Come velocizzare il caricamento delle pagine in Google Chrome

Con un piccolo trucchetto è possibile velocizzare il caricamento delle pagine in Google Chrome.

Proprio così, attivando un’impostazione nascosta nel famoso browser di Google si potrà velocizzare il caricamento delle pagine e di conseguenza migliorerà la navigazione in internet.

Leggi tutto “Come velocizzare il caricamento delle pagine in Google Chrome”

WinRAR si aggiorna con nuova grafica e tanti miglioramenti

WinRAR, il miglior programma per gestire gli archivi, si aggiorna alla versione 5.60 Beta 1 portando con sè una nuova grafica e tanti miglioramenti!

Grazie alla collaborazione con i designer di Weirdsgn e di Icondesignlab, la grafica di WinRAR Beta è ora personalizzata con icone completamente inedite che vanno a sostituire le precedenti e storiche storiche.

Leggi tutto “WinRAR si aggiorna con nuova grafica e tanti miglioramenti”

Le migliori suite per l’ufficio gratuite

Basta pagare per Microsoft Office! Esistono alternative gratuite e altrettanto valide!

Proprio così! Microsoft Office è sicuramente la suite per l’ufficio e la produttività più utilizzata al mondo ma, non è certamente economica. Per questo motivo abbiamo deciso di elencare quali sono le migliori alternative gratuite, perché sì, ne esistono e sono altrettanto valide!

Leggi tutto “Le migliori suite per l’ufficio gratuite”

I migliori client torrent

6+1 dei migliori client Torrent in circolazione

Non è stato assolutamente facile stilare questa lista, soprattutto quando si possiede già un Client Torrent preferito…ma ce l’abbiamo fatta, abbiamo stilato la lista senza farci prendere da sentimentalismi di vario genere! Comunque, precisiamo, che qui sotto troverete tutti ottimi client Torrent, in assoluto i migliori da poter scaricare oggi…come capire quale scaricare? Semplicemente leggendo la nostra lista e lasciandosi guidare in base alle proprie preferenze!

Leggi tutto “I migliori client torrent”

Perchè scegliere Opera come browser? ecco 10 buoni motivi

Google Chrome ultimamente è lento? la voglia di provare un nuovo browser è tanta? Ecco 10 buoni motivi per provare Opera!

Opera nasce nel 1994 e sin da subito ha iniziato a farsi apprezzare, dapprima con le sue versioni a pagamento o gratis (con presenza di banner pubblicitari) e successivamente, nel 2005, con la sua versione totalmente gratuita (senza banner ne pubblicità di nessun genere). Ad oggi, Opera è uno dei Browser più utilizzati ed è sempre in costante crescita grazie ad aggiornamenti mirati ad adattarsi alle esigenze dei navigatori della rete. In questo articolo vogliamo elencare 10 buoni motivi per scegliere Opera come proprio Browser!

Veloce

Sì, proprio così. Opera è in grado di caricare le pagine web più velocemente rispetto ai principali browser e di gravare meno sulle risorse del computer. 

Nessuna Pubblicità e niente mining

Il blocco della pubblicità è già integrato in Opera, non bisognerà così affidarsi a nessun altro ad-blocker! In più, dopo il recente aggiornamento di Opera, l’adblocker integrato è capace di impedire anche le operazioni di mining.

Fino al 50% in più di batteria

L’Adblock, unito alla modalità Turbo, permette già di risparmiare la batteria del proprio portatile.durata-batteria-chrome-edge-opera Ma non finisce qui, Opera mette a disposizione un ulteriore modalità di risparmio energetico che, con un semplice click, permette di aumentare la batteria del portatile fino al 50% in più. Qui accanto un test relativo al consumo della batteria da parte di tre browser differenti: Google Chrome, Microsoft Edge e Opera. Per attivare la modalità di risparmio energetico su Opera Browser non bisogna far altro che cliccare sull’icona della batteria in alto a destra, vicino alla barra degli indirizzi. 

Tutte le chat sul proprio pc

Con la versione 45 di Opera (disponibile dal 10.05.2017) è stata aggiunta la possibilità di gestire tutte le chat comodamente dal browser. È possibile scegliere tra WhatsApp, Telegram e Messenger. Per altre informazioni su questa funzione di Opera, rimandiamo ad un altro nostro articolo.

