whatsapp termini servizio

WhatsApp rimanda i nuovi termini di utilizzo

WhatsApp non cancella ma ritarda l’aggiornamento dei nuovi termini di utilizzo. Ecco perché e quando verranno riproposti.

   

Attorno alle nuove condizioni di utilizzo di WhatsApp si è creato un grandissimo polverone: molti utenti sono scappati su Signal, altri su Telegram ed altri ancora hanno deciso di non affidare più le loro comunicazioni alla messaggistica istantanea.

Novità: unisciti al nostro Canale Telegram delle offerte Amazon!

whatsapp termini servizio 08 febbraio 2021

   

WhatsApp, a pochi giorni dall’avviso in app sui nuovi termini, ha cercato di tenere a bada gli animi pubblicando post e mostrando infografiche in cui veniva chiarito che né le chat singole né quelle di gruppo sarebbero state al centro di questi nuovi cambiamenti.
Una raccomandazione ancora più forte è stata rivolta a tutti gli utenti dell’Unione Europea, dove le leggi riguardanti la privacy e la condivisione dei dati sono più ferree.

Ma a poco sono valsi i tentativi di WhatsApp di rassicurare gli utenti: in molti hanno deciso di voltare le spalle all’app di messaggistica di proprietà di Facebook. Applicazioni come Signal e Telegram hanno infatti registrato accessi da milioni di utenti negli ultimi giorni.

WhatsApp, tramite una nota sul suo blog ufficiale, fa sapere oggi che slitterà di qualche mese (tre mesi, per la precisione) l’entrata in vigore dei nuovi termini di utilizzo. Dunque non verranno annullati o modificati, ma solo rimandati di qualche mese.

Secondo WhatsApp, attorno al nuovo aggiornamento dei termini c’è stata “molta disinformazione” che ha portato gli utenti a preoccuparsi eccessivamente.

   

Nel post viene ribadito ancora una volta che le chat singole e di gruppo non subiranno variazioni né intrusioni, tutto rimarrà esattamente come prima. Le uniche modifiche – sottolinea ancora una volta WhatsApp – verranno prese nei confronti delle chat tra gli utenti e le aziende (tramite i profili Business).

Nel post si legge che l’aggiornamento dell’informativa sulla privacy sarà ritardato di tre mesi e che nessun account verrà sospeso o cancellato dopo l’08 Febbraio 2021 (data in cui WhatsApp prevedeva di emanare la nuova politica). Nel mentre, WhatsApp cercherà di “fare molto di più” per combattere la disinformazione e chiarire ai suoi utenti cosa cambierà effettivamente con le nuove condizioni di utilizzo.

Il prossimo appuntamento con i nuovi termini è fissato per il 15 Maggio 2021.

Abbiamo posticipato la data in cui richiederemo ai nostri utenti di rivedere e accettare i termini. L’8 febbraio, nessun account verrà sospeso o eliminato. Continueremo a impegnarci per fare chiarezza sulle informazioni errate riguardanti la sicurezza e la privacy su WhatsApp. In modo graduale, e secondo le tempistiche di ciascuno, inviteremo i nostri utenti a rivedere l’informativa prima del 15 maggio, quando saranno disponibili le nuove opzioni business.

Lasciateci un commento per farci sapere cosa ne pensate.

   

fonte: blog.whatsapp

Seguici su Google News, su Telegram, su Viber, su Facebook o su Twitter per non perderti nessuna novità. Offerte e sconti esclusivi sul nostro canale dedicato ScubiSconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2021 Scubidu.eu | Sito in aggiornamento.