ho-mobile

Ho Mobile conferma il furto dei dati

Il data breach c’è stato e a confermarlo è la stessa Ho Mobile tramite un comunicato ufficiale. Ecco cosa intende fare l’operatore lowcost di Vodafone e come devono comportarsi gli utenti.

   

Ho Mobile ha potuto confermare, a seguito di un’indagine approfondita durata 7 giorni, accessi illegali ai propri database che hanno portato alla fuga di informazioni degli utenti e dei relativi dati della SIM.

⭐ unisciti ai nostri canali Telegram : Scubidu (blog) e ScubiSconti (migliori offerte Amazon)!

Questa notizia non sorprende affatto tutti gli utenti Ho che in questi giorni hanno rilevato attività alquanto strane con la loro linea.

   

Ho Mobile: la conferma della violazione e la minaccia per gli utenti

I dati di 2,5 milioni di italiani (attuali o ex utenti Ho) sono dunque stati sottratti dai database dell’operatore e sono stati venduti sul darkweb. La conferma è arrivata oggi, tramite un comunicato stampa.

Ricordiamo che in vendita ci sono nominativi, indirizzi mail, codici fiscali, numeri di telefono, indirizzi fisici, città e codici ICCID. Come già detto in precedenza da noi e come conferma la stessa Ho Mobile, non sono stati sottratti dati bancari o password.

Con queste informazioni, un malintenzionato potrebbe sfruttare i codici ICCID (codici di riconoscimento della SIM) per intraprendere attacchi di “SIM swapping” per prendere il controllo del numero e rubare gli account (social, bancari e di diversi servizi) del malcapitato utente. Non sono da escludere anche possibili attacchi di phishing atti a sottrarre ulteriori dati e password. Aggiornamento: Ho Mobile rassicura gli utenti: niente pericolo di SIM Swapping. Qui tutte le info.

Cosa sta facendo Ho Mobile? Dal comunicato ufficiale leggiamo che l’operatore sta già provvedendo a contattare gli utenti coinvolti dalla fuga e contemporaneamente ad incrementare i livelli di sicurezza per tutti i suoi utenti. Nel comunicato leggiamo che chiunque potrà richiedere la sostituzione gratuita della SIM presso i punti vendita Ho Mobile autorizzati.

   

Di seguito il comunicato stampa in forma integrale.

ho. Mobile, come dichiarato ufficialmente lo scorso 28 dicembre, ha avviato indagini in collaborazione con le Autorità investigative su presunte sottrazioni di dati dei suoi clienti di telefonia mobile.

Dalle ulteriori verifiche effettuate, che sono tuttora in corso, emerge che sono stati sottratti illegalmente alcuni dati di parte della base clienti con riferimento solo ai dati anagrafici e tecnici della SIM. L’azienda comunica che non sono stati in alcun modo sottratti dati relativi al traffico (sms, telefonate, attività web, etc.), né dati bancari o relativi a qualsiasi sistema di pagamento dei propri clienti.

ho. Mobile denuncia tale attività illecita a danno dei propri clienti e comunica di aver già sporto denuncia alla Autorità inquirente e informato il Garante della Privacy, con i quali sta lavorando in stretto contatto.

Purtroppo anche ho. Mobile, come numerose altre aziende, è rimasta vittima di attacchi informatici che si sono intensificati e accelerati durante la pandemia.

In queste ore stiamo procedendo ad informare solo i clienti ho. Mobile coinvolti, e abbiamo già attivato ulteriori e nuovi livelli di sicurezza per mettere la clientela al riparo da potenziali minacce. Ulteriori azioni a protezione dei dati sottratti sono in corso di implementazione e verranno comunicate ai clienti.

Qualora i clienti vogliano comunque procedere alla sostituzione della propria SIM, potranno richiederne la sostituzione gratuita presso i punti vendita autorizzati.

Stiamo assistendo a diversi fenomeni speculativi sui social network e pertanto invitiamo i clienti a verificare direttamente con i canali ufficiali di ho. Mobile (sito, app , call center) ogni informazione ed eventuale esigenza di supporto.

Insieme al comunicato troviamo anche una serie di FAQ:

Quali dati sono stati sottratti?
Dalle ulteriori verifiche effettuate, che sono tuttora in corso, emerge che sono stati sottratti illegalmente alcuni dati di parte della base clienti con riferimento ai soli dati anagrafici (nome, cognome, numero di telefono, codice fiscale, email, data e luogo di nascita, nazionalità e indirizzo) e tecnici della SIM. NON sono stati in alcun modo sottratti dati relativi al traffico (telefonate, SMS, attività web, etc.) né dati bancari o relativi a qualsiasi sistema di pagamento dei propri clienti.

Come faccio a sapere se i miei dati sono stati sottratti?
Riceverai una comunicazione dedicata in caso tu sia stato coinvolto.

Ho attivato la ricarica automatica. I miei dati bancari sono stati sottratti?
No, non sono stati in alcun modo sottratti dati relativi al traffico (telefonate, SMS, attività web, etc.) né dati bancari o relativi a qualsiasi sistema di pagamento dei clienti.

Voglio sostituire la mia SIM, come faccio?
Puoi recarti presso uno dei nostri rivenditori autorizzati e richiedere il cambio della SIM gratuitamente portando con te la SIM attuale e un documento di identità valido. Trova il negozio più vicino a te su https://www.ho-mobile.it/trova-negozio.html

Non voglio/posso andare in negozio. Potete spedirmi la SIM?
Il processo di sostituzione SIM richiede riconoscimento fisico del cliente, pertanto non possiamo in questo momento spedirti la SIM. Puoi recarti presso uno dei nostri rivenditori autorizzati e richiedere il cambio della SIM gratuitamente portando con te la SIM attuale e un documento di identità valido. Trova il negozio più vicino a te su https://www.ho-mobile.it/trova-negozio.html

Sono un cliente ho. Mobile. Cosa devo fare?
Abbiamo attivato ulteriori livelli di sicurezza per mettere i clienti al riparo dalla minaccia di eventuali frodi. Qualora tu voglia procedere alla sostituzione della tua SIM, potrai richiederla gratuitamente presso i punti vendita autorizzati. Trova il negozio più vicino a te su https://www.ho-mobile.it/trova-negozio.html. É comunque buona prassi aggiornare regolarmente le password dei tuoi account, scegliendole possibilmente differenti per i diversi siti e prestare attenzione a eventuali accessi anomali. Segnala sempre al fornitore dell’account eventuali operazioni anomale e presta sempre attenzione a non accedere a siti web non sicuri e a non condividere le tue credenziali o altri dati personali via SMS o mail.

Seguiteci su TelegramFacebook o Twitter per rimanere al passo con la vicenda.

fonte: ho mobile

   
Seguici su Google News, su Telegram, su Facebook o su Twitter per non perderti nessuna novità. Offerte e sconti esclusivi sul nostro canale dedicato ScubiSconti.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2021 Scubidu.eu | Sito in aggiornamento.