Vpn

Ultimamente si sente sempre parlare di Vpn, e tutti ne cercano una potente, che funzioni bene e possibilmente gratis. Forse non tutti sanno che Opera ne mette a disposizione una, gratuita ed illimitata.

Chrome Cast supportato

Tra le novità portate con la versione 50 di Opera, ce n’è una che riguarda proprio il supporto per Chromecast, il famoso dispositivo HDMI di Google per lo streaming video. Dopo aver attivato l’opzione nelle impostazioni sarà possibile effettuare lo streaming di video, schede o dell’intero desktop direttamente nella propria TV, senza la necessità dcollegare il computer alla TV con il cavo HDMI.

Estensioni (proprie e di Chrome) disponibili

Opera ha un suo store dove mette a disposizioni diverse estensioni/plug-in. È anche possibile installare i plug-in presenti sullo store di Google Chrome. Qui un nostro articolo dove spieghiamo come installare su Opera le estensioni di Chrome. Qui invece il link diretto allo store di Opera.

Opera anche sul proprio smartphone

Quando ci si trova bene con un browser non si desidera altro che ritrovarlo su ogni dispositivo che si possiede e grazie all’applicazione Opera Mini per iOs e Android non bisogna preoccuparsi di nulla! È possibile anche sincronizzare i propri segnalibri e le proprie schede aperte, per riprendere sempre da dove si è lasciato tutto. In più, Opera Mini è veloce, permette di risparmiare fino al 90% il consumo di dati, non grava sulla batteria e non fa visualizzare annunci pubblicitari.

Tema scuro

Come abbiamo avuto modo di approfondire diversi mesi fa, sempre più servizi mettono a disposizione temi scuri e modalità notte, anche Opera mette a disposizione un tema scuro attivabile con un semplice click: aprire una scheda > cliccare in alto a destra sull’icona della configurazione semplice > alla voce tema, impostare quello scuro.

Convertitore incluso

Uploaded PictureFunzione utilissima, soprattutto se si fanno acquisti online da siti stranieri: selezionando la cifra, comparirà la conversione di questa nella propria valuta. È possibile impostare la conversione che si desidera e copiare, condividere o cercare il risultato della conversione. Il convertitore presente in Opera non si ferma solo a questo, è possibile anche convertire unità di misura come yards, galloni etc etc…

Eccoci arrivati alla fine dei 10 buoni motivi per scegliere Opera come proprio browser, ovviamente il potenziale e le funzioni a cui assolve Opera sono molte più di quelle elencate qui sopra, ad esempio è possibile personalizzare con temi la propria esperienza di navigazione, salvare i preferiti ed esportarli o importarli in qualsiasi altro computer, la funzione multitasking che permette, ad esempio, di seguire un video del web mentre si apre e si legge comodamente un’altra scheda di navigazione, la possibilità di inserire e personalizzare una scheda di news, contenente notizie prese dalle fonti indicate dall’utente stesso o che Opera consiglia.

Opera | arriva la versione 50 con importanti novità

Torniamo a parlare di Opera Browser, della nuova versione -la 50- e delle novità che porta!

Abbiamo da poco parlato della nuova versione di Firefox che ha rinnovato completamente il famoso browser con la volpe. Questa volta parliamo di Opera che, con la sua nuova versione, introduce due novità importanti, oltre che tanti altri piccoli miglioramenti.

leggere anche: opera | installare plug-in di chrome

La prima novità riguarda l’Ad-blocker integrato (già presente nella versione precedente) che è stato aggiornato in modo da impedire l’esecuzione degli script nascosti nelle pagine web che sfruttano la CPU del computer dell’utente per il mining delle criptovalute. Per abilitare questa nuova funzione basta selezionare la voce NoCoin nelle impostazioni del browser.

