Usare la fotocamera come lente d’ingrandimento su iPhone e Android

Trasformare lo smartphone in una lente d’ingrandimento è possibile, vediamo in questo articolo come fare!

Come abbiamo visto in un articolo precedente, lo smartphone può sostituire diversi oggetti, tra questi figura anche la lente d’ingrandimento.

LEGGERE ANCHE: I 25 OGGETTI SOSTITUITI DALLO SMARTPHONE

Pensata per chi vede poco o per chi vuole un aiuto in più per leggere certi scritti, lo smartphone come lente d’ingrandimento sembra essere un’ottima soluzione in quanto si comporta esattamente come una lente d’ingrandimento capace di ingrandire e mettere a fuoco il testo in modo da renderlo facilmente leggibile.

Questa funzione è presente di fabbrica nei dispositivi iPhone (iOS 10), per usufruirne bisognerà però attivarla; per quanto riguarda tutti gli altri dispositivi come ad esempio quelli Android o Windows phone bisognerà ricercare nello store l’app adatta per trasformare così lo smartphone in lente d’ingrandimento. Per i dispositivi Android, segnaliamo l’app “lente d’ingrandimento” e “lente d’ingrandimento HD” che risultano essere le migliori app di questo genere per quanto riguarda il mondo Android.

ABILITARE LA FUNZIONE LENTE D’INGRANDIMENTO SU IPHONE (IOS 10)

  1. andare in Impostazioni
  2. scegliere la voce Generali
  3. selezionare la voce Accessibilità
  4. attivare l’opzione Lente di ingrandimento
  5. FATTO!

Attivata la lente basterà fare un triplo tocco sul pulsante Home e, se la lente d’ingrandimento è l’unico strumento di accessibiltà attivato, si aprirà immediatamente, altrimenti verrà visualizzato un menù per aprirla.

Aprendo la lente d’ingrandimento si noterà che in basso a sinistra è possibile, attraverso un cursore, ingrandire lo zoom e l’inquadratura della fotocamera. Se si dovessero riscontrare problemi dovuti alla messa a fuoco, basterà toccare il livello di zoom e poi premere il lucchetto per bloccare la messa a fuoco e stabilizzarla. La lente d’ingrandimento dell’iPhone ha anche una serie di filtri di colore per migliorare la lettura di un testo, invertire colori e modificare luminosità e contrasto, questi filtri sono presenti nel bottone a destra. Inoltre, la possibilità di fare un fermo immagine quindi una foto temporanea al testo inquadrato per vederlo a tutto schermo e senza dover tenere l’iPhone nell’inquadratura – rende la funzione d’ingrandimento offerta da iOs 10 molto pratica. 

LEGGERE ANCHE: IPHONE | LETTURA VOCALE DELLO SCHERMO

LEGGERE ANCHE: COME USARE UN VECCHIO SMARTPHONE

LEGGERE ANCHE: IPHONE | COME FARE UNA CONFERENZA TELEFONICA

I 25 oggetti sostituiti dallo smartphone

Col passare del tempo lo smartphone ha iniziato a ricoprire sempre più mansioni è sempre più ruoli risultando anche più efficace di altri device preposti per gli stessi obbiettivi.

Vediamo in questo articolo i 25 (+1 – aggiornamento 05/03/2017 -) oggetti che uno smartphone sostituisce, dividendo la lista in due parti: gli strumenti che lo smartphone sostituisce già di base (ovvero tutte le funzioni che lo smartphone esegue già di fabbrica) e quelli che può sostituire grazie all’implemento di alcune applicazioni.

  1. Cabina telefonica/telefono fisso
    Ovviamente al primo posto non può che piazzarsi l’uso dello smartphone come telefono, inteso quindi come sostituito a cabine telefoniche e telefoni fissi.
  2. Computer
    Lo smartphone può sostituire un computer per la maggior parte delle operazioni di base, come navigare o leggere la posta elettronica.
  3. Enciclopedia/dizionario
    Come detto per il punto precedente, lo smartphone permette, attraverso al browser, la navigazione. Ed è proprio grazie alla navigazione che è possibile cercare argomenti o termini di cui si vuole approfondire la conoscenza.
  4. Macchina fotografica
    Sempre più avanzate e sempre più precise, le fotocamere frontali e posteriori degli smartphone costituiscono a tutti gli effetti delle vere e proprie macchine fotografiche. 
  5. Videocamera
    Discorso simile a quello per l’uso dello smartphone come macchina fotografica, anche per quanto riguarda l’uso come videocamera lo smartphone adempie perfettamente al compito riuscendo anche, in base alla capacità dello smartphone, a realizzare video in Full HD.
  6. Navigatore
    Preinstallato in ogni smartphone si trova un navigatore, nei dispositivi iOS viene chiamato Mappe, in quelli Android Google maps.
  7. Calcolatrice
    l’uso dello smartphone come calcolatrice sembra banale, ma se ci si pensa bene, quando si vuole svolgere un calcolo risulta molto più immediato estrarre il proprio smartphone che cercare una calcolatrice.
  8. Lettore musicale
    Ormai ascoltare musica tramite lo smartphone è un gesto di routine, attraverso lo smartphone si può cercare, comprare e le ascoltare musica.
  9. Agenda
    Lo smartphone può contenere tantissimi contatti e, grazie alla possibilità di aggiungere più numeri per contatto (magari uno per il numero di casa e uno per quello del cellulare) e ad altre funzioni, come quella di assegnazione di una foto ad un contatto, lo smartphone risulta essere l’agenda più completa e veloce che esista.
  10. Sveglia
    Impostare la sveglia sullo smartphone è ormai un gesto comune e abituale che ha portato al pensionamento di tante sveglie tradizionali.
  11. Orologio
    Lo smartphone sostituisce l’orologio a tutti gli effetti, basta estrarlo per vedere subito ora e giorno e, grazie a widget ed impostazioni, è possibile anche impostare diversi fusi orari.
  12. Cronometro
    Comodo e sempre pronto, lo smartphone può essere impiegato come cronometro in tutta semplicità.
  13. Calendario
    Lo smartphone come calendario, ma non un semplice calendario, bensì uno dotato di promemoria per permetterci di ricordare tutto quello che riteniamo importante.
  14. Radio
    Grazie all’ausilio delle cuffie, lo smartphone può essere usato come radio per ascoltare le proprie frequenze preferite.

