Nuovo Digitale Terrestre: come verificare se la TV è compatibile



Ecco come scoprire se il proprio televisore è compatibile con la tecnologia DVB-T2.

Nel 2020 verrà cambiato lo standard del digitale terrestre. Il vostro dispositivo risulterà compatibile? Leggete oltre per scoprirlo.

A cosa serve questo passaggio? Il passaggio, stabilito per legge, è necessario per garantire una visione dei contenuti in alta risoluzione (fino a 8K) con un ridotto consumo di banda. In secondo luogo, questo switch è necessario anche per liberare le frequenze dei 700 MHz, che dovranno essere impiegate per i futuri collegamenti 5G.

Il cambiamento avverrà gradualmente secondo un calendario già stabilito:



  • Da Settembre a Dicembre 2021: Valle D’Aosta, Piemonte, Lombardia, province di Trento e Bolzano, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna;
  • Da Gennaio a Marzo 2022: Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania e Sardegna;
  • Da Aprile a Giugno 2022: Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise e Marche.

Il passaggio avverrà in due fasi: nel 2020 i canali attualmente trasmessi in MPEG-2 passeranno a MPEG-4 e solo successivamente (entro il 2022) tutti gli apparecchi dovranno adeguarsi allo standard HEVC, necessario per ridurre lo spazio di banda occupato, aumentando la qualità di visione dei contenuti.

Come verificare se il Televisore è DVB-T2

Se siete tra coloro che hanno acquisto un televisore di recente, è probabile che il vostro dispositivo sia già compatibile con il nuovo standard.

  • Per la prima fase del processo (passaggio da MPEG-2 a MPEG-4) risulteranno compatibili tutti gli apparecchi che già ad oggi visualizzazione canali in HD.
  • Per la seconda fase (passaggio allo standard HEVC) dovrete controllare se sul vostro dispositivo è riportato il bollino con la scritta DVB-T2. Se questa scritta non è riportata sul retro o sul davanti del televisore, controllate il manuale. Tenete a mente che tutti i televisori venduti a partire dal primo Gennaio 2017 risultano, per legge, compatibili con il nuovo standard DVB T2 con codifica HEVC. Quindi, se avete acquistato il vostro televisore a partire da questa data, non dovete preoccuparvi di nulla.

Cosa fare se se il Televisore non è compatibile con DVB-T2

Non vi preoccupate, anche in questo caso esiste una soluzione: ricorrere a dei decoder esterni.

L’unico modo per adeguarsi (se il vostro apparecchio non è compatibile con questo nuovo standard) è, purtroppo, sborsare dei soldi e acquistare un piccolo decoder esterno. Di seguito alcune proposte low-cost che vi risolveranno questo piccolo problemino.




Il nostro articolo termina qui. Se non volete perdere nessuna novità, iniziate ad attivare le notifiche con il nostro blog, unitevi al nostro Canale Telegram e seguiteci sulla nostra pagina Facebook o Twitter per rimanere aggiornati con tutti i nuovi articoli. Se avete un dubbio o problema, scriveteci qui.