Mac OS | Le scorciatoie da tastiera

Di seguito una lista delle scorciatoie da tastiera del sistema operativo Mac Os!

Cmd+X
Taglia: consente di rimuovere l’elemento selezionato e di copiarlo negli Appunti.

Cmd+C
Copia: permette di copiare l’elemento selezionato negli Appunti e funziona anche per i file nel Finder.

Cmd+V
Incolla: consente di incollare i contenuti degli Appunti nel documento o nell’app corrente e funziona anche per i file nel Finder.

Cmd+Z
Annulla: permette di annullare il comando precedente. Per eseguire di nuovo il comando annullato, è possibile premere Comando-Maiuscole-Z (Ripristina). In alcune app puoi annullare e ripristinare comandi multipli.

Cmd+A
Seleziona tutto: consente di selezionare tutti gli elementi.

Cmd+F
Cerca: permette di aprire una finestra Cerca o di cercare gli elementi in un documento.

Cmd+G
Cerca di nuovo: consente di cercare l’occorrenza successiva dell’elemento cercato in precedenza. Per cercare l’occorrenza precedente, premi Comando-Maiuscole-G.

Cmd+H
Nascondi: permette di nascondere le finestre dell’app in primo piano. Per visualizzare l’app in primo piano, ma nascondere tutte le altre app, premi Comando-Opzione-H.

Cmd+M
Contrai: consente di ridurre a icona la finestra in primo piano sul Dock. Per ridurre a icona tutte le finestre dell’app in primo piano, premi Comando-Opzione-M.

Cmd+N
Nuovo: permette di aprire un nuovo documento o una nuova finestra.

Cmd+O
Apri: consente di aprire l’elemento selezionato o una finestra di dialogo per selezionare un file da aprire.

Cmd+P
Stampa: permette di stampare il documento corrente.

Cmd+S
Salva: consente di salvare il documento corrente.

Cmd+W
Chiudi: permette di chiudere la finestra in primo piano. Per chiudere tutte le finestre dell’app, premi Comando-Opzione-W.

Cmd+Q
Esci: consente di uscire dall’app.

Opzione+Cmd+Esc
Uscita forzata: permette di scegliere un’app e di forzarne la chiusura. In alternativa tieni premuti Comando-Maiuscole-Opzione-Esc per 3 secondi per forzare la chiusura solo dell’app in primo piano.

Cmd+Barra spaziatrice
Spotlight: consente di mostrare o nascondere il campo di ricerca Spotlight. Per eseguire una ricerca Spotlight da una finestra del Finder, premi Comando-Opzione-Barra spaziatrice. Se usi più sorgenti di input per scrivere in altre lingue, queste abbreviazioni consentono di cambiare sorgente di input anziché visualizzare Spotlight.

Barra spaziatrice
Visualizzazione rapida: permette di usare Visualizzazione rapida per eseguire l’anteprima dell’elemento selezionato.

Cmd+Tab
Cambia app: consente di passare all’app successiva più usata di recente tra le app aperte.

Maiuscole+Cmd+Tilde (~)
Cambia finestre: permette di passare alla finestra successiva più usata di recente dell’app in primo piano.

Maiuscole+Cmd+3
Istantanea schermo: consente di acquisire un’istantanea dell’intera schermata. Scopri altre abbreviazioni per l’acquisizione di istantanee.

Cmd+Virgola (,)
Preferenze: permette di aprire le preferenze dell’app in primo piano.

leggere anche: scorciatoie da tastiera Windows 10

Computer | Errori comuni da non fare!

Ecco una lista di errori da evitare per non rischiare di rallentare il proprio computer!

Abbiamo parlato ieri di tutti gli errori da evitare con il proprio smartphone, parliamo oggi di tutti gli errori da non commettere per non rallentare o danneggiare il computer!

Leggere anche: smartphone | errori comuni da non fare

Partiamo ora con la lista di errori comuni da non fare con il proprio computer!

1 – SCOLLEGARE E RICOLLEGARE IL COMPUTER (PORTATILE) AL CARICATORE

Questo primo punto è lo stesso anche per quanto riguarda gli errori comuni da non fare con lo smartphone. Il rischio qui non è tanto quello di scalibrare la batteria del device ma quella di danneggiarne irreparabilmente la batteria. Infatti scollegare e ricollegare il computer al caricatore porta la batteria ad un danneggiamento permanente, per evitare questo spiacevole inconveniente ci sono tanti piccoli accorgimenti di cui tener conto. Un esempio? se si deve stare per un periodo prolungato di tempo con il computer a contatto con un piano (come ad esempio un tavolo) è meglio togliere la batteria del portatile e usare il computer collegandolo alla corrente. Di seguito linkiamo un nostro articolo dove spieghiamo come usare correttamente le batterie al litio.

LEGGERE ANCHE: BATTERIE AL LITIO | COME USARLE CORRETTAMENTE E AUMENTARNE LA DURATA


2 – NON PROTEGGERE IL COMPUTER CON ANTIVIRUS

Non proteggere il computer con un antivirus è un errore molto comune e molto grave. Anche se non si naviga molto su internet bisogna sapere che i virus informatici sono molto insidiosi e possono nascondersi ovunque!

LEGGERE ANCHE: DOVE SI NASCONDONO I VIRUS INFORMATICI

Proteggere il computer con un antivirus è fondamentale e indispensabile per assicurarsi protezione e privacy, in più anche se il virus può essere facilmente debellato da una persona competente, bisogna tener conto che il furto di dati sensibili e password sarà irreversibile.


3 – NON SPEGNERE MAIL IL COMPUTER

Altro errore commesso anche negli smartphone, non spegnere mail il computer porta ad un progressivo rallentamento del dispositivo sia che si parli di un Windows, Linux o Mac! Mettere sempre il dispositivo in “sospensione” o “ibernazione” non permette al computer di terminare tutti i processi, è quindi meglio assicurarsi di spegnerlo quando non si intende utilizzarlo.


4 – NON CHIUDERE I PROGRAMMI/SCHEDE DI NAVIGAZIONE

Quando si usa il pc è meglio non aprire troppi programmi (soprattutto se pensanti) perchè il computer potrebbe sovraccaricarsi e non rispondere più ai comandi!

Leggere anche: cosa fare se il computer (windows) si blocca improvvisamente

Per chi invece non usa programmi ma naviga solo sul web si consiglia di non aprire troppe schede di navigazione, il rischio è quello che il browser si blocchi improvvisamente e si chiuda senza preavviso

Leggere anche: chrome | come riavviare il browser in un secondo
chrome | come riaprire le schede chiuse inavvertitamente


5 – SOVRACCARICARE IL COMPUTER

Un po’ come il punto precedente, bisogna usare il proprio computer tenendo conto della sua potenza. Se si è acquistato un computer con delle caratteristiche base non si può pretendere di installarci sopra programmi pesanti come Photoshop e simili. Il rischio è quello di rallentare notevolmente il computer che non riuscirà ad elaborare le richieste che si presentano. Un computer dovrebbe essere sempre usato tenendo conto delle sue capacità, cercando di tenerlo pulito da file e programmi inutili che vanno solo a gravare sulla velocità del computer stesso.


6 – NON AGGIORNARE IL COMPUTER

Ogni sistema operativo rilascerà degli aggiornamenti col tempo, è molto importante assicurarsi di installare i vari aggiornamenti per non rischiare di trovarsi con un sistema operativo obsoleto. Portiamo qui di seguito l’esempio che riguarda il sistema operativo Windows 7: di recente molti programmi hanno interrotto il supporto per Windows 7, questo vuol dire che chiunque avrà installato questo sistema operativo non troverà più programmi pensati per questa versione e come conseguenza logica sarà portato ad aggiornare il proprio sistema operativo per poter usare tutti quei programmi.

