Come avere un profilo Instagram di successo

instagram

Instagram è il social del momento, ecco qualche dritta per avere un profilo di successo!

Se si intende aprire un profilo instagram di successo, con tantissimi follower e una pioggia incessante di like ad ogni foto postata, bisogna tener conto di molti fattori. In questo articolo una guida dettagliata su come raggiungere il successo su instagram!


1) Che genere di profilo si vuole aprire?

Questa è la domanda n°1 da porsi se si vuole aprire un profilo di successo. È importante avere le idee ben chiare e chiedersi “che genere di profilo voglio?” “cosa voglio condividere con le persone?” “per cosa voglio essere conosciuto/a?“. Una volta risposto sinceramente a queste domande, è possibile passare al punto successivo.

2) Fornire un buon motivo

Bisogna dare un motivo alle persone per seguire il nostro profilo, la soluzione più immediata è trovare un tema da voler condividere, può essere una passione, un brand, una causa in cui si crede, insomma non importa che sia la passione per gli animali o quella per la moda, l’importante è che sia qualcosa di “vero”. L’importante è restare in tema e coerenti con il proprio profilo, in questo modo una persona che inizia a seguire il vostro profilo saprà esattamente che da voi potrà trovare sempre storie interessanti sui temi per il quali ha iniziato a seguirvi. Risulta infatti scoraggiante per un follower vedere che non trattate più gli argomenti dell’inizio. Questo non vuol dire che “non bisogna cambiare” ma piuttosto che bisogna restare coerenti e cercare di postare i temi inerenti al proprio profilo, altrimenti si finisce per aprire un profilo “come tanti altri” che interesserà a pochi e che non decollerà mai.


Questo punto è forse quello più cruciale per la buona riuscita di un profilo di successo: bisogna scegliere una linea da seguire che riesca ad attirare tante altre persone con la stessa passione/la stessa causa o che, semplice, sono attratti da quello che fate e condividete. L’obbiettivo è quello di far diventare il vostro profilo un punto d’incontro.

3) Foto di qualità

Instagram è il social network dove più che le parole, contano le immagini, assicurarsi di pubblicare foto con una risoluzione sufficientemente alta permette di creare scatti più interessanti rispetto a quelli realizzati con fotocamere poco potenti. Ormai tutti gli smartphone si presentano con fotocamere potenti, almeno per quanto riguarda la fotocamera esterna. Nel caso in cui la fotocamera interna fosse poco potente è meglio evitare di riempire il proprio profilo con scatti poco nitidi e sfocati, prediligere quindi l’altra fotocamera (esterna).

Ma la qualità delle foto non è la sola cosa che conta, bisogna anche produrre scatti ben realizzati, niente foto storte o con elementi di disturbo, e possibilmente con una giusta esposizione. Niente paura, esistono delle app che sono pensate appositamente per risolvere questi problemi.

Touch Retouch è un’ottima app per togliere fastidiosi elementi di disturbo dalle foto, è sicuramente l’app più rinomata di questo genere e si presenta unicamente a pagamento, per provare qualcosa di simile ma senza spendere soldi consigliamo Photo Director (qui un articolo dedicato) che permette di cancellare oggetti superflui dalla foto (il limite è di 3 foto al giorno, per poter aumentare il limite bisogna passare alla versione completa dell’app, a pagamento). Qui i link per scaricare le due app (photo director per windows stone dispone solo della versione a pagamento):

TouchRetouch
TouchRetouch
Developer: Adva-Soft
Price: 2,29 €
TouchRetouch
TouchRetouch
Developer: ADVA Soft
Price: 1,99 €
TouchRetouch
TouchRetouch
Developer: ADVA Soft
Price: 1,49 €
PhotoDirector - Photo Editor
PhotoDirector - Photo Editor
Developer: CyberLink
Price: Free+
PhotoDirector Mobile
PhotoDirector Mobile
Developer: CyberLink Corp.
Price: 9,99 €

Queste sono solo due app per togliere oggetti (o persone) fastidiosi dalle foto, girando sullo store del proprio smartphone è possibile trovare tantissime app per creare scatti perfetti completi di riflessi di luce o altro.

