Rimozione sicura USB su Mac

Rimuovere correttamente un dispositivo USB è un’operazione semplice ma di fondamentale importanza

Chiavette USB, Hard Disk, lettori DVD e molto altro sono tutti dispositivi USB che necessitano di una rimozione corretta per evitare corruzioni ed errori dei dispositivi stessi. Ecco come procedere correttamente alla rimozione di dispositivi USB su un computer Mac, per sapere come procedere con il proprio dispositivo Windows, consigliamo di leggere l’articolo presente al fondo dell’articolo.

Leggi tutto “Rimozione sicura USB su Mac”

Come intervenire se il Mac si blocca improvvisamente

Vediamo in questo articolo come comportarsi in caso di blocco del proprio Mac.

Sarà capitato diverse volte di ritrovarsi davanti al proprio computer bloccato, che non risponde ai comandi e che non da la possibilità di chiudere i programmi in esecuzione ne di riavviarlo in nessun modo.

Leggi tutto “Come intervenire se il Mac si blocca improvvisamente”

Apple Days da MediaWorld: iPhone, iMac, MacBook e iPad in offerta

dall’8 all’11 Febbraio, da MediaWorld, ci sono gli Apple Days: offerte straordinarie sui prodotti Apple!

Inizia oggi l’iniziativa degli Apple Days MediaWorld che affianca, oltre a sconti interessanti, anche corsi per imparare ad usare e sfruttare al massimo i propri dispositivi dalla mela morsicata.

Come si può vedere dall’immagine sopra, aprendo il sito nella sezione dedicata, si può scegliere tra Apple Labs (corsi per imparare i segreti del mondo Apple) e Prodotti in offerta. Cliccando sulla prima voce verranno elencati gli argomenti al centro dei diversi workshop, con la possibilità di controllare il negozio MediaWorld più vicino nel quale aderire. Scegliendo invece la voce Prodotti in offerta si aprirà una sezione contenente tutti i prodotti Apple in offerta, ecco alcuni esempi:

iPhone X 64 Gb a 1089,00€ (100€ di risparmio)

iPhone 8 64 Gb a 699,00€ (140€ di risparmio)

iPhone 8 Plus 64 Gb a 879,00€ (70€ di risparmio)

Macbook Air 13” a 899,00€ (230€ di risparmio)

iMac 21.5” a 1299,00€ (250€ di risparmio)

iPad pro 10.5” wi-fi 64 Gb a 699,00€ (40€ di risparmio)

iPad 2017 wi-fi 128 Gb a 449,00€ (60€ di risparmio)

Queste sono alcune delle offerte dei 4 giorni di Apple Days MediaWorld, qui la pagina dedicata a tutte le offerte e qui la pagina dedicata ai corsi.

Ricordiamo che gli Apple Days iniziano oggi (8/02/2018) e terminano domenica (11/02/2018).

Batterie al litio | I consigli per aumentarne la durata

Con qualche accortezza è possibile avere un telefono che conserva la carica anche dopo qualche anno di uso…Vediamo come!

Ne abbiamo parlato approfonditamente in questo articolo e abbiamo visto quali sono le migliori app per controllare lo stato della batteria. In questo articolo vedremo quali sono le principali accortezze da avere per tenere la batteria dello smartphone in piena forma!

Leggere anche:

Passiamo ora ai consigli:

Quando ricaricare
Le batterie agli ioni di litio durano più tempo se si evita di scaricarle completamente o caricarle eccessivamente. Una ricarica del 100% si può fare, ma se diventa un’abitudine potrebbe accorciarne di molto il ciclo vitale. Per aumentare la vita della batteria, la soluzione consigliata è mantenerla sempre tra a un livello del 30% e l’80%, evitando di scendere sotto il 20%. L’ideale sarebbe cercare di stare sempre attorno al 50% con piccole ricariche giornaliere.