La seconda importante novità riguarda il supporto per Chromecast, il famoso dispositivo HDMI di Google per lo streaming video. Dopo aver attivato l’opzione nelle impostazioni sarà possibile effettuare lo streaming di video, schede o dell’intero desktop direttamente nella propria TV, senza la necessità di collegare il computer alla TV con il cavo HDMI.

leggere anche: poper blocker | addio pubblicità invadenti

Diversi miglioramenti riguardano invece il player VR integrato: supporto per il visore Oculus Rift, decodifica software dei formati VP8 e VP9, rilevazione automatica della geometria del video, pulsante Exit per ritornare alla schermata nativa. Altre piccole ma utili novità sono il salvataggio di una pagina in PDF, la semplificazione del menu contestuale e il convertitore di criptovalute (Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum e Litecoin). Aggiornata infine la VPN integrata.

leggere anche: opera | integrate le chat di whatsapp, telegram e messenger

opera | importare o esportare i preferiti

 

Come scaricare eBook usando eMule [tutorial + video]

Ecco uno dei metodi più veloci e più immediati per scaricare eBook!

In un nostro articolo precedente abbiamo elencato tutti i modi per scaricare eBook, oggi vogliamo approfondire e concentrarci solo sul metodo che si avvale di eMule.

Leggi tutto “Come scaricare eBook usando eMule [tutorial + video]”

Firefox Quantum | La nostra recensione

Tutte le caratteristiche del nuovo browser Firefox Quantum…in più la nostra recensione!

Solo ieri è stata rilasciata la nuova versione del famoso browser con la volpe e noi di Scubidu abbiamo già avuto modo di provarla a fondo! In questo articolo scriveremo tutte le caratteristiche dichiarate sul sito ufficiale Firefox e inoltre scriveremo la nostra recensione. Quantum presenta un nuovo motore di rendering, realizzato per prestazioni supersoniche e promette un caricamento delle pagine ottimizzato, più veloce e con un consumo di memoria ridotto ai minimi termini. Ma sarà davvero così? Noi abbiamo testato a fondo questa nuova versione del browser e l’abbiamo confrontato con gli altri colossi del web: Google Chrome, Microsoft Edge, Opera, Safari, UC Browser e Citrio.

Tutte le caratteristiche di Firefox Quantum

Per prima cosa partiamo con le molteplici caratteristiche del nuovo Firefox Quantum (alias Firefox 57).

Il sito ufficiale dichiara che Quantum è il più importante aggiornamento dal lancio di Firefox 1.0 nel 2004. Con queste parole ha annunciato la disponibilità di Firefox Quantum per Windows, macOS, Linux, Android e iOS. È stato scelto il nome in codice del progetto invece della tradizionale numerazione (Firefox 57) per evidenziare le importanti novità incluse in questa versione.

Alcuni miglioramenti sono stati introdotti con tre delle ultime quattro release (Firefox 53, 54 e 55), ma Firefox Quantum presenta notevoli cambiamenti dell’architettura e del design. All’avvio del browser si noterà subito la nuova interfaccia utente, denominata Photon, realizzata per sfruttare l’hardware più moderno come i display ad alta risoluzione. Gli elementi della UI variano in base al tipo di input usato (mouse o touch), le schede sono squadrate, i menu sono stati ottimizzati, la libreria permette di accedere velocemente a preferiti, cronologia, download, screenshot e schede sincronizzate.

Se si installa il browser da zero si vedrà la nuova barra unificata per indirizzi e ricerche (le due barre separate possono essere ripristinate nelle impostazioni) e un breve tour che illustra le principali novità. La read-it-later app Pocket è ora integrata, quindi nella pagina Nuova scheda verranno mostrati anche i suggerimenti di Pocket (solo in Germania, Canada e Stati Uniti). Navigando si noteranno miglioramenti sulle prestazioni dovuti al nuovo motore di rendering che sfrutta il parallelismo, suddividendo i carichi di lavoro tra i core della CPU, riducendo i consumi.

Il browser assegna inoltre una maggiore priorità alle schede in primo piano affermando che è due volte più veloce di Firefox 52 e consuma il 30% in meno di RAM rispetto a Chrome. L’ultima novità potrebbe avere qualche nota stonata. Firefox Quantum supporta unicamente le estensioni che usano le API WebExtension, quindi tutti gli add-on legacy smetteranno di funzionare. Al momento, l’unica alternativa è installare Firefox ESR.

leggere anche:chrome | installare plug-in di opera

opera | installare plug-in di chrome

Altre caratteristiche presenti in Firefox Quantum (riportate dal sito ufficiale):