4) Foto della giusta misura

Anche il formato delle foto è importante, ecco quindi che è importante ritagliare le immagini prima di postarle sul noto social network. Ecco alcune app che permettono il ritaglio dell’immagine in formato 1:1

Nota: alcuni smartphone (come iPhone, ma anche altri) permettono di scattare direttamente in questo formato. Basta scegliere la voce 1:1 (in basso) quando si apre la fotocamera.

Afterlight è un’app perfetta non solo per gli effetti e i filtri, ma anche per ritagliare (o incorniciare) le foto. Al suo primo debutto, Afterlight, si presentava a pagamento, poi improvvisamente è stata resa gratuita per iOs e Android. È stata successivamente tolta dall’App Store dove al suo posto è comparsa un’altra versione, chiamata Afterlight 2, a pagamento. Noi qui linkiamo la versione “1” per Android e la versione “2” (a pagamento) per iOs.

Afterlight 2
Afterlight 2
Price: 3,49 €
Afterlight
Afterlight
Price: Free+

Enlight ha una funzione chiamata Finalizza che permette di accedere alla sezione INSTAFIT che, in automatico, ritaglierà la foto. L’app è passata da 2,29€ a gratuita (qui l’articolo dedicato) , noi ne consigliamo il download. Qui i link:

Enlight
Enlight
Developer: Lightricks Ltd.
Price: 4,49 €

5) Foto di cibi e piatti vari? Come realizzarle al meglio

Se si parla di Instagram si parla di foto, e molto spesso capita di vedere anche quelle dei cibi, bevande e dei propri piatti preferiti. Con app come Foodie è possibile ricavare il meglio in termini di colori e brillantezza da ogni piatto! Se nel proprio profilo Instagram non mancano foto di piatti, allora sul proprio smartphone non deve mancare questa applicazione dove, addirittura, ogni filtro è pensato per una tipologia di cibo.

Come se non bastasse, Foodie mette a disposizione anche una guida che permette di scattare con estrema facilità le foto dall’alto. Insomma, l’app perfetta per chi vuole fotografare cibi e bevande. Qui i link per il download:

Foodie - Macchina fotografica
Foodie - Macchina fotografica
Developer: SNOW INC.
Price: Free

Nota: la guida per scattare foto perfette dall’alto può tornare utile non solo a chi intende fotografare qualche piatto.

6) Ritmo di pubblicazione

È vero, molte persone pubblicano svariati scatti presi dalla quotidianità senza pensarci troppo ma se davvero si vuole fare decollare il proprio profilo è necessario, una volta trovato uno o più temi da trattare, postare immagini con un certo ritmo, un equilibrio.

Evitare quindi foto prive di senso che “capiamo solo noi”. Anche gli autoscatti devono essere limitati, almeno 1 ogni 3-4 foto,  se vi piace postare foto di voi stessi l’ideale è che almeno dietro ci sia uno sfondo sensato e non il classico muro bianco.

È  inutile postare foto a raffica, specialmente senso senso e di bassa qualità. Sicuramente non si otterranno più follower e, anzi, molto probabilmente si finirà con l’annoiare i propri follower che alla fine abbandoneranno il vostro profilo.

Evitare anche di postare più di una foto ogni due/tre ore.

7) Orario di pubblicazione

Se si vogliono aggiungere più follower al proprio profilo allora è inutile postare quando tutti dormono o sono in vacanza. È  invece consigliabile postare durante orari affini alla zona in cui si vuole concentrare il proprio pubblico, che sia Italia o l’estero, basta guardare i vari fusi orario (anche solo digitando su google che ore sono a nomedelpaese). Le statistiche sugli orari in cui postare variano in continuazione, postare molto presto al mattino da il tempo a tutti di vedere il vostro post durante l’arco della giornata, soprattutto se è un video. Pausa pranzo è un’altra fascia d’orario da prendere in considerazione. Assolutamente consigliata la pubblicazione dopo cena, sul tardi. Va comunque a fortuna con gli orari, essendo la piattaforma così in crescita è molto difficile fare predizioni esatte sugli orari.

