Come risparmiare batteria: le app da evitare

android

Esistono delle applicazioni che divorano letteralmente la carica del proprio smartphone, ecco quali sono.

Non importa se iPhone o smartphone Android, esistono delle applicazioni che universalmente hanno la fama di vere e proprie “mangiatrici di batteria”. Iniziamo subito la nostra lista!


Navigatore gps: Google maps, mappe e simili

Uploaded Picture

il navigatore, sia che si parli di Mappe di Apple o di Google Maps, divora letteralmente la batteria. Se bisogna raggiungere qualche luogo ma si intende arrivare a fine giornata con ancora un po’ di batteria, le possibilità sono due: usare un navigatore esterno (il classico tomtom, per esempio) o affidarsi a qualche app navigatore offline. nota: un’app navigatore offline consumerà comunque la batteria del proprio smartphone, anche se il dispendio non sarà importante come su app come Mappe o Google Maps.


Social: Facebook, instagram, twitter ecc…

Uploaded Picture

Controllare Facebook, Instagram, Twitter e affini non giova molto alla batteria. Un’ottima mossa sarebbe affidarsi alle app lite, per Android non ci sono problemi, ne esistono molte e ormai di tutti i principali servizi social (qui ne abbiamo raccolte un paio),  ma per iPhone non ne esistono e, anzi, l’unica ufficialmente realizzata è Facebook lite ma per ora è disponibile solo in Turchia e non è dato sapere se mai arriverà in italia. L’unica “funzione lite” attualmente disponibile per iPhone è quella messa a disposizione da Twitter. Qui tutte le info su come attivare questa impostazione.

APP IN AR: ikea place, stack ar ecc…

Uploaded Picture

aussieparadise.it

Tutte le applicazioni in AR richiedono un importante risorsa energetica, meglio non usare per troppo tempo una di queste app (che si parli di app utility o di giochi) nel caso in cui si voglia arrivare a fine giornata con ancora un po’ di carica residua.

App di filtri: B612, beauty cam e simili

Uploaded Picture

Utilizzare un’applicazione come B612 o Beauty Cam comporta un grande dispendio di batteria se ci si sofferma per più di 5 minuti sull’app. Anche in questo caso consigliamo di evitare di modificare foto o usare filtri live se si intende risparmiare un po’ di batteria

App FOTO E VIDEO

Uploaded Picture

Che si parli dell’app di sistema o meno non importa: utilizzare la fotocamera per scattare foto o video consuma batteria. Ovviamente scattare una semplice foto con compromette la ricarica dello smartphone, bisogna però stare attenti a non lasciare troppo aperta l’app ed evitare di registrare video.

APP SVAGO: NETFLIX, YOUTUBE, INFINITY

Uploaded Picture

Se si usa una di queste app è praticamente impossibile arrivare a fine giornata con ancora un po’ di ricarica. Le applicazioni di questo genere consumano la batteria, sarebbe meglio evitarne l’utilizzo in assenza di prese per ricaricare il proprio smartphone.

App giochi: triple town, Goosebumps e altri

Uploaded Picture

I giochi scaricati sullo smartphone riescono a tenerci occupati per un po’ ma bisogna tener presente che scaricano molto velocemente la batteria, meglio portarsi dietro qualche libro da leggere (anche sul proprio kobo o kindle) per far passare le attese, in questo modo la batteria dello smartphone sarà salva.

Questo sono alcune tra le applicazioni che più gravano sulla carica dello smartphone, ricordiamo che anche ascoltare musica o usare tutto il giorno le applicazioni di messaggistica come WhatsApp e Telegram scarica velocemente la batteria. In generale, un uso moderato dello smartphone permette di arrivare tranquillamente a fine giornata senza troppi pensieri e a giovarne non sarà solo la batteria dello smartphone, ma anche i nostri occhi e persino la qualità del sonno.

Se ti è piaciuto questo articolo, sostieni SCUBIDU mettendo like alla nostra pagina Facebook, seguendoci su Twitter e su YouTube! Inoltre puoi seguire il nostro Feed Rss per sapere sempre le ultime news!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.