copertina google chrome

Cosa fare quando Google Chrome si blocca

Google Chrome è il browser più usato ed apprezzato in assoluto. Sono miliardi gli utenti che si trovano bene con il browser di proprietà di Google e questo può dipendere dal fatto che stiamo parlando di un programma veloce, intuitivo, semplice e lineare.

Se ogni tanto il tuo amato Chrome si blocca, ecco come intervenire per riportarlo al corretto funzionamento!

Ecco come intervenire quanto Chrome si blocca.

Perché Google Chrome si blocca

Prima di vedere come intervenire, andiamo ad elencarvi le cause che possono portare un browser al rallentamento eccessivo e/o al blocco.

  • Troppe schede aperte – tutti ormai abbiamo l’abitudine di tenere troppe schede aperte andando letteralmente ad intasare il browser. L’ideale sarebbe di tenere aperte solo un numero contenuto di schede (ad esempio 10) ma se proprio non riesci a ridimensionarti puoi sempre leggere la nostra guida “Come copiare tutti i link delle schede aperte su Chrome” che ti mostrerà come salvare i link e procedere alla chiusura delle schede inutilizzate.
  • Il computer è troppo lento – devi sapere che Chrome richiede molta RAM per poter funzionare correttamente. Se il tuo computer non è proprio una “scheggia” e ti metti ad aprire un programma, un gioco o anche solo delle schede di navigazione pesanti (es. se apri le mail, Facebook e altri social), andrai verso un rallentamento progressivo del computer o un blocco totale di Google Chrome. Il consiglio è dunque quello di aprire pochi programmi e schede alla volta, per evitare di sovraccaricare il computer.
  • Estensioni di Google Chrome – le estensioni permettono di aggiungere utilissime funzioni al browser. Esistono estensioni per tradurre, per scaricare film, per cercare coupon in rete e molto altro. Può capitare, però, che alcune estensioni (o plug in) vadano in conflitto tra loro o con Chrome stesso. Questo può portare ad una chiusura improvvisa del browser o ad un blocco.
  • Virus – se hai contratto un virus con il computer, ti ritroverete con un bel po’ di problemi. Uno di questi potrebbe proprio essere il continuo blocco di Google Chrome.

Ora che abbiamo analizzato le possibili cause, passiamo a vedere cosa fare quando Google Chrome si blocca.

Cosa fare quando Google Chrome si blocca

Inizieremo questa guida suggerendo dei semplici passaggi che potrebbero risultare efficaci per “sbloccare” il browser. Procedendo punto per punto troverai altre soluzioni più “drastiche” per riuscire a ripristinare Chrome agli splendori di un tempo.

1. La prima cosa da fare è chiudere tutti i programmi in esecuzione. Se hai aperto iTunes, Photoshop o un qualsiasi altro programma, procedi immediatamente all’arresto. Prova ora a vedere se Chrome risponde ai comandi, se così non fosse, chiudetelo e riapritelo normalmente.

2. Se chiudere tutti i programmi non ha funzionato, prova a riavviare il PC. Anche questa può sembrare una banalità, ma in molti casi il computer è solo “stanco” e necessita di un riavvio per poter riprendere a funzionare correttamente. Se nemmeno questo ha funzionato, leggi oltre.

3. Prova a fare una bella scansione antivirus. Se il problema è un malware o qualcosa di simile, il tuo antivirus lo troverà e provvederà a rimuoverlo.

4. Se il problema non è un virus, prova ad aggiornare il browser. Per farlo basta digitare nella barra di ricerca chrome://help/ per essere indirizzato nell’apposita pagina del browser. Se il browser non è aggiornato, partirà automaticamente l’aggiornamento all’ultima versione di Chrome altrimenti visualizzerai solo una scritta “Google Chrome è aggiornato, sotto la descrizione della versione usata.

5. Se stai leggendo questo punto è perché nemmeno l’aggiornamento è stato utile alla risoluzione del problema. Il sospetto a questo punto ricade sulle estensioni installate. Controlla attraverso il task manager integrato nel browser quali estensioni consumano più CPU e RAM. Trovare il Task Manager è semplicissimo: apri il menu (ovvero l’icona a tre puntini verticali in alto a destra), seleziona la voce Altri Strumenti ed infine clicca su Task Manager. Per fermare le schede e le estensioni che consumano di più basterà cliccare su termina processo.

6. Se hai notato che il problema con Google Chrome è insorto dopo l’installazione di una specifica estensione, procedi alla sua disattivazione. Per sapere come fare, leggi il nostro articolo Come disattivare e disinstallare un’estensione su Chrome.

7. Eccoci giunti alle soluzioni drastiche. Se quanto fatto fino ad ora non ha funzionato, prova e riportare Google Chrome alle impostazioni iniziali. Per procedere, recati nel menu (i tre puntini verticali presenti in alto a destra), scegli Impostazioni e apri il menu presente in alto a sinistra (tre linee sovrapposte). Da qui, cliccate su Avanzate e successivamente su Reimpostazione e pulizia. Se ti sei perso nei passaggi, digita nella barra di ricerca chrome://settings/reset per raggiungere la pagina.

come sbloccare google chrome

Ora avrai davanti a te due opzioni: Ripristina le impostazioni predefinite originali e Pulisci il computer. Noi consigliamo prima di procedere con la seconda opzione (Pulisci il Computer) e poi, se non viene rilevato niente, la seconda voce per resettare Google Chrome.

8. Se nemmeno il reset delle impostazioni ha funzionato, sarai costretto a disinstallare e reinstallare da zero Google Chrome.

Disinstallare Google Chrome è l’azione più drastica ma potrebbe essere l’unica soluzione per poter tornare ad utilizzare normalmente il browser.

In qualità di affiliati Amazon, riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei effettuati tramite i link presenti sul nostro sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2016 - 2024 Scubidu.eu | Sito in aggiornamento.