cambi operatore o effettui una qualsiasi operazione di cambio linea, la tua SIM non verrà mai sostituita.
  • negli smartphone non dovrai più inserire nessuna SIM: niente più forcine per aprire gli slot per te e più spazio per i produttori di smartphone per altri componenti.
  • sono particolarmente utili per chi ha un Apple Watch o uno smartwatch LTE e per chi ha più numeri (es: numero personale e di lavoro).

Come vedi, i vantaggi di avere una eSIM sono diversi. Leggi oltre per scoprire quanto costa cambiare la SIM con una eSIM ed altre informazioni utili.

eSIM in Italia: quali operatori supportano le eSIM

Se vuoi passare da una SIM tradizionale ad una virtuale, devi sapere che ogni operatore presenta costi e modalità differenti per l’attivazione:

TIM

TIM offre la possibilità di richiedere un eSIM semplicemente recandosi in un negozio e facendone richiesta. L’attivazione viene effettuata tramite un codice QR che permetterà di associare il numero alla SIM virtuale e allo smartphone. Al momento in cui scriviamo, il passaggio da SIM a eSIM di TIM costa 15€, per i nuovi numeri il costo scende a 10€. Qui trovi ulteriori info.

Vodafone

vodafone

Anche Vodafone offre la possibilità di passare alle eSIM da poter usare non solo su smartwatch ma anche su smartphone e tablet. Per chiedere la eSIM bisogna recarsi nel negozio. Anche in questo caso il cliente riceverà un cartoncino con il codice QR completo di PIN e PUK della SIM virtuale. Il costo di una eSIM Vodafone è di 1€, sia per chi effettua il passaggio da quella tradizionale a quella virtuale e sia per chi richiede un nuovo numero. Qui trovi tutte le informazioni sulle eSIM Vodafone.

WindTre

Le eSIM di WindTre si presentato al costo di 10€ per i nuovi numeri e ben 15€ per un passaggio da SIM tradizionale a virtuale. WindTre, a differenza di tutti gli altri operatori, presenta un codice QR utilizzabile una sola volta. Questo vuol dire che se cambi smartphone dovrai recarti nuovamente in negozio e spendere altri 15€ per un nuovo QRcode. Qui tutte le info sulle eSIM WindTre.

VeryMobile

VeryMobile ha lanciato da pochissimo le sue eSIM. Si tratta del primo operatore virtuale in Italia ad offrire questa possibilità. Per i già clienti basta seguire le istruzioni riportate qui per ottenere una eSIM gratis. Per i nuovi clienti, invece, è necessario attivare la eSIM in combinazione con una di queste offerte. Una volta avviata la richiesta, l’utente riceverà in pochissimo tempo via mail il QR di attivazione.

Iliad, Ho Mobile, Poste Mobile e CoopVoce

Per quanto riguarda IliadHo Mobile, Poste Mobile e CoopVoce, invece, ancora tutto tace: tutti e quattro gli operatori non presentano al momento la possibilità di attivare un eSIM.

Limiti delle eSIM

Le eSIM presentano anche dei limiti: non sono compatibili con tutti gli smartphone. Di seguito trovi l’elenco completo degli smartphone attualmente compatibili con le SIM virtuali:

  • Apple iPhone X (2018)
  • Apple iPhone XS / XS Max
  • Apple iPhone XR
  • Apple iPhone 11
  • Apple iPhone 11 Pro / 11 Pro Max
  • Apple iPhone 12 / 12 Mini / 12 Pro / 12 Pro Max
  • Apple iPhone SE
  • Google Pixel 3 / 3 XL
  • Google Pixel 3a / 3a XL
  • Google Pixel 4 / 4 XL
  • Google Pixel 4A
  • Huawei P40 / P40 Pro
  • Huawei Mate 40 Pro
  • Motorola Razr 5G
  • OPPO Find X3 Pro
  • Samsung Galaxy Fold
  • Samsung Galaxy Note 20 / Note 20 Ultra
  • Samsung Galaxy S20 / S20+ / S20 Ultra
  • Samsung Galaxy S21 / S21+ / S21 Ultra
  • Samsung Galaxy Z Flip / Z Flip 5G
  • Motorola razr

Inoltre, ricordiamo che è possibile attivare il codice QR delle eSIM su un dispositivo alla volta.