  • Screenshot: adesso è davvero semplice. Catturali e condividili direttamente da Firefox. È finito il tempo delle estenuanti ricerche sul disco rigido tra file dai nomi assurdi.
  • Pocket: La funzione “salva per dopo” per eccellenza, già integrata nella barra degli strumenti, pronta all’uso. Consulta e condividi i tuoi articoli, video e contenuti preferiti da qualunque dispositivo.
  • Video game e realtà virtuale: Realizzato per essere compatibile con la nuova generazione di giochi online, Firefox integra nativamente il supporto delle tecnologie WASM e WebVR. Con Firefox non ti serve installare nient’altro.
  • Libreria: Il tuo tempo è prezioso! Cerca simultaneamente tra i contenuti salvati in Pocket, segnalibri, pagine visitate, screenshot e file scaricati, da un‘unica postazione.
  • Sincronizza i tuoi dispositivi: Accedi senza intoppi a segnalibri, password e molto altro. E ora, grazie alla nuova funzione Invia schede, puoi trasferire istantaneamente le schede aperte tra computer, smartphone e tablet.
  • Protezione antitracciamento: In alcuni annunci pubblicitari sono nascosti degli elementi traccianti che ti seguono ovunque online. È disgustoso, vero? Ecco perché la protezione antitracciamento li blocca senza pietà.
  • Caricamento delle pagine più rapido: Bloccando annunci pubblicitari e script che interferiscono con la navigazione, il caricamento delle pagine risulta più veloce del 44%. Una vittoria su più fronti.

Nel video, una sfida tra Quantum e Chrome:

La nostra recensione

Passiamo ora alla nostra recensione sul nuovo Firefox Quantum. Per prima cosa parliamo del “ridotto” consumo di memoria RAM che smentiamo assolutamente. Secondo i nostri test infatti, non consuma meno di Chrome, Opera o Edge. L’unico browser che consuma più RAM rispetto a Firefox è Safari.

Migliore gestione delle schede di navigazione? Sì, questa è migliorata assolutamente rispetto alla versione precedente e secondo i nostri test è meglio anche di Chrome e Edge ma non di Opera e Safari.

L’interfaccia minimale e pulita è approvata anche da noi. Molto meglio di prima, si avvicina a quella semplice di Chrome ed è molto più intuitiva di prima.

La protezione antitracciamoneto funziona benissimo e oltre a proteggere la nostra privacy, velocizza notevolmente la navigazione (circa il 44% più veloce). Questa funzione però è predefinita solo nella navigazione in incognito, per poter usufruirne anche in modalità normale bisogna attivarla nelle Opzioni (raggiungibile qui).

L’AdBlock non è presente nativamente ma è una funzione che viene coperta egregiamente dal sistema di protezione antitracciamento che bloccando i track esterni blocca anche la maggior parte di pubblicità.

La protezione dalle finestre popup è presente solo nelle impostazioni perchè di fatto non protegge da niente (o quasi). Per questo motivo, per navigare in tutta tranquillità senza le fastidiose finestre pubblicitarie, bisogna ricorrere alla protezione di Poper Blocker.

Firefox Quantum è disponibile per Windows, Mac, Linux, iOS e Android. Sul sito ufficiale (https://www.mozilla.org/it/firefox/) si può scaricare gratuitamente.

La nostra recensione per ora finisce qui. Per quanto riguarda le performance a confronto con gli altri browser, vi consigliamo di aspettare un nostro futuro articolo dove metteremo a confronto il nuovo Firefox Quantum, Google Chrome, Opera, Edge, UC Browser e Citrio.

leggere anche:come silenziare alcune pagine web

chrome | i migliori plug-in

browser | la scelta del browser

Chrome | I migliori plug-in

Come aggiungere favolose funzioni al proprio browser!

Google Chrome è famosissimo non solo per essere il browser di Google, ma anche per la sua immediatezza rispetto ad altri browser (uno su tutti Explorer). Non è sicuramente il browser più veloce in circolazione e sicuramente ha anche lui qualche difetto…ma in quanto a grafica lineare e pulita non ha rivali. Google Chrome è infatti il browser che consigliamo a chi con internet ha poca dimestichezza: facile, “pulito”, tutto ben spiegato e in più, il fatto di essere rinomato, permette di trovare facilmente sul web tante guide e spiegazioni che aiutano in caso di necessità (ma è molto difficile riscontrare problemi con un browser simile).

Altro punto a favore è la possibilità di aggiungere plug-in al browser per “aumentarne le funzionalità”.