LEGGERE ANCHE: LE MIGLIORI APP DA INSTALLARE PER PRIME SU UNO SMARTPHONE

Passiamo ora alla lista di altri oggetti che lo smartphone può sostituire tramite l’uso di app.

  1. Posta
    Le lettere cartacee sono state sostituite dall’utilizzo delle mail, per iniziare a sostituire la posta tradizionale a quella elettronica bisognerà, dopo aver creato una casella di posta (qui la lista delle migliori caselle di posta), scaricare un client di posta o affidarsi all’applicazione presente di base in tutti gli smartphone e immettere i parametri di configurazione.
  2. Scanner
    Installando una semplice applicazione – come questa – lo smartphone diventerà a tutti gli effetti uno scanner degno dei classici scanner casalinghi.
  3. Torcia
    Lo smartphone è anche torcia, ed è utilissimo per tutte quelle volte che si deve aprire la porta di casa al buio, per quando cade qualcosa sotto ad un mobile, per farsi strada quando salta la corrente. Nella maggior parte degli smartphone l’applicazione torcia è già installata, se non si dispone dell’applicazione è sempre possibile scaricarla tramite lo store ufficiale del proprio sistema operativo.
  4. Lente d’ingrandimento
    Esiste già l’impostazione per IPhone, ed esistono app per Android, lo smartphone può diventare a tutti gli effetti una lente d’ingrandimento capace di restituire sullo schermo caratteri ingranditi senza sgranarli.
  5. Telecamera di sicurezza
    Tramite applicazioni come questa, lo smartphone diventerà una telecamera di sicurezza a tutti gli effetti.
  6. Consolle per videogiochi
    Giocare tramite lo smartphone è una realtà testata da chiunque tramite gli store ufficiali del sistema operativo.
  7. Libro
    Lo smartphone può sostituire un libro, basterà scaricare un eBook (un libro in formato digitale) e usare il proprio smartphone come lettore di eBook.
  8. Quotidiano
    Lo smartphone sostituisce i quotidiani cartacei, così come per i libri, è possibile scaricare quotidiani o leggerli direttamente online, anche tramite le applicazioni delle diverse testate giornalistiche.
  9. Mouse Wireless
    Trasformare lo smartphone in un mouse wireless è molto più semplice di quanto si pensi, basterà scaricare un’applicazione sullo smartphone e sul pc e il gioco è fatto!
  10. Contapassi
    L’applicazione per contare i passi è presente in diversi smartphone già di fabbrica, se così non fosse basterà recarsi sul proprio store e scaricare un’applicazione di fitness tracker o simili.
  11. Pos
    Tramite le applicazioni e la strumentazione adatta, lo smartphone può diventare a tutti gli effetti un pos.
  12. Accordatore
    Scaricando un’applicazione è possibile trasformare il proprio smartphone in un accordatore!

iPhone | Cosa fare se iPhone si surriscalda

Lasciare l’iPhone in macchina o sotto la luce diretta del sole potrebbe portare l’iphone al surriscaldamento: ecco come procedere in caso in cui il dispositivo si riscaldasse troppo.

Per funzionare al meglio, i dispositivi iOS, dovrebbero attenersi all’intervallo operativo compreso tra 0° e 35° C. L’uso di un dispositivo iOS al di sotto dell’intervallo operativo, quindi sotto 0°, potrebbe ridurre temporaneamente la durata della batteria e causare lo spegnimento del dispositivo. La durata abituale della batteria verrà ripristinata, come specificato dal sito apple, quando il dispositivo tornerà ad essere usato in presenza di temperature ambientali più alte, comprese quindi nell’intervallo operativo. Ma potrebbe succedere anche che l’iPhone resti esposto ad alte temperature, superando così i 35°, andando così incontro ad un surriscaldamento, vediamo subito come comportarsi in caso di surriscaldamento del dispositivo iOS.