Quando ricaricare completamente
La ricarica completa della batteria non è sempre un male, anzi, una volta al mese rappresenta il modo più efficace per ricalibrarla da zero e mantenerla in salute. Il suggerimento in questo caso è di far scaricare completamente il telefono (intorno al 20%) per poi effettuare una ricarica completa. Lo stesso principio può essere applicato ai portatili, attenzione solo a non ricaricare le batterie troppo a lungo.

Le ricariche notturne
Chiunque possieda uno smartphone è abituato a ricaricarlo almeno una volta al giorno, solitamente la sera prima di andare a letto. Certo, i telefoni moderni smettono di immagazzinare energia quando la batteria è piena, tuttavia sarebbe meglio non lasciarli collegati per troppo tempo all’alimentatore dopo aver completato la ricarica. La controindicazione in questo caso è rappresentata dalla temperatura, che potrebbe salire molto se il dispositivo restasse collegato tutta la notte col serio rischio di danneggiare la batteria. Con questo non stiamo dicendo che caricare lo smartphone di notte ne danneggia la batteria, ma è anche vero che tenerlo collegato dopo aver completato la carica è totalmente inutile e, in alcuni smartphone vecchi, potrebbe solo provocare surriscaldamento.

L’effetto memoria
Con questo nome si intende la causa che porta le batterie a “ricordare” la loro autonomia media se non vengono scaricate completamente di frequente. In teoria una batteria che non supera mai più dell’80% di carica e non scende mai sotto il 30% rischierebbe di perdere tutta l’energia che sta prima e dopo questo intervallo.
Non è questo il caso però, perchè anche se l’effetto memoria esiste, riguarda solo le vecchie batterie al nickel (NiMH e NiCd), quindi nessuna di quelle installate oggi in un dispositivo portatile, anzi, in questo caso vale esattamente il contrario, non bisogna mai farla scaricare del tutto nè caricarla troppo, se non una volta al mese.

Conservare una batteria
Le batterie agli ioni di litio (Li-ion) non sopportano le temperature eccessive e rimanere a scariche per molto tempo. Fare quindi in modo di non conservarle in luoghi troppo caldi, come il cruscotto di un’auto o la borsa sotto il sole d’agosto. Considerare che una batteria consuma tra il 5% e il 10% al mese anche se non viene utilizzata e che potrebbe non essere più in grado di immagazzinare energia se resta completamente scarica per molto tempo. Questo ovviamente è un discorso che non vale tanto per il telefono che si usa abitualmente, ma per navigatori satellitari, batterie esterne, vecchi smartphone, tablet, ereader e tutti quegli oggetti che non si usano molto e quindi non si ricaricano con regolarità.

Leggere anche:

Apple Pay arriva in Italia

Apple Pay è oggi approdato in italia, in questo articolo tutto quello che c’è da sapere!

Se ne parlava ormai da diversi mesi, e solo ieri sembrava essere vicina la data di lancio…nemmeno il tempo di scrivere un articolo ed ecco che Apple Pay arriva in Italia!

Leggi tutto “Apple Pay arriva in Italia”

iOS | Arriva iOS 10.3.2

Da ieri, per tutti gli utenti apple, è disponibile un nuovo aggiornamento da installare sul proprio device

Niente grandi novità o nuove funzioni, dopo l’aggiornamento 10.3 (qui tutte le info sull’aggiornamento) arriva iOs 10.3.2 ma con sé non porta aria di cambiamenti, solo fix di bug. L’aggiornamento è stato reso disponibile lunedì sera (15/05/2017) ed è pronto per essere scaricato ed aggiornato dagli utenti. Lo stesso giorno è stato rilasciato un altro aggiornamento di sistema che riguarda macOS Sierra, l’aggiornamento in questione è il 10.12.5 ed anche qui non sono state aggiunte grandi novità, solo correzioni di problemi e migliorie riguardo la fluidità del software.