Cosa sono i plug-in/estensioni di Google Chrome?

I plug-in sono delle funzioni, sviluppate da Gooogle ma anche da terzi, che, se installate, permettono di svolgere la determinata funzione per il quale sono stati creati. Forse con un esempio chiariremo meglio, a volte non è possibile scaricare foto dai siti…scaricando un’estensione (o plug-in) di Google Chrome è possibile scaricare foto anche dove non è concesso, utilizzando il plug-in in questione! Per ridurre il tutto ai minimi termini, i plug-in possono essere accostati alle app, anche se svolgono funzioni molto ridotte rispetto alle applicazioni. Come per le app, anche i plug-in possono essere a pagamento o gratuite (la maggior parte).

Se il concetto non è ancora chiaro, nessun problema, terminato questo articolo sarete in grado di scaricare e usare i migliori plug-in di Google Chrome!

Come/dove scaricare plug-in

Semplicissimo! basta aprire una qualsiasi scheda di Google Chrome e accedere al menù del browser rappresentato dai tre puntini verticali in alto a destra e cliccare su altri strumenti > estensioni. A questo punto si aprirà una nuova pagina, bisognerà scorrere la pagina fino alla dicitura “prova altre estensioni” a questo punto si è giunti nello store. Se qualche passaggio è stato perso, o se non siete riusciti ad arrivare nello store, ecco qui il link diretto: Chrome Web Store

Ora che finalmente, in un modo o nell’altro,  ci si ritrova nello store non resta che cercare l’estensione scelta. Scorrendo le pagine oppure digitando il nome esatto. Una volta trovata l’estensione che fa al proprio caso, non resta che cliccare sul bottone “+aggiungi” e attendere il download. Una volta terminato il download l’estensione farà parte del proprio browser e sarà possibile usarla cliccandoci sopra. L’estensione si troverà nella barra in alto del browser, a destra, raffigurata dall’icona che la contraddistingue.

Come disinstallare un’estensione

Se, per vari motivi, si vuole cancellare un’estensione l’operazione da fare è molto semplice. Andare in Menù > Altri strumenti > Estensioni e cliccare sull’icona a forma di cestino accanto all’estensione da eliminare.

Ora che abbiamo spiegato cosa sono le estensioni, passiamo ad elencare le migliori!

prima di iniziare con la nostra lista, specifichiamo che alcune estensioni risultano compatibili anche con l’impiego da parte di altri browser, in genere questo è un vantaggio che viene ben specificato nella descrizione dell’estensione quindi, come appena chiarito, non tutti i plug-in funzionano esclusivamente con Chrome, Opera risulta un ottimo browser ampiamente compatibile in questi termini.

1) FLASH VIDEO DOWNLOADER

La prima di cui parliamo è un’estensione da avere assolutamente, soprattutto se si intende scaricare video e film adoperando un metodo semplicissimo e alla portata di tutti. Il nome dell’estensione in questione è proprio FLASH VIDEO DOWNLOAD e permette di scaricare i video presenti in una pagina. Se il funzionamento di questo plug-in vi incuriosisce linkiamo i nostri articoli e il video tutorial (nella sezione LINK sottostante) dove spieghiamo sia il funzionamento che come fare per scaricare quest’estensione. Essendo il procedimento di “ricerca e download” uguale per tutte le estensioni consigliamo, a chi ancora non ha ben capito come funziona il mondo dei plug-in, di dare un’occhiata a questo video tutorial!!


Flash Video Downloader
Flash Video Downloader
Developer: NextGenDev
Price: Free

tutorial su come usare questa estensione
video-tutorial su come usare questa estensione


1) IMAGE SPARK

quest’estensione -presa ad esempio precedentemente nel nostro articolo- è utile a chi vuole aggiudicarsi un’immagine presente in un sito ma non riesce a causa della “mancanza di possibilità”. Ad esempio uno dei casi in questione potrebbe essere quando, recandosi su un sito, non compare la scritta “salva immagine” quando si usa il click destro sull’immagine desiderata! Ecco che quest’estensione arriva in soccorso e, con un semplice click, permette di poter salvare tutte le immagini presenti su una pagina web. È possibile scegliere quali immagini salvare o addirittura salvarle tutte in blocco creando una cartella. Molto utile anche per scaricare qualche sfondo in un sito.