Come comportarsi in caso di surriscaldamento dell’iPhone

Se la temperatura interna del dispositivo supera il normale intervallo operativo (0° – 35°), il dispositivo proteggerà i componenti interni tentando di regolare la propria temperatura. Per riuscirci, il dispositivo, interromperà le funzioni in corso o abbasserà l’energia impiegata per altre funzioni.

Come raffreddare l’iPhone surriscaldato

Una volta visualizzata la schermata di avviso, spegnere immediatamente l’iPhone e portarlo in un luogo più fresco e lasciare che si raffreddi. Per aiutare l’iPhone nel processo di raffreddamento sarà meglio rimuovere qualsiasi cover presente su di esso. Una volta che il dispositivo si sarà raffreddato, sarà possibile accenderlo e tornare al normale uso del dispositivo.

ALTRI ARTICOLI SU IPHONE:

iPhone | Lettura vocale dello schermo

Esiste un’opzione da abilitare su iPhone che permette la lettura a voce della schermata dello smartphone, utile anche per la lettura di ebook, ma anche di pagine web e di messaggi.

Questa funzione “leggi schermata” disponibile per i dispositivi iOS permette, come già anticipato, la lettura delle pagine web, messaggi, ebook e altro. La funzione “leggi schermata” è stata progettata per chi ha problemi nella lettura dello schermo.

A cosa serve la funzione “leggi schermata” di iPhone?

Attivando la funzione “leggi schermata” verrà pronunciato il testo posto in esame, ma anche mail, messaggi, siti web e ebook.


Come si abilita la funzione “leggi schermata” su iPhone?

  • aprire impostazioni
  • scorrere fino alla voce generali
  • cliccare su accessibilità
  • cliccare successivamente su voce
  • abilitare la funzione leggi schermata

Come funziona “leggi schermata” su iPhone?

Uploaded PictureCome scritto sotto il pulsante di abilitazione “leggi schermata“, la funzione viene attivata scorrendo con due dita dall’alto verso il basso dello schermo. Quindi, una volta abilitata la funzione, basterà recarsi nella pagina/mail/messaggio/ebook che si vuole leggere e scorrere con due dita dall’alto verso il basso dello schermo, comparirà così una tenda con dei controlli: la velocità della voce, modulabile cliccando sulla tartaruga per diminuirla o sulla lepre per aumentarla, l’opzione per evidenziare il testo mentre viene letto, e i pulsanti per passare oltre nella lettura o interromperla.

Come usare un vecchio smartphone

Sarà capitato a tutti di avere un ‘vecchio’ smartphone nel cassetto, che – seppur funzionante – ha dovuto lasciare il posto al nuovo arrivato. Vediamo in questo articolo come usare un vecchio smartphone in maniera alternativa e utile nella vita di tutti i giorni.


Importante: Presenteremo i diversi usi e faremo seguire un piccolo riassunto di quello che è necessario sapere e avere per trasformare in maniera alternativa un vecchio smartphone.


1) Telecamera di sicurezza

Il primo uso che ci viene in mente è quello di telecamera di sicurezza, infatti per controllare a distanza e in tempo reale cosa succede in casa basterà avere a disposizione il “vecchio” smartphone e scaricare un’applicazione sia sul device che riprende (appunto il vecchio smartphone) che sul device da cui si vuole controllare tutto (lo smartphone principale, quello che viene usato abitualmente). Per saperne di più consigliamo la lettura di questo articolo dove noi di Scubidu abbiamo provato e testato uno smartphone come telecamera di sicurezza.

come-utilizzare-un-vecchio-smartphone
Trasformare lo smartphone in una telecamera di sicurezza…GRATIS!

IMPIEGO:

  • telecamera di sicurezza
  • baby monitor
  • pet monitor

REQUISITI MINIMI DELLO SMARTPHONE:

  • funzionamento generale dello smartphone, le fotocamere e il microfono devono funzionare bene

SISTEMA OPERATIVO DELLO SMARTPHONE:

  • Applicazione presente su Android e iOS gratuita, non abbiamo avuto modo di provare nessuna applicazione per Windows phone.

2) Mouse wireless

Anche di questo impiego avevamo già parlato ampiamente in passato, precisamente in questo articolo. Adatto a presentazioni, usare uno smartphone come mouse wireless risulta utilissimo come controller, per mandare diapositive, immagini o presentazioni.

Mouse-Wireless-come-comandare-il-pc-dallo-smartphone
Trasformare lo smartphone in un mouse wireless…GRATIS!

IMPIEGO:

  • Gestire delle diapositive o delle presentazioni
  • Avviare la musica e tanti altri programmi

REQUISITI MINIMI DELLO SMARTPHONE:

  • funzionamento generale dello smartphone, il touch screen deve funzionare bene.

SISTEMA OPERATIVO DELLO SMARTPHONE:

  • Applicazione presente su Android e iOS gratuita, non abbiamo avuto modo di provare nessuna applicazione per Windows phone.

3) Smartphone degli esperimenti!

