25 App Android rubano le credenziali di Facebook: ecco quali sono

   

Ben 25 applicazioni sono state rimosse in questi giorni dal Google Play Store dopo un’accurata segnalazione da parte di Evina, un società francese specializzata in Cyber-security. Ecco l’elenco completo delle app Android infette e come riuscivano ad ingannare gli utenti.

Credenziali Facebook rubate

Si tratta di applicazioni semplici e all’apparenza innocue, molte di queste fanno parte della categoria “utility” e servono per leggere codici QR, per ritagliare screenshots o per trovare nuovi sfondi. Queste app – completamente funzionanti – una volta rilevata la presenza dell’app Facebook sullo smartphone Android, presentano all’utente una schermata d’accesso Facebook. Di seguito vi mostriamo la schermata:

evina 25 app android infette facebook

   

In realtà questa schermata non è finta, si tratta davvero del sito mobile di Facebook. Il “trucco” risiede in parte del codice Javascript dell’app che aveva il compito di carpire e rubare le informazioni fornite dall’utente durante l’accesso a Facebook (numero di telefono/indirizzo mail e password).

Quante volte sono state scaricate queste App

La società di cyber sicurezza ha dichiarato che alcune di queste app sono rimaste sul Play Store anche per più di un anno e hanno accumulato più di mezzo milione di installazioni.

Ora, a seguito delle segnalazione di Evina, Google ha provveduto a rimuovere tutte queste app dallo store e a disattivarle totalmente, avvisando gli utenti tramite notifiche sul Play Protect.

Elenco delle 25 app rimosse dal Play Store

Ecco l’immagine che rimporta l’elenco completo delle 25 app incriminate:

   

evina 25 app android infette facebook

Nel vostro smartphone o tablet risulta installata un’app presente in elenco? Google ha già provveduto a disattivarla ed ora risulterà dunque inutilizzabile. Ben presto riceverete una notifica dal Play Protect che vi informerà dell’accaduto.

Seguiteci sul nostro Canale Telegram o sui nostri social (Facebook e Twitter) per non perdervi nessuna novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.