DOWNLOAD IMAGE SPARK


3) POPERBLOCKER

Per i più attenti questo nome non risulterà nuovo, abbiamo dedicato un intero articolo a PoperBlocker e all’ottimo servizio che svolge (l’articolo è linkato sotto). Cosa fa PoperBlocker? Poper Blocker rimuove automaticamente tutti i popup, i popunder e gli overlay per un’esperienza di navigazione più pulita. In poche parole, con questa estensione installata, non si vedranno più finestre aprirsi di continuo davanti alla pagina che si sta consultando! Ovviamente questa estensione può essere impostata in maniera tale da ammettere delle eccezioni (whitelist) in cui inserire i siti in cui non si intende oscurare la pubblicità invasiva.

Poperblocker – il nostro articolo dedicato


4) MAILTRACK

MailTrack aggiunge la comodità della doppia spunta ✔️✔️ alle mail Gmail e Google inbox. Questa comoda funzione aggiuntiva permette di sapere se i messaggi inviati sono stati letti, inoltre è possibile sapere quando è stata letta e se è stata più volte aperta! Gli avvisi di lettura possono essere visualizzati sul desktop o via mail, il tutto in tempo reale. Questa estensione è compatibile anche con i browser Firefox, Edge e Opera oltre che Google Chrome. MailTrack è disponibile sia in versione free che pro.

come installare plug-in di chrome su opera.


5) ONENOTE WEB CLIPPER

OneNote Web Clipper è un’estensione che sentiamo di raccomandare a chi fa molte ricerche sul web. Molte volte, per studio o per passione, ci si ritrova ad aprire molte schede contenenti articoli, presentazioni, video e gallery fotografiche, OneNote Web Clipper serve a salvare ogni “ritaglio” che si ritiene utile. Una volta che la propria ricerca è finita, tutti gli appunti, ritagli, immagini e stringhe di articoli si troveranno raccolti su OneNote …utilissimo per chi cerca tante ispirazioni lasciandosi guidare dall’istinto e ha bisogno di uno strumento efficace pronto a “prendere al volo” ogni spunto che si ritiene utile. Tutto il materiale racconto sarà sincronizzato su OneNote e usufruibile anche offline.

OneNote Web Clipper
OneNote Web Clipper
Developer: onenote.com
Price: Free


6) HONEY

Honey è un’app molto curiosa e altrettanto utile: cerca e applica automaticamente coupon per i propri acquisti, per risparmiare soldi e tempo! Non sarà più necessario attuare ricerche tra i vari siti di coupon online, Honey fa tutto da sé! Ovviamente non è compatibile con tutti gli store, ma funziona benissimo con i principali colossi della vendita online (es. Amazon) ma non è da escludere che la compatibilità verrà allargata anche ad altri negozi/marchi.

Chrome Web Store
Chrome Web Store
Developer: Unknown
Price: Free

I migliori siti dove trovare coupon e buoni sconto
I migliori siti dove trovare coupon da supermercato


7) ViewedIt

Questo plug-in serve a registrare lo schermo, è semplice da usare (un po’ come tutti i plug-in) e permette di decidere se integrare il microfono o meno (se il proprio dispositivo ne dispone) e di registrare l’intero schermo o solo una porzione. ViewedIt è gratuito e permette di registrare quanti video si vogliono, con un limite di 1 ora per video. Molto utile per chi vuole creare piccoli e grandi video da condividere su Youtube o per creare delle presentazioni da impiegare in altri ambiti. 


8) ReadLang

Questo plug-in comporta un grande aiuto a chiunque voglia imparare una lingua cimentandosi direttamente con esempi pratici. Una volta installato il plug-in (e impostata la lingua in cui si desidera tradurre e quella di partenza) non resta che aprire un blog, un articolo su un giornale online o qualsiasi altro scritto presente sul web (compatibile con i requisiti di ReadLang, ad esempio non deve essere un’immagine) e cliccare sull’icona dell’estensione rappresentata da una “R”  fatto ciò, il piccolo ma potente plug-in tradurrà ogni parola che si cliccherà. In più vengono memorizzate le parole in cui è stato necessario l’ausilio delle traduzioni e vengono riproposte all’utente tradotte, in modo da potersi perfezionare ed allenarsi proprio sulle parole in cui si è riscontrato maggiore difficoltà. L’app non è gratuita, dopo 2-3 parole tradotte richiede l’iscrizione e dopo alcune frasi/parole tradotte richiede il passaggio alla versione premium che costa 5$ al mese.