Entrambi gli aggiornamenti vanno a migliorare e stabilizzare le rispettive versioni (iOs 10 e macOS 10), per assistere a grandi cambiamenti bisognerà aspettare fino a Giugno quando Apple rilascerà la versione beta del nuovo iOS 11 in occasione del WWDC 2017 dove presenterà tutte le novità. Mentre l’approdo ufficiale sui dispositivi sarà a settembre, qualche giorno prima rispetto al lancio del nuovo iPhone 8.

Per conoscere tutte le novità previste per iOs 11 consigliamo la lettura dei seguenti articoli:

ios11 | 200.000 app iniziano a tremare

ios11 | video-anteprima e data di rilascio

Tablet | 10 funzioni in cui il tablet è meglio dello smartphone

10 casi in cui il tablet è meglio dello smartphone!

Dei tablet non si sente parlare moltissimo, forse perché al centro dell’attenzione finiscono sempre gli ultimi smartphone o computer usciti, ma quello di cui bisogna tenere a mente è che ci sono delle attività e delle funzioni in cui il tablet supera di tanto gli smartphone! Iniziamo subito con la nostra lista di 10 situazioni in cui il tablet è meglio dello smartphone:

1-guardare film

Sì, guardare un film su un tablet è molto meglio che guardarlo da smartphone. Le dimensioni dello schermo del tablet che superano (anche abbondantemente) le dimensioni del display dello smartphone rendono l’esperienza di visione molto meno faticosa e più piacevole.

leggere anche: scaricare film e serie tv in modo semplice e veloce

scaricare qualsiasi video da rai, mediaset, witty e altri

diretta TV | come vedere mediaset, rai, tv8 e molti altri


2-leggere libri/articoli

Sempre per una questione di display, il tablet rende più facile la lettura di libri e testi permettendo di non scorrere di continuo le pagine. I tablet vengono apprezzati anche come sostituti all’eReader per la lettura dei libri in formato digitale, anche se bisogna tener conto del fatto che la luce blu emanata dai tablet affatica la vista. Consigliamo di leggere questo nostro articolo per capire meglio il concetto di luce blu e per sapere come evitare problemi tramite accorgimenti, impostazioni e applicazioni.

leggere anche: i vantaggi della lettura elettronica

battaglie | ebook o libro?


3-Lavorare

Per lavorare a presentazioni, visualizzare slide, modificare documenti e molto altro, il tablet è imbattibile! In più grazie ai vari cloud è possibile sincronizzare i propri documenti ed averceli sempre con sé.


4-studiare

Per modificare appunti, visualizzare slide e molto altro, il tablet costituisce un vero alleato capace, tramite la matita già presente al momento dell’acquisto ( e se così non fosse è possibile acquistarne una nei negozi o online) di facilitare operazioni come sottolineare, cerchiare ed evidenziare tutto quello che serve!


leggere anche: nokia | in arrivo due tablet da 18″


5-Disegnare

I tablet sono molto apprezzati dal mondo della grafica perché permettono di disegnare, creare e studiare particolari in modo molto semplice. I tablet vengono usati come fossero fogli da disegno con in più i grandi vantaggi della tecnologia: cancellare, riscrivere e sovrapporre colori all’infinito, aggiungere o togliere particolari in un solo gesto e lavorare su livelli.


6-scrivere o editare post/articoli/commenti

A poche persone interesserà il fatto che scrivere o editare un post da smartphone è praticamente un disastro, ma comunque questa funzione entra di diritto nella lista delle cose che il tablet svolge meglio dello smartphone. Molte piattaforme (WordPress compresa) hanno una versione pensata per gli smartphone e tablet, purtroppo quelle che riguardano gli smartphone si rivelano -il più delle volte- un completo disastro, non tanto per l’assenza di funzioni e impostazioni (che, com’è giusto che sia, sono nascoste nella versione mobile a favore di un sito più libero dal punto di vista grafico) ma proprio per il fatto che incollare link, aggiungere foto o anche solo mettere una parola in grassetto diventa un incubo. Con il tablet tutto questo non succede perché, grazie alle sue dimensioni generose, sarà come scrivere o editare tramite un pc touch screen (anche se molte funzioni rimarranno più intuitive e semplici se eseguite da un normale computer).