…a proposito di piattaforme in crescita, perchè non provare a puntare tutto su social (come ad esempio Amino) meno conosciuti dove il percorso per il successo potrebbe essere meno tortuoso? Questo potrebbe essere un altro articolo…

8) Hashtag efficaci

Gli hashtag sono tra gli elementi fondamentali da prendere in considerazione per la buona riuscita di un account, servono a descrivere e catalogare il contenuto dell’immagine appena pubblicata. Ecco alcune dritte da seguire:

  • NO hashtag non pertinenti all’immagine, gli hastag devono descrivere l’immagine quindi bisogna evitare categoricamente hashtag non inerenti alla foto/video postati o al tema del profilo.
  • NO alle troppe variazioni dello stesso hashtag. Queste infatti non risultano efficaci e, anzi, sono sconsigliati proprio perché “fanno numero” inutilmente. Ad esempio, è inutile inserire hashtag come #viaggi #viaggio #viaggiare ecc ecc.
  • Gli hashtag popolari possono sembrare una via facile da intraprendere per descrivere la propria foto, ma bisogna tener conto che immettendo solo hashtag popolari non si fa altro che “intasare” le categorie di instagram soprattutto se poi si usano hashtag che non sono pertinenti con l’immagine appena postata.

Per sapere quali hashtag inserire, leggere il prossimo punto!

9) Hashtag popolari sì o no?

Ci sono degli hashtag popolari, inserire uno di questi nei propri hashtag è consigliato ma bisogna tener conto che più persone utilizzano un hashtag e più sarà difficile far risaltare la propria foto. L’ideale sarebbe usare hastag meno popolari (sempre inerenti al proprio profilo e alla propria foto/video) con 300/400 mila foto, ma vanno benissimo anche hashtag con 200/300 mila foto pubblicate. Questo perchè i follower che si guadagneranno all’interno di queste tags saranno per la maggior parte persone a cui interessa realmente quello che si sta per pubblicare (questo si traduce in più like nelle proprie foto). In più, usando tag con meno foto avrete anche la possibilità di finire tra i popular di quella tag.

Ultimo consiglio sui tag: non serve esagerare, è inutile superare il numero degli hashtags consigliato da instagram, anzi, esagerare ha come unico risultato quello di portare solo scarsa visibilità, è meglio utilizzare gli hashtag nel giusto numero consigliato dall’app.

10) Geolocalizzazione

Se ci si reca in un posto particolare è meglio usare la geo localizzazione e taggare il posto. Ricordate sempre che l’intento è quello di comunicare ed interagire, postare la foto di una cascata stupenda senza indicare il luogo (o peggio ancora senza rispondere ai commenti in merito) risulta un po’ antipatico. Non c’è niente di peggio per un follower vedere che la persona seguita pensa solo a pubblicare per fama e non per interesse reale. Taggare il posto (se ci si trova in un posto che si vuole taggare) è molto incoraggiante ed aggregativo per i followers.

11) Chi seguire?

È inutile seguire profili che non interessano, quindi è fortemente sconsigliato il follow for follow perchè non porta ad assolutamente nulla dal momento in cui entrambe le parti sono -quasi certamente- disinteressate al post dell’altro e interessate piuttosto a “far numero”. Meglio seguire persone che hanno interessi e profili simili al proprio, così entrambe le parti ricaveranno benefici dall’altro (like e visibilità).

Sicuramente il follow for follow riesce a far “numero” subito ma se si segue quanto scritto sopra, sopratutto all’inizio di un account, con il tempo, la pazienza verrà ricambiata da un numero di follow più interessati e da likes più onesti.