Readlang Web Reader
Readlang Web Reader
Developer: readlang.com
Price: Free

Le migliori app alternative per imparare le lingue
I migliori siti per tradurre e ascoltare la pronuncia di parole e frasi in tutte le lingue

La nostra lista finisce qui! Non escludiamo in futuro di aggiornare l’articolo con nuove ed interessanti estensioni!

Batterie al litio | I consigli per aumentarne la durata

Con qualche accortezza è possibile avere un telefono che conserva la carica anche dopo qualche anno di uso…Vediamo come!

Ne abbiamo parlato approfonditamente in questo articolo e abbiamo visto quali sono le migliori app per controllare lo stato della batteria. In questo articolo vedremo quali sono le principali accortezze da avere per tenere la batteria dello smartphone in piena forma!

Leggere anche:

Passiamo ora ai consigli:

Quando ricaricare
Le batterie agli ioni di litio durano più tempo se si evita di scaricarle completamente o caricarle eccessivamente. Una ricarica del 100% si può fare, ma se diventa un’abitudine potrebbe accorciarne di molto il ciclo vitale. Per aumentare la vita della batteria, la soluzione consigliata è mantenerla sempre tra a un livello del 30% e l’80%, evitando di scendere sotto il 20%. L’ideale sarebbe cercare di stare sempre attorno al 50% con piccole ricariche giornaliere.

Quando ricaricare completamente
La ricarica completa della batteria non è sempre un male, anzi, una volta al mese rappresenta il modo più efficace per ricalibrarla da zero e mantenerla in salute. Il suggerimento in questo caso è di far scaricare completamente il telefono (intorno al 20%) per poi effettuare una ricarica completa. Lo stesso principio può essere applicato ai portatili, attenzione solo a non ricaricare le batterie troppo a lungo.

Le ricariche notturne
Chiunque possieda uno smartphone è abituato a ricaricarlo almeno una volta al giorno, solitamente la sera prima di andare a letto. Certo, i telefoni moderni smettono di immagazzinare energia quando la batteria è piena, tuttavia sarebbe meglio non lasciarli collegati per troppo tempo all’alimentatore dopo aver completato la ricarica. La controindicazione in questo caso è rappresentata dalla temperatura, che potrebbe salire molto se il dispositivo restasse collegato tutta la notte col serio rischio di danneggiare la batteria. Con questo non stiamo dicendo che caricare lo smartphone di notte ne danneggia la batteria, ma è anche vero che tenerlo collegato dopo aver completato la carica è totalmente inutile e, in alcuni smartphone vecchi, potrebbe solo provocare surriscaldamento.

L’effetto memoria
Con questo nome si intende la causa che porta le batterie a “ricordare” la loro autonomia media se non vengono scaricate completamente di frequente. In teoria una batteria che non supera mai più dell’80% di carica e non scende mai sotto il 30% rischierebbe di perdere tutta l’energia che sta prima e dopo questo intervallo.
Non è questo il caso però, perchè anche se l’effetto memoria esiste, riguarda solo le vecchie batterie al nickel (NiMH e NiCd), quindi nessuna di quelle installate oggi in un dispositivo portatile, anzi, in questo caso vale esattamente il contrario, non bisogna mai farla scaricare del tutto nè caricarla troppo, se non una volta al mese.

Conservare una batteria
Le batterie agli ioni di litio (Li-ion) non sopportano le temperature eccessive e rimanere a scariche per molto tempo. Fare quindi in modo di non conservarle in luoghi troppo caldi, come il cruscotto di un’auto o la borsa sotto il sole d’agosto. Considerare che una batteria consuma tra il 5% e il 10% al mese anche se non viene utilizzata e che potrebbe non essere più in grado di immagazzinare energia se resta completamente scarica per molto tempo. Questo ovviamente è un discorso che non vale tanto per il telefono che si usa abitualmente, ma per navigatori satellitari, batterie esterne, vecchi smartphone, tablet, ereader e tutti quegli oggetti che non si usano molto e quindi non si ricaricano con regolarità.

Leggere anche: