Recensione Edge per Android

Ecco i pro e i contro del nuovo Edge per Android.

Il 14 Gennaio 2020 è stato il giorno della rinascita di Edge. Il nuovo browser è stato completamente reinventato cambiando non solo l’aspetto grafico e il logo, ma anche il motore su cui si basava la versione precedente. Nell’articolo di oggi vogliamo elencarvi tutti i pro e i contro del nuovo Edge.

   

In breve

Edge è il browser Microsoft predefinito che dal 2015 sostituisce Internet Explorer su tutti i computer Windows. Il richiamo grafico di Edge a Internet Explorer è risultato così prepotente che molte persone non si sono nemmeno accorte di questo cambiamento. Microsoft ha deciso di aiutare tutti questi utenti  – e quelli ancora traumatizzati dalla pessima esperienza d’uso di IE (internet Explorer) – rilanciando Edge. Il nuovo Edge cambia design, motore (passando da edgeHTML a Blink) e aggiunge nuove funzionalità.

Novità: unitevi al nostro Canale Telegram delle offerte Amazon!

La versione di Edge che andremo ad analizzare oggi è quella disponibile gratuitamente sul Play Store per gli utenti Android. Il link per il download è il seguente: download Edge browser per Android.

   

Interfaccia

home page edge android

L’home page si presenta con la barra di ricerca Bing seguita da delle icone (come una sorta di preferiti) e poi da una sezione news che trae notizie da diversi ambiti, dalla tecnologia al gossip. Se anche voi non stravedete per questo genere di impostazione della home page (o se volete personalizzare le news), vi basterà intervenire nelle impostazioni.

Il layout della pagina può essere cambiato in qualsiasi momento cliccando sul menu ☰ presente in alto a destra nell’homepage.

La visualizzazione delle schede aperte avviene per quadranti e ricorda vagamente quella di Firefox. Purtroppo non è possibile spostare di ordine le schede aperte.

   

visualizzazione schede aperte edge android

Un’altra funzione in comune con Firefox è la possibilità di “ripescare” una scheda appena chiusa accidentalmente:

ripristinare scheda chiusa su edge android

Menu, Impostazioni e Semplicità d’uso

La schermata si compone di icona per l’accesso all’account Microsoft posta in alto a sinistra (1), accompagnata dall’altro lato da quella per refreshare una pagina (2). Al fondo della schermata del nuovo Edge troverete le due frecce per muovervi avanti e indietro nelle pagine (3 e 4), il tasto relativo al menu (5), quello delle schede aperte (6) e quello per la condivisione (7):

   

interfaccia edge android

Il menu del nuovo Edge è quello rappresentato dai tre puntini posti al fondo della schermata. Gli elementi all’interno del menu possono essere personalizzati cliccando su Cambia Menu e spostando le icone per decidere l’ordine della schermata.

Come potete notare, l’interfaccia di Edge è molto semplice e dispone di tutto quello che normalmente si richiede ad un browser: icone identificabili e chiare.

Modalità Notte

La modalità notte (o tema scuro, dark mode) di Edge è alquanto inutile: una volta attivata, solo le parti inerenti al browser si scuriscono, lasciando bianche le pagine di navigazione:

   

modalità note edge android

Questa modalità notte “incompleta” si attiva nel menu > Impostazioni > Aspetto > Tema > Scuro.

Gesture

Edge e le gesture sembrano non andare molto d’accordo. Le gesture sono tutti quei gesti a cui corrispondono delle azioni, ad esempio trascinare la schermata verso il basso equivale ad aggiornare la pagina web. Il vero problema, però, Edge lo incontra con le gesture pagina avanti / pagina indietro.

Se provate ad usare le icone presenti nel menu per tornare indietro, vi ritroverete alla pagina precedente immediatamente. Se volete compiere la stessa azione utilizzando una gesture (trascinando il dito da sinistra verso destra), otterrete un caricamento molto lento che può richiedere anche più di 5 secondi. Nel video sopra vi mostriamo esattamente quello di cui stiamo parlando (se il video non parte automaticamente, cliccate sull’icona play).

   

Traduzione Automatica

Edge si appoggia al servizio Bing Translate. Quando il browser rivela una pagina web in una lingua diversa dell’italiano, comparirà in automatico un piccolo messaggio in fondo alla schermata:

traduzione nel browser edge android

Cliccando sopra Italiano, la pagina verrà tradotta. Se invece decidete di cliccare sui tre puntini, accederete al piccolo menu inerente alle traduzioni offerte da Edge.

Motore di Ricerca

Edge nasce, ovviamente, con Bing come motore di ricerca predefinito ma è possibile cambiarlo in qualsiasi momento andando nel menu > Impostazioni > Motore di ricerca predefinitoLe scelte sono 4 in totale: Bing, Yahoo!, Google e DuckDuckGo.

   

Modalità in incognito

Per accedere alla modalità in incognito bisogna andare nel menu e cliccare su Nuova scheda InPrivate. I siti aperti in questa modalità si troveranno in una scheda dedicata:

modalità incognito edge inprivate android

Tutto ciò che effettuate sotto questa modalità non viene salvato e i file temporanei vengono eliminati da Edge ogni volta che vengono chiuse tutte le schede “InPrivate”. Piccolo Extra: in questa modalità non si possono fare screenshot.

Privacy

Il nuovo Microsoft Edge punta molto sulla privacy online menzionando la propria funzione per la prevenzione della tracciabilità che però non approderà sugli smartphone Android prima di Febbraio 2020. Per il resto, Edge per la privacy schiera il suo Adblock integrato e modalità InPrivate.

   

Sincronizzazione Multi Piattaforma

Grazie alla sincronizzazione offerta da Edge ritroverete tutti i vostri siti, segnalibri e preferiti su qualsiasi dispositivo associato allo stesso account Microsoft. Noi abbiamo riscontrato qualche problema nel collegare l’account Microsoft al browser ma potrebbe trattarsi di un caso isolato.

Extra

Microsoft dispone di alcune funzioni extra:

  • Microsoft Rewards che e permette di vincere premi effettuando ricerche con Bing.
  • Integrazione con l’estensione Honey, per trovare e applicare automaticamente codici sconto.
  • Servizio NewsGuard per visualizzare la valutazione su siti web di notizie.

Estensioni

Mentre la versione Desktop di Edge supporta le estensioni, quella mobile no. Se state cercando un browser da smartphone che vi permetta di aggiungere nuove funzionalità, dovreste provare Firefox.

Velocità

Edge non sembra affatto un browser lento anche se potrebbe riscontrare qualche ritardo nel caricare i siti più pesanti. Le gesture come pagina precedente/pagina successiva ricaricano da zero il sito ed è quindi meglio non usarle ed affidarsi ai tasti presenti sullo schermo.

Note extra

Abbiamo testato Microsoft Edge con uno smartphone Xiaomi aggiornato a MIUI 11 e purtroppo dobbiamo constatare che gli screen “allungati” (che racchiudono più di una schermata) non sono compatibili con questo browser: Edge è crashato per ben 2 volte e al terzo tentativo abbiamo ottenuto uno screenshot illeggibile (come se fossero state sovrapposte le pagine).

Conclusioni

Il nuovo Microsoft Edge basato su Chromium risulta più veloce, più stabile ed offre funzionalità in più anche rispetto ad altri browser. Niente male come nuovo Edge ma purtroppo nella nostra prova su strada abbiamo riscontrato tanti piccoli difetti che non c’hanno particolarmente entusiasmato e non sono riusciti a convincerci al 100%.

Di seguito i pro e contro riassunti in uno schema:

PROCONTRO
+ grafica moderna
+ migliore rispetto alla versione precedente
+ sincronizzazione multi piattaforma
+ traduzione automatica
+ diversi extra (estensione Honey, NewsGuard)
modalità notte
gesture lente
schede non riordinabili
non supporta le estensioni
non supporta gli screenshot allungati (su MIUI)

 

Le nostre opinioni su Edge per Android terminano qui. Vi invitiamo a leggere anche altri nostri articoli inerenti al mondo dei browser per Android:

Seguiteci su Google News, su Telegram, su Facebook o su Twitter per non perdervi nessuna novità. Offerte e sconti esclusivi sul nostro canale dedicato ScubiSconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.