Windows | Come disinfettare il computer e recuperare i file importanti se Windows non parte

Il computer ha smesso di avviarsi a causa di un virus? Nessun problema, ci pensa BitDefender Rescue Disk!

Sicuramente il backup periodico dei file importanti come documenti e foto è fondamentale, ma cosa fare se il computer è stato infettato da un virus e non vuole più saperne di avviarsi? Per fortuna, anche se non si è stati prudenti e non si ha un backup dei file, esiste uno strumento gratuito, realizzato da BitDefender, che forse permetterà di ripulire il computer anche se non si avvia Windows o almeno di salvare i file importanti prima di formattare il computer.

Si tratta di uno strumento di nome Rescue Disk, che avvalendosi di una chiavetta USB o un CD (nel caso il computer infetto ne disponga uno) permetterà di ripulire il computer e di salvare i dati importanti presenti nel disco fisso.

Ecco come creare una chiavetta USB per il ripristino del computer in caso di malfunzionamento:

  • Scaricare gli strumenti – È possibile scaricare l’immagine ISO qui e ISOTOUSB (per scrivere l’immagine ISO su chiavetta USB) qui.
  • Creare la chiavetta – Con ISOTOUSB scrivere l’immagine ISO. Per informazioni su come usare ISOTOUSB vedere questo articolo.
  • L’avvio – Accendere il computer con boot USB, selezionare la lingua inglese e premere invio. Una volta avviato il programma, accettare il contratto di licenza e premere su Continue.
  • Connettersi ad internet – Collegare il computer per scaricare gli ultimi aggiornamenti antivirus. È possibile utilizzare un cavo di rete o il wifi. Cliccare sull’icona con i due monitor in basso a destra, selezionare rete wireless e immettere la password del wifi.
  • Aggiornare l’antivirus – Avviare l’antivirus e cliccare su Update now per effettuare l’aggiornamento. In settings è possibile configurare eventuali preferenze.
  • Controllo completo – Cliccare su Scan now per avviare la scanzione. La finestra successiva permetterà di scegliere quale cartella sottoporre alla scansione. È possibile selezionare l’intero disco fisso per effettuare una scansione completa.
  • Attendere – Dopo aver avviato la scansione, bisognerà attendere con pazienza che a scansione sia terminata. Sarà comunque possibile controllare lo stato della scansione sullo schermo o eventualmente annullarla.
  • La cura – A scansione terminata, l’antivirus mostrerà i file infetti. Per ognuno sarà possibile non effettuare alcuna azione, cancellarlo o rinominarlo. Una volta scelto cosa fare, premere su Fix iusses.
  • Provare il riavvio – Completata la pulizia, è possibile chiudere l’antivirus ed effettuare il Log out cliccando in basso a sinistra del desktop. Rimuovere la chiavetta USB e provare a riavviare il computer con Windows per controllare se tutto funziona correttamente.

Se nonostante la pulizia del computer, non si riuscisse ad avviarlo nuovamente, sarà possibile salvare i propri documenti con lo stesso strumento. Riavviare il computer con boot USB e seguire le istruzioni:

  • Accedere ai file – Cliccare sulla B nell’angolo in basso a destra, si aprirà un menù come quello di Windows da cui è possibile accedere ad alcune applicazioni, come Thunar File Manager.
  • Salvare i dati – Si tratta di un file manager che permette l’accesso ai documenti presenti nel disco fisso, proprio come fa Esplora Risorse di Windows. Collegando un disco esterno o una chiavetta USB sarà possibile salvare i dati selezionandoli e cliccando su Copy (per copiare dal disco fisso del computer) e Paste (per copiare i documenti su chiavetta USB).

A questo punto si è a conoscienza di tutto ciò che bisogna sapere per cercare di “ripulire” il computer infetto o per salvare i documenti in caso di mancato avvio del computer. Condivi l’articolo se ti è stato utile!