7-effettuare videochiamate

Il tablet viene preferito allo smartphone per effettuare videochiamate, infatti le dimensioni del display permettono di vedere meglio l’interlocutore e anche di sistemare meglio il dispositivo al fine di riprendersi in maniera corretta.


8-Giocare

love-you-to-bits-gioco-ipad-tabletL’esperienza di gaming è molto più appagante se vissuta dal tablet, ovviamente il dispositivo dovrà presentare una potenza sufficientemente alta per permettere a tutti i giochi -anche i più pesanti- di girare correttamente. Esistono tanti giochi in cui anche i particolari contano, uno tra tutti: Love You To Bits dove, essendo in un gioco punta-e-clicca, è fondamentale prestare attenzione anche ai particolari più minuti che, putroppo, da smartphone potrebbero sfuggire.


9-Seguire Ricette

Cucinare richiede inventiva, e quando questa scarseggia ci si può affidare a video-ricette o simili per iniziare a stupire ai fornelli! Esistono anche supporti che aiutano a tenere in posizione il tablet per facilitare la visione, ne esistono anche da parete in cui -se si è pronti ad affidarsi a una ventosa o un nastro adesivo- è possibile posizionare il tablet su una superficie verticale.


10-Karaoke

Per passione o per divertimento, cimentarsi nel karaoke è molto semplice se ci si affida al tablet. Basterà andare su youtube (o altri portali simili) per cercare le basi musicali e il gioco è fatto! Se si vuole qualcosa di più rispetto al solito video lyric ci si può affidare ad applicazioni. Noi consigliamo QuickLyric, un’app android che saprà rendere felice ogni appassionato di Karaoke!

leggere anche: QuickLyric | app per scaricare testi dalle canzoni


La nostra lista finisce qui! 

USBKILL | Distrugge ogni computer

Proprio così! Basta una chiavetta USB – opportunamente modificata – per bruciare i circuiti interni dei dispositivi elettronici e renderli inservibili.

Sembra impossibile ma è così, esiste una chiavetta “assassina” capace di distruggere tutti i computer…e non esiste formattazione che possa salvarli. Al riparo -per ora- sembrano essere solo i computer Apple di ultima generazione.

Con precisione, la chiavetta si chiama USBkill, ha fatto la sua prima apparizione nel 2015 e oggi è arrivata alla sua terza “versione”. Ma in cosa si differenzia questa chiavetta rispetto a una normale? Per prima cosa, non ha memoria Flash e non può essere utilizzata per archiviare dati. Al posto dei moduli di memoria ci sono dei condensatori pronti a scaricare l’energia accumulata nei circuiti del dispositivo connesso e bruciarli. Nel senso letterale della parola. In questo modo il computer sarà inservibile, dal momento che i collegamenti tra CPU, RAM e altre componenti interne saranno saltati. In poche parole USBKill ha solo l’apparenza di una chiavetta, perchè non può in nessun modo essere utilizzata per archiviare dati, l’unica funzione che adempie è la distruzione del dispositivo che la ospiterà.

Neanche smartphone, consolle e computer di bordo sono al sicuro

I produttori di questa chiavetta USB hanno da poco realizzato anche una serie di adattatori per collegare USBkill anche a dispositivi mobili. Disponibile sia in formato USB C e formato Lightning, permettono di collegare la chiavetta a smartphone e tablet Android oppure ad iPhone e iPad. Anche in questo caso, per i dispositivi c’è ben poco da fare, nel giro di pochi secondi i circuiti interni saranno distrutti e i dispositivi mobili non saranno più utilizzabili.
Stessa sorte per automobili con ingresso per chiavetta USB e qualunque altro device dotato di questa tipologia di porta (come le consolle videogame), USBkill non guarda in faccia a nessuno.

leggere anche: computer | errori comuni da non fare

Stando a quanto affermano i creatori di USBkill, la loro chiavetta killer ha un’efficienza altissima. Dai test condotti in laboratorio si scopre che la chiavetta può distruggere il 95% dei dispositivi ai quali viene connessa. Gli unici a essere immuni sono i computer Apple di ultima generazione. Con i loro circuiti, i cicli di carica e scarica dei condensatori della chiavetta non hanno alcun effetto.

Computer | Perchè formattare un computer e a cosa serve

Spesso si sente parlare di formattazione di un computer…ma cosa significa? a cosa serve?

Un computer può essere formattato per diversi motivi: per togliere i programmi di fabbrica, per cambiare sistema operativo o come unica soluzione per debellare un virus! Insomma la formattazione è qualcosa di drastico e di irreversibile che permette di cancellare qualsiasi dato e file presente sul computer.

leggere anche: dove si nascondono i virus informatici

Ma la formattazione non è una prerogativa del computer: anche un hard disk, una chiavetta usb o una scheda sd possono essere formattati. La formattazione del computer è forse quella più temuta perchè, prima di procedere bisogna assicurarsi di aver salvato tutti i dati presenti sul pc. Ovviamente la mole di dati conservati sul computer è tale che il processo sarà sicuramente “interminabile” rispetto, ad esempio, ad una chiavetta usb. In più il computer è per eccellenza il custode di file e dati importanti e doverli spostare fa sempre molta paura.
Se poi si è contratto un particolare virus che nessun programma riesce a togliere non è detto che si riescano a salvare tutti i file prima di procedere con la formattazione.

In termini tecnici, la formattazione è una particolare operazione che consente di predisporre un determinato supporto di memoria come ad esempio un disco locale o esterno, una chiavetta usb o scheda sd, con l’obbiettivo di renderlo utilizzabile per archiviarci tutti i propri dati. In poche parole, tramite la formattazione, si eliminano eventuali dati presenti sul supporto di archiviazione e gli si assegna un file system cioè un linguaggio con il quale comunicherà con il dispositivo, che sia Windows, Mac, Linux, Android, iOs o altro, il quale poi gestirà tutti i dati presenti sul supporto di archiviazione. Per quanto riguarda la formattazione di un computer l’operazione inizializzerà il disco locale cancellando tutti i dati presenti su di esso, predisponendolo per l’installazione del sistema operativo.

Perchè formattare un computer? La formattazione di un computer è necessaria in caso in cui si voglia vendere un computer o quando se ne acquista uno e si vuole partire in modo “pulito” da zero (cancellando programmi già installati di fabbrica). Come anticipato prima, particolari virus richiedono come unico intervento possibile una formattazione. 

Mac OS | Inizializzare e formattare hard disk esterno

Un hard disk esterno potrebbe non essere subito compatibile con un Mac, in quanto la maggior parte degli hard disk esterni vengono rilasciati con formattazione per sistemi Windows.

L’hard disk esterno acquistato presenta un’incompatibilità con il Mac? Nessun problema! In pochi semplici passaggi si potrà inizializzare un hard disk in modo da renderlo pienamente compatibile con i dispositivi Mac.

  • Per prima cosa, collegare l’hard disk esterno al dispositivo Mac
  • Aprire Utility Disk (già preinstallata su Mac OS)
  • Selezionare l’hard disk esterno nella sezione laterale
  • Fare click su Inizializza 
  • Fai click sul menu a comparsa Formato, quindi scegliere un formato volume (scegliere Mac OS esteso journaled)
  • Inserire un nome per il disco
  • Fare click su Inizializza e poi su Fine.
  • Fatto!