Non stiamo parlando di esperimenti di scienza o di chimica, bensì quelli che riguardano la tecnologia: scaricare app, nuovi sistemi operativi, crackare il sistema operativo…insomma tutti i tentativi che non si vogliono fare sul nuovo smartphone possono essere effettuati sullo smartphone “cavia”.

utilizzare-il-vecchio-smartphone-per-esperimenti

IMPIEGO:

  • Scaricare qualsiasi app, anche da store non ufficiali
  • Crackare il sistema operativo

REQUISITI MINIMI DELLO SMARTPHONE:

  • funzionamento generale dello smartphone.

SISTEMA OPERATIVO DELLO SMARTPHONE:

  • E’ possibile usare un dispositivo sia AndroidiOS che Windows Phone

4) Navigatore offline

Usare lo smartphone come navigatore offline offre diversi vantaggi: non scarica la batteria del telefono principale, non consuma il traffico dati, può essere utilizzato anche all’estero, può essere lasciato in macchina e usarlo all’occorrenza. Per utilizzare il ‘vecchio smartphone’ come navigatore offline, bisognerà recarsi nello store, cercare “navigatore offline” e scaricare l’app che sembrerà più adatta. Leggere anche: MAPS.ME | MAPPE OFFLINE CONTRO IL DISPENDIO DI BATTERIA E TRAFFICO INTERNET

IMPIEGO:

  • Navigatore offline

REQUISITI MINIMI DELLO SMARTPHONE:

  • funzionamento generale dello smartphone.

SISTEMA OPERATIVO DELLO SMARTPHONE:

  • E’ possibile usare un dispositivo sia AndroidiOS che Windows Phone cercando nello store.

5) Lettore MP3

Già in tutti gli smartphone è presente di sistema un’applicazione per la lettura dei file MP3, non sarà quindi necessario installare nessuna app sul ‘vecchio telefono’ anche se ne esistono parecchie sia per Android, Windows Phone e iOS. Ma perché usare un vecchio smartphone come lettore mp3? Semplice, per non occupare memoria e per non scaricare la batteria dello smartphone principale (quello che viene usato abitualmente). In più il telefono può essere sistemato in casa con delle casse e trasformarlo in uno stereo hifi con tanto di radio!

IMPIEGO:

  • Lettore MP3
  • Stereo Hi Fi
  • Radio

REQUISITI MINIMI DELLO SMARTPHONE:

  • funzionamento generale dello smartphone, l’uscita cuffie deve essere funzionante.

SISTEMA OPERATIVO DELLO SMARTPHONE:

  • Applicazioni presente su Android e IOS e Windows Phone gratuitamente, anche se già negli smartphone sono presenti app per la lettura di file MP3.

6) Sveglia

Anche questo utilizzo è molto semplice, l’applicazione sveglia è già presente in tutti gli smartphone, indipendentemente dal sistema operativo. Esistono però app che permettono di personalizzare la sveglia (con una canzone scelta, con dei rumori rilassanti, con la radio, ma anche in maniera graduale o con ripetizioni) per trovarle basterà andare nello store del proprio smartphone e cercare l’app Sveglia e sceglierne una.

utilizzare-lo-smartphone-come-sveglia

IMPIEGO:

  • Sveglia

REQUISITI MINIMI DELLO SMARTPHONE:

  • funzionamento generale dello smartphone.

SISTEMA OPERATIVO DELLO SMARTPHONE:

  • Applicazioni presente su Android e iOS e Windows Phone gratuitamente, anche se già negli smartphone è presente l’applicazione sveglia.

7) Lettore di audio libri 

È possibile impiegare il proprio smartphone come un lettore di audio libri grazie ad alcune applicazioni o impostazioni presenti nello smartphone, sconsigliamo l’uso di uno smartphone come lettore di eBook perché, come spiegato in questo articolo, questo tipo di dispositivi sottopongono gli occhi alle frequenze di luce blu, che risultano dannose per l’occhio se esposto di frequente e per molto tempo. E’ da tener presente però che alcuni dispositivi permettono di abbassare la quantità di luce blu che viene emanata dallo schermo, sarà così possibile leggere – senza affaticare gli occhi – un libro comodamente dallo smartphone. Questo utilizzo può essere applicato anche ai tablet.

come-trasformare-smartphone-tablet-lettore-ebook-e-audiolibri

IMPIEGO:

  • Lettore di audio libri
  • Lettore eBook (sconsigliata se nel dispositivo non è possibile abbassare l’immissione di luce blu)

REQUISITI MINIMI DELLO SMARTPHONE:

  • funzionamento generale dello smartphone, lo schermo deve essere intatto (niente crepe o perdite di cristalli liquidi)

SISTEMA OPERATIVO DELLO SMARTPHONE:

  • Applicazioni presente su Android e iOS gratuitamente, anche se già negli smartphone di ultima generazione potete trovare app e impostazioni per trasformare lo smartphone in un lettore di audio libri e le EBook , non abbiamo avuto modo di provare nessuna applicazione per Windows phone.

8) Contapassi

Sono molti gli smartphone che riescono a registrare l’attività fisica, in particolare il numero dei passi effettuati in una giornata. Ma perché usare un vecchio smartphone come contapassi? Ovviamente per non ‘rischiare‘ cadute o incidenti del telefono principale. Sarà capitato a tutti di sentirsi poco sereni a correre con uno smartphone da 800-900€ situato in una bustina di plastica appesa al braccio e magari nemmeno di buona fattura…basterà portarsi dietro il vecchio smartphone e lasciare a casa il nuovo arrivato, in modo tale da riuscire a svolgere attività fisica più serenamente! Per trasformare il vecchio dispositivi in un contapassi bisognerà scaricare un’applicazione o usare quella nativa (come nel caso degli iPhone tramite l’app Salute). Non tutti gli smartphone possono essere adatti per questo impiego, bisognerà quindi fare una prova.

IMPIEGO:

  • Contapassi
  • Fitness tracker

REQUISITI MINIMI DELLO SMARTPHONE:

  • funzionamento generale dello smartphone.

SISTEMA OPERATIVO DELLO SMARTPHONE:

  • Applicazioni presente su Android e iOS gratuitamente, anche se già negli smartphone di ultima generazione potete trovare app e impostazioni per trasformare lo smartphone in un contapassi o fitness tracker, non abbiamo avuto modo di provare nessuna applicazione per Windows Phone.

9) Agenda

Anche questo impiego non è nulla di particolarmente ingegnoso e di ricercato, ma usare il vecchio smartphone come agenda può risultare utile in alcuni casi. Ad esempio, se è necessario passare da un Sony Xperia a un Windows Phone sarà praticamente impossibile copiare la lista contatti:  nessun programma, app o software riesce a passare i contatti dal Sony ad un Windows Phone. Questo fastidioso inconveniente può capitare anche con altri dispositivi, e il problema si complica se non ci si vuole affidare ai cloud, ed è qui che lo smartphone “vecchio” entra in azione: farà lui da agenda, giusto il tempo di trovare un’altra soluzione o giusto il tempo di copiarsi i contatti uno ad uno.

Uploaded Picture

IMPIEGO:

  • Agenda

REQUISITI MINIMI DELLO SMARTPHONE:

  • funzionamento generale dello smartphone.

SISTEMA OPERATIVO DELLO SMARTPHONE:

  • Applicazione già presente su AndroidiOS e Windows Phone.

10) Scanner

Usare uno smartphone come scanner può essere molto utile se si scansionano diversi documenti ed immagini, in più può essere lasciato a casa per dare a tutti i componenti della famiglia la possibilità di avere uno scanner in tutta comodità. Come trasformare il vecchio smartphone in uno scanner? semplice, basterà scaricare un’applicazione, come ad esempio Scanbotche permette di effettuare scansioni in altissima qualità, fino a 200 dpi, eguagliando così le prestazioni degli scanner fissi odierni.

utilizzare-uno-smartphone-come-scanner
Scansiona Veloce, in un solo tocco, documenti e tanto altro!

IMPIEGO:

  • Scanner

REQUISITI MINIMI DELLO SMARTPHONE:

  • funzionamento generale dello smartphone, la fotocamera deve funzionare bene

SISTEMA OPERATIVO DELLO SMARTPHONE:

  • L’Applicazione Scanbot è presente per Android e iOS, ma girando nello store windows è possibile trovare applicazioni anche per Windows Phone.

11) Calcolatrice

Un altro uso semplice ed elementare: usare un vecchio smartphone come calcolatrice. Non è richiesta nessuna applicazione, dato che di fabbrica ogni smartphone presenta l’applicazione calcolatrice. Se non si è soddisfatti dell’app nativa, sui diversi store sono presenti diversi tipi di calcolatrici che sapranno incontrare i gusti e le necessità di tutti.

Trasformare-il-vecchio-telefono-in-una-calcolatrice

IMPIEGO:

  • calcolatrice

REQUISITI MINIMI DELLO SMARTPHONE:

  • funzionamento generale dello smartphone.

SISTEMA OPERATIVO DELLO SMARTPHONE:

  • Applicazioni presente su Android e iOS  e Windows Phone gratuitamente, anche se già negli smartphone è installata l’applicazione calcolatrice.

12) Smartphone di scorta

L’ultimo utilizzo alternativo di cui parliamo in questo articolo è l’uso dello smartphone come telefono di scorta, nel caso in cui quello principale dovesse rompersi. In questo caso, dove lo smartphone potrebbe rimanere per molto tempo chiuso in un cassetto, bisognerà fare molta attenzione a come si terrà il telefono, per evitare danneggiamenti alla batteria. In questo articolo parliamo di come tenere le batterie al litio per non danneggiarle e aumentarne la durata.

Batterie al litio | Come usarle correttamente e aumentarne la durata

Computer portatili, telefonini, smartphone, tablet, eReader, lettori MP3, ormai tutti i dispositivi elettronici utilizzano batterie al Litio, invece delle vecchie batterie al Nichel.

In questo articolo: come utilizzarle al meglio e farle vivere il più possibile.

Inoltre: come caricare una batteria nuova per la prima volta. Come scaricarla e ricaricarla correttamente, come conservarla in caso di inutilizzo e cose da fare e da non fare con una batteria al Litio.

Cos’è una batteria al Litio:

Le batterie agli Ioni di Litio sono solitamente formate da una o più celle a seconda della tensione nominale (3,7 V a cella) e la capacità di carica (espressa in mAh – milliamper/ora) ne determina solitamente il formato.

Le batterie di nuova generazione sono tutte agli Ioni di Litio. Le vecchie batterie erano al Nickel (NiCd o NiMH) ed il problema principale era quello della “memoria”, in pratica ricordavano la carica nel momento in cui venivano ricaricate, e poi restituivano solo quest’ultima parte di energia immagazzinata.

Era quindi necessario scaricarle e caricarle completamente.

Il problema “memoria” nelle batterie al Litio non esiste, o meglio esiste solo in parte.
Una batteria al Litio può essere ricaricata anche se è scarica solo parzialmente, senza che questo abbia nessun effetto negativo sulla salute della stessa.

L’importante però, è che ogni 20 o 30 cicli di ricarica parziale, bisogna farla scaricare completamente (si intende quando il tablet o il telefonino dà l’avviso di batteria scarica, intorno al 20%) e poi ricaricarla.

Da evitare assolutamente di farle scaricare completamente fino allo 0%.

Inizializzare una batteria al Litio:

Quando si acquista un dispositivo con batteria ricaricabile (al Litio), non si può sapere da quanto tempo è stata inserita, quindi, la prima volta bisogna fare una ricarica completa prima di cominciare ad utilizzarla.

Non è vero che bisogna tenerle in carica per moltissime ore, sono sufficienti 5 o 6 ore (anche se il dispositivo da l’avviso di batteria carica dopo 1 o 2 ore). L’avviso infatti è errato a batteria non ancora inizializzata.

Lo step successivo è quello di fare da 2 a 4 cicli di ricarica e scarica completa (sempre come detto sopra al raggiungimento del 20% circa di carica).

Dopo questa fase la batteria può essere utilizzata normalmente anche con cicli di carica parziale.

Modalità per l’esecuzione di cariche e scariche corrette:

Come detto precedentemente, la scarica e ricarica parziale della batteria al Litio, non influisce sulla “memoria” ed è conveniente ricaricarla frequentemente anche se non è del tutto scarica.

Dopo la prima inizializzazione (scritta sopra), scollegare sempre l’alimentatore quando la carica è arrivata al 100%.

Dopo 20 o 30 cicli di ricariche parziali effettuarne una completa (ricalibrazione) lasciando scaricare la batteria fin quando non compare l’avviso di batteria scarica e poi ricaricarla completamente.

Se non si effettua questo passaggio (ricalibrazione) il sensore di carica, con il tempo, diventa sempre meno preciso e la batteria perderà di efficacia.

Attenzione:

La ricarica completa non deve essere mai effettuata un ciclo dopo l’altro. Intervallare sempre cariche parziali a cariche complete come descritto.

Conservare correttamente una batteria al litio in caso di prolungato inutilizzo:

Se si ha intenzione di non utilizzare il dispositivo in cui è inserita la batteria per molto tempo, è necessario prendere alcune precauzioni.

Per prima cosa, se possibile, estrarla dal dispositivo (come nei telefonini con batteria estraibile) e conservarla in un posto fresco ed asciutto. Se non è possibile estrarla dal dispositivo (come accade quasi sempre nei tablet o negl’iPhone), spegnere il dispositivo, e conservarlo in un posto fresco ed asciutto.

La batteria deve essere conservata al 40% della carica (mai completamente scarica) e una volta che si deve utilizzare di nuovo farla ricaricare completamente prima dell’uso.

Ricordare infine che qualsiasi accortezza le si riservi, una batteria nel pieno della sua funzione non dura mai più di due anni o un numero maggiore di 300 o 500 cicli di ricarica!

Cose da fare:

  • Tenere sempre la batteria in un ambiente fresco. Essendo sensibili al calore evitare, per esempio, di lasciarla in estate in una macchina al sole!
  • Rimuoverla dal dispositivo quando è alimentato dall’elettricità.
  • Pulire periodicamente i contatti, sia della della batteria che del dispositivo, con del cotone imbevuto di alcol.
  • Se si possiedono due batterie, utilizzarne sempre una fino al suo esaurimento conservando l’altra in un posto fresco.

Cose da non fare:

  • Non fare scaricare mai la batteria completamente, sotto il 20% o quando il dispositivo avverte che è scarica. La scarica completa rovina irrimediabilmente la batteria che potrebbe non funzionare più.
  • Evitare sempre le fonti di calore. La batteria non lo tollera e più calore prende più si rovina.
  • Non comprare batterie di scorta per utilizzi futuri. Se si acquista una batteria supplementare, verificare sempre quando è stata costruita per capire da quanto tempo è stata lasciata inerte nei magazzini.

Consigli per non consumare la carica della batteria inutilmente:

Telefonini, tablet e computer portatili hanno alcune di funzioni che possono essere disattivate se non si utilizzano frequentemente. Questo permette di non consumare la batteria senza motivo.

Spegnere i dispositivi alla fine del loro uso è meglio che lasciarli in standby (per esempio di notte).

Disattivare funzioni come bluetooth, wifi, roaming, vibrazione e gps se non utilizzati.

Nei dispositivi 3G, ricordarsi che il suo utilizzo consuma molta più carica rispetto al GSM. Se non si ha bisogno del 3G, in alcune situazioni, è meglio disattivarlo.

I consigli per aumentare la vita delle batterie al litio:

tutte le indicazioni e i comportamenti suggeriti da Battery University per ottenere il massimo dalle batterie in termini di durata e vita utile.

  • Evitare di scaricare spesso e completamente la batteria, questo mette la batteria sotto “stress”.
  • Scaricare parzialmente la batteria ed eseguire frequenti ricariche. Ricaricare una batteria al Litio parzialmente carica, non causa nessun effetto memoria, a differenza di quelle al Nichel o Nichel-Cadmio.
  • La scarsa durata delle batterie nei computer portatili o Tablet è dovuta al calore, più che ai cicli di scarica e ricarica.
  • Le batterie al Litio usate nei computer portatili, tablet e telefonini, devono essere ricalibrate eseguendo un ciclo di scarica completo, ogni 30 cicli ricarica o scarica.
  • Per scaricare completamente la batteria scollegare l’alimentatore e utilizzare un’applicazione che “consuma”.
  • Se si ignora la ricalibrazione, il sensore di carica della batteria diventerà sempre meno accurato e, in qualche caso, la batteria non funzionerà più come prima.
  • Tenere la batteria al Litio in un posto fresco, evitare di lasciare il dispositivo in macchina al sole.
  • Se non si utilizza la batteria per molto tempo tenerla in un posto freddo (l’ideale sono zero gradi, già a 25 gradi la batteria perde il 16% di carica in più rispetto agli zero gradi) e con circa il 40% di carica (in modo che i circuiti interni abbiano energia sufficiente per lavorare).
  • Considerare di rimuovere la batteria dal portatile quando si lavora su scrivania con l’alimentatore, il calore generato dal portatile a piena potenza diminuisce la vita della batteria (qualche costruttore avverte che ci potrebbero essere dei problemi per l’accumulo di polvere sui contatti dove si collega la batteria).
  • Evitare di acquistare batterie al Litio di scorta per uso “futuro”, verificare sempre la data di costruzione, e non acquistate batterie vecchie, anche se vendute sottocosto.
  • Se si ha una batteria al Litio di scorta, usarne una fino alla fine, e tenere l’altra in un posto fresco con circa il 40% di carica.

iPhone | Liberare spazio su iPhone, metodi facili e veloci

piccoli accorgimenti che faranno la differenza!

Che si parli di un iPhone 5 o un iPhone 7 (ultimo uscito in casa Apple), da 16 GB o 32GB, 64GB o 128GB, la necessità di liberare spazio si presenterà prima o poi… ecco allora alcuni accorgimenti facili e assolutamente alla portata di tutti per liberare spazio su iPhone.

COME VEDERE QUANTO SPAZIO OCCUPA OGNI APP

Primo passo: vedere quanto spazio è necessario eliminare dal device, guardando quanto spazio occupa ogni app.

COME FARE: aprire Impostazioni > Generali scegliere Utilizzo spazio e iCloud > Gestisci Spazio

A questo punto apparirà un elenco con tutte le app. Le app sono elencate in ordine decrescente (da quella che occupa più spazio a quella che ne occupa meno).

Ci si renderà conto che per iniziare a liberare spazio verrà più semplice eliminare giochi  e app inutilizzate prima di mettere mano a tutte le foto o messaggi (che in genere costituiscono l’occupazione maggiore in un iPhone). Eliminando un gioco inutilizzato, specie se pieno di progressi, si trarrà un grande vantaggio.

COME ELIMINARE UN APP: a questo punto si è a conoscenza della situazione dell’ iPhone e si saprà quale gioco o app deve essere eliminata. Il prossimo passo prevede di tornare alla schermata principale > tenere premuta un app a lungo > comparirà ora su quell’app e su tutte le altre una piccola “X” collocata nell’angolo in alto a sinistra dell’app, tutte le app tremeranno > premere “x” sull’app che si vuole eliminare.

COME ELIMINARE FOTO  E VIDEO: come detto in precedenza, le foto costituiscono una grande fetta di spazio occupato sull’iPhone, vediamo come liberare spazio.
schermata principale > foto > scegliere le foto che non si vogliono mantenere nel dispositivo e procedere con l’eliminazione > tornare in album > eliminati di recente e procedere anche da qui all’eliminazione di foto e video.
Se non si vogliono eliminare le foto è possibile anche spostarle sul pc o mac, nell’articolo riportato qui sotto presentiamo un’app molto utile e ben fatta per trasferire in modo semplice le foto dall’iPhone al pc o mac.

PHOTO TRANSFER | TRASFERIRE FOTO TRAMITE WI-FI

COME ELIMINARE CACHE: I dati che iPhone raccoglie nella navigazione con internet riempiono la memoria, di seguito i passaggi per eliminarle.

impostazioni > safari > cancella dati siti web e cronologia

COME ELIMINARE MESSAGGI: Anche i messaggi occupano molto spazio sul nostro iPhone, ecco quindi come eliminarli.
schermata principale > aprire app messaggi > scegliere la conversazione da eliminare > slide verso sinistra, comparirà la scritta “elimina” cliccare quindi per cancellare la conversazione.
Si può anche decidere di modificare un’impostazione del device ed avere l’eliminazione automatica dei messaggi, ecco come fare:
schermata principale > impostazioni > messaggi > selezionare conserva i messaggi > scegliere dal menu per quanto conservare i messaggi, se per 30 giorni o 1 anno. (come impostazione predefinita ci sarà “per sempre”). In questo modo non bisognerà preoccuparsi di cancellare i messaggi, ci penserà da solo il telefono.

Un altro modo che risulta funzionante per liberare la memoria in un iPhone è quello di andare ad eliminare anche le conversazioni dalle app di messaggistica istantanea (quali whatsapp, wechat, viber…) quindi se l’applicazione è piena di conversazioni, specie se piene di foto e video, eliminarle aiuterà a liberare molto spazio.

iPhone 8 | Il nuovo iPhone in vetro per la ricarica wireless

Il nuovo iPhone tutto in vetro per la ricarica veloce.

Come già anticipato, tra i vari rumors che girano intorno all’iPhone 8, quello che sembra avere più credito è quello che riguarda la scocca in vetro dei nuovi iPhone 8 – il cui lancio ufficiale è previsto per settembre 2017 – accompagnato dall’ipotesi della ricarica wireless.

Le due cose sono in stretta connessione: il nuovo iPhone 8 sarà fatto in vetro per facilitare la ricarica wireless ovvero la ricarica senza fili. La decisione di adottare l’uso del vetro è dovuta al vantaggio che apporterebbe all’azione di ricarica, il vetro permetterebbe tempi di ricarica inferiori rispetto al metallo, materiale attualmente in uso.

Ma le novità non finisco qui, sempre stando ai rumors, il nuovo iPhone 8 non si limiterà alla ricarica wireless su basi adatte (qui un nostro articolo dove, tra vari gadget tecnologici da regalare, consigliamo una base di ricarica wireless) ma sorprenderà grazie ad un caricatore wireless che sarà talmente piccolo da permettere l’uso mentre si utilizza il device per effettuare chiamate. Sarà così possibile caricare lo smartphone senza problemi e in grande velocità.

LEGGERE ANCHE: GADGET HI-TECH | IDEE REGALO E ACCESSORI TECNOLOGICI DA REGALARE E REGALARSI

IDEE REGALO TECNOLOGICHE ED ECONOMICHE

LEGGERE ANCHE: IPHONE 8 | LA SVOLTA TOTALE

iPhone | Video virus che blocca iPhone

Un video di appena 5 secondi, all’apparenza innocuo, è in grado di bloccare gli iPhone, costringendo i proprietari a fare un riavvio forzato del dispositivo per poter tornare ad usarlo.

Scoperto dagli utenti di Reddit, il video si può diffondere attraverso messaggi contenenti un link. Se si clicca, una decina di secondi dopo aver visto il video ci si ritroverà con un iPhone completamente bloccato.

A questo punto l’unica soluzione sarà forzare il riavvio, tenendo premuti contemporaneamente per dieci secondi il tasto accensione e quello per abbassare il volume in iPhone 7, tasto accensione e tasto home nelle versioni precedenti. Una volta riavviato, il dispositivo tornerà a funzionare normalmente.

Non è la prima volta che un problema del genere viene scoperto negli iPhone, l’anno scorso ad esempio c’era una stringa di testo che disattivava la app iMessage, quella per mandare SMS e messaggi via internet.

Il problema sarà presumibilmente risolto da Apple con un aggiornamento.

iPhone | Problemi iPhone 6s e 6 plus

Stiamo parlando del fastidiosissimo “touch disease” per l’iPhone 6 Plus e dell’altrettanto fastidioso problema che causerebbe lo spegnimento improvviso di alcuni iPhone 6s

Stando a quanto riportato dal sito ufficiale Apple, alcune versionidi iPhone 6 Plus potrebbero mostrare problematiche con il touchscreen come mancate risposte al tocco o sfarfallii allo schermo, questo però si verificherebbe solo nei dispositivi che hanno registrato ripetute e forti cadute. Apple ha così annunciato un piano di riparazione per gli iPhone 6 Plus coinvolti dalla cosiddetta “touch disease”, e indicato sul proprio sito le procedure e i passaggi per usufruire della riparazione che però non è gratuita, bensì pari a 149 dollari.

iphone-6-plus
iPhone 6 Plus

L‘iPhone 6s si vede protagonista di un altro malfunzionamento, questa volta il problema riguarda la batteria, è stato infatti registrato un numero – seppur piccolissimo – di dispositivi che, senza dare nessun preavviso, si spegnevano senza più riaccendersi. La questione non rappresenta un problema legato alla sicurezza e la stessa Apple rassicura sul fatto che ad essere coinvolti sono un numero veramente contenuto di dispositivi, nello specifico solo alcune versioni tra quelle prodotte tra settembre e ottobre 2015. La sostituzione della batteria, specifica Apple, sarà gratuita.

iphone 6s
iPhone 6s