12) Monitorare i followers

Consigliatissimo è invece l’uso di un’applicazione per monitorare i followers, per vedere quali sono gli account che non ci seguono più e che noi, all’insaputa, continuiamo a seguire. In questo modo è possibile andare su quell’account e togliere a nostra volta il follow. Non c’è niente di più noioso che essere seguiti e subito dopo non seguiti più. Le app migliori in questo campo sono:

Followers Tool for Instagram
Followers Tool for Instagram
Developer: CC Soft
Price: Free+
Ig Master Analisi Followers
Ig Master Analisi Followers
Developer: Telos Mobile
Price: Free+

Se invece abbiamo qualcuno che ci segue e l’idea non ci piace proprio, esiste un’app che permette di toglierli il follow senza che se ne accorga (in pratica l’utente viene bloccato e sbloccato, così perde il follow alla nostra pagina). L’app in questione è la seguente (per iOs e Android):

Cleaner for IG
Cleaner for IG
Developer: Robert Neagu
Price: Free+

13) Interagire

È molto importante interagire, a nessuna importerà seguirvi se voi non interagite con nessuno dei vostri follower. È quindi molto importante rispondere ai commenti, in questo modo riuscirete a dimostrare ai vostri follower che tenete a loro e alle loro opinioni. Ultimo ma non ultimo, è importante avere followers ma è altrettanto importante avere followers che interagiscono con noi mettendo likes e commentando, questo è l’ennesimo motivo per cui scoraggiare il follow for follow.

14) Le foto non bastano

Instagram è nato per postare fotografie, ma quando si posta una foto o un video -se possibile- non bisogna limitarsi a questo. Inserire nella descrizione un aneddoto riguardante la foto/video o una citazione risulta essere una mossa vincente. Se ogni volta che si carica una foto sul noto social, si scrive anche qualcosa di breve ma interessante, i vostri follower apprezzeranno la vostra voglia di interagire e comunicare con loro i vostri pensieri, e per chi non vi segue ancora sarà un punto che attirerà in maniera positiva e che potrebbe portarvi follower interessati proprio si vostri consigli, ai vostri aneddoti o semplicemente alle vostre esperienze.

15) La biografia è importante

La biografia dovrebbe chiarire l’impronta del profilo e presentare la persona/il marchio trattato. Una biografia ben scritta, concisa ma esplicativa risulterà una mossa vincente. Ultimamente va molto in voga scrivere con 𝒞𝒶𝓇𝒶𝓉𝓉𝑒𝓇𝒾 𝓅𝒶𝓇𝓉𝒾𝒸𝑜𝓁𝒶𝓇𝒾 come questo, per sapere come personalizzare la propria biografia con questi font particolari, click qui.

16) Non esagerare

Instagram è uno tra i social che più crea dipendenza: facile, immediato, veloce e soprattutto mostra contenuti che ci interessano. Molte volte però è possibile che ci si lasci prendere la mano e si metta un numero considerevole di “mi piace”, niente di sbagliato, intendiamoci, se non fosse che Instagram potrebbe scambiarci per dei bot e bloccare così il profilo. Per saperne di più rimediamo al nostro articolo Instagram blocca i like? Come fare.

Come per tutti i social, l’importante è dosarne l’utilizzo. Per tutti coloro che hanno problemi in questo senso, una nuova funzione di iOS 12 prevista per iPhone e iPad potrà venire incontro a chi ha fatto dei social una dipendenza. Per approfondire l’argomento rimandiamo al nostro articolo Ecco le novità che porterà iOS 12.

Se ti è piaciuto questo articolo, sostieni SCUBIDU mettendo like alla nostra pagina Facebook, seguendoci su Twitter e su YouTube! Inoltre puoi seguire il nostro Feed Rss per sapere sempre le ultime news!



aussieparadise.it

3 pensieri riguardo “Come avere un profilo Instagram di successo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.