Come vendere uno smartphone online

Un metodo molto valido per ricavare soldi da uno smartphone è quello di metterlo in vendita attraverso siti di annunci.

Abbiamo già visto in due precedenti articoli cosa fare prima di vendere uno smartphone Android o uno smartphone iOs per assicurarsi di non vendere il device con ancora all’interno dati personali o file, in questo articolo di oggi illustriamo una piccola ma efficacissima guida su come vendere il proprio smartphone online!

Primo step: Pulire e sistemare lo smartphone.

Assicurarsi di pulire minuziosamente lo smartphone. In commercio esistono panni e prodotti apposta, se non si vogliono spendere dei soldi è possibile utilizzare i panni e le salviette che vengono forniti insieme ai vetri protettivi o pellicole. Se non si dispone nemmeno di questo genere di prodotti va da sé che andrà benissimo pulire il proprio smartphone con un panno e un detergente per vetri (avendo l’accortezza di inumidire ben poco il panno. Evitare assolutamente di erogare direttamente sullo smartphone qualsiasi quantità di prodotto). È sempre meglio togliere qualsiasi tipo di vetro di protezione/pellicola dallo smartphone prima di venderlo, anche se in ottime condizioni o applicato da poco. Finito con lo smartphone si passa alla pulizia degli accessori: caricabatterie e auricolari (solo se mai usati…!). Terminata la pulizia degli accessori si può iniziare a scattare delle belle foto che verranno poi inserire negli annunci.

Secondo step: scattare foto adatte alla vendita online

Lo smartphone pulito è pronto per essere fotografato. Non serve munirsi di macchina fotografica, basta uno smartphone con una risoluzione sufficientemente alta da poter permettere una resa ottimale a prova di zoom. A questo punto basterà prendere lo smartphone e appoggiarlo su una superficie in piano, pulita, possibilmente chiara e anonima. Evitare quindi di scattare una foto proprio sopra la tovaglia con i fiorellini e le briciole di pane accanto…

Quante foto scattare? La quantità delle foto dipende dal portale di annunci a cui ci si affida ma è comunque possibile scattare un numero maggiore di foto e poi linkarle nella descrizione dello smartphone, più avanti nell’articolo vedremo come linkare le foto aggiuntive.

Quali foto scattare? È importante seguire uno schema e quindi consigliamo di scattare:

  • una foto panoramica dello smartphone accanto agli accessori ed alla propria scatola (ed eventuale scontrino)
  • una foto frontale dello smartphone
  • una del retro dello smartphone
  • una foto dei lati (con particolare attenzione ai tasti)
  • una foto, qualora ci fossero, ai vari difetti dello smartphone (ammaccature, graffi…)

Cose da evitare assolutamente:

  • evitare riflessi ed ombre (sia propri che di vari oggetti)
  • evitare impronte sullo schermo (munirsi di un panno, possibilmente in microfibra, e pulire per bene le eventuali impronte che si formeranno spostando e sistemando lo smartphone)
  • evitare di fotografare lo smartphone “in mano” (questo genere di foto potrebbe risultare poco serio)

Terzo step: Recarsi sul sito di annunci

Recarsi sul sito di annunci dove si intende vendere lo smartphone. Esempi di siti di questo genere sono ebay, kijiji, subito, bakeca etc etc (è possibile mettere lo smartphone in vendita contemporaneamente su diversi portali). Crearsi quindi un account sul sito di annunci e procedere con l’inserzione.

Leggere anche: come scoprire il valore del proprio smartphone

Cosa bisogna fare per creare un’inserzione adatta per vendere velocemente il proprio smartphone? Nell’inserzione assicurarsi di inserire il numero massimo di foto che il portale permette, come foto di presentazione è meglio mettere la foto frontale dello smartphone (quella panoramica, seppur più completa, potrebbe risultare troppo piccola nella visuale ad elenco degli annunci). A questo punto inserire nel titolo il nome dello smartphone e nella descrizione soffermarsi su alcuni punti importanti:

  • il motivo per cui si vende lo smartphone (inutilizzo/doppio regalo/cambio smartphone)
  • ribadire il nome dello smartphone e il colore (es. iPhone 6 – 64 Gb – Oro) ed elencare tutti gli accessori con cui viene venduto, indicando anche se si è in possesso della scatola originale.
  • specificare da quanto si possiede lo smartphone e se è ancora in garanzia o meno (assicurando o meno la presenza dello scontrino)
  • specificare le condizioni, indicando se lo smartphone è sempre stato tenuto con cover e protezioni allo schermo o se presenta eventuali difetti
  • indicare lo stato della batteria
  • indicare se sono mai stati fatti lavori di manutenzione al device (es. cambio schermo/batteria)
  • Alla fine della descrizione inserire i link con le ulteriori foto che non sono state inserite nella galleria, per farlo bisognerà caricare le foto su un image hosting. Noi consigliamo di recarsi su dadapic > cliccare su  Scegli file > scegliere la foto e premere Upload Picture > attendere il caricamento > copiare il direct link. A questo punto si potrà incollare il direct link sul proprio annuncio (magari sotto una scritta “ulteriori foto” per far intendere al possibile compratore che, cliccandoci sopra, potrà vedere altre foto dello smartphone), ripetere l’operazione per tutte le foto di cui si dispone.

Cose da evitare:

  • non indicare difetti o essere troppo generici
  • non mettere abbastanza foto
  • indicare direttamente sotto alla descrizione che “non si accettano contatti via mail” o “no perditempo”

NOTA: indicare un metodo di pagamento. Consigliamo di utilizzare PayPal, in quanto risulta efficace e sicuro sia per i venditori che per gli acquirenti.

Finito! Lo smartphone sarà in vendita!

WhatsApp | Arrivano gli stati personalizzabili con foto e video

In concomitanza con l’ottavo compleanno di WhatsApp arriva l’aggiornamento che rende personalizzabili gli stati attraverso foto e video

Arriva l’aggiornamento di Whatsapp che introduce la possibilità di personalizzare il proprio stato con video, foto e gif…insomma dopo Instagram e Facebook le “storieapprodano sulla famosissima app Whatsapp! Questa nuova funzionalità inizierà ad essere distribuita a partire dal 22 febbraio, in concomitanza con l’ottavo compleanno dell’applicazione. Ad usufruire di questa nuova funzione saranno tutti gli utenti iOS, Android e Windows Phone.

Tutti gli aggiornamenti previsti da questa nuova funzionalità scompariranno dopo il superamento delle 24 ore, potranno essere silenziati (un po’ come succede per i messaggi) e naturalmente, tutti gli aggiornamenti allo stato saranno protetti dalla crittografia end-to-end.

leggere anche: whatsapp | come sapere chi ha visto il nostro stato

Come riconoscere messaggi sospetti su WhatsApp

Sono molti i messaggi “bufala” che girano su whatsapp, il rischio è quello di imbattersi in un virus, in un furto di dati o di denaro.

Nei messaggi bufala può essere richiesto di tutto: di guardare un video, di aprire un link, di versare una somma per non rimanere senza il servizio whatsapp o per diventare utenti premium. Abbiamo molte volte scritto articoli riguardanti i messaggi bufala mettendo in allarme gli utenti del web sulle minacce del momento, oggi invece vogliamo fornire una semplice (ma speriamo utile) guida su come riconoscere i messaggi sospetti su whatsapp al fine di non cadere in nessuna bufala! Prima di iniziare con la guida facciamo presente che i messaggi indesiderati possono arrivare sia tramite mail che tramite whatsapp stesso, i punti che seguiranno sono validi per entrambi i canali di contatto.

Come riconoscere i messaggi sospetti

Tenere a mente che Whatsapp:

  • è gratis
  • non ha utenti premium
  • non manda video
  • non chiede di aprire link
  • non chiede di fare nessun tipo di catena (es. mandare un messaggio a 10 persone diverse…)
  • non ha affiliati, quindi se il mittente del messaggi sostiene di essere un affiliato a Whatsapp, il messaggio è chiaramente una bufala

Segnali che identificano un messaggio bufala o virus:

  • nel messaggio bufala si può presentare la parola “Whatsapp” scritta in maniera sbagliata (es. Whatzapp – whatsup – whattsapp)
  • nel messaggio viene chiesto di eseguire determinate operazioni per non essere cacciato via da whatsapp o per non ricevere la sospensione dell’account
  • nel messaggio viene chiarito che solo un numero limitato di persone possono usufruire di un vantaggio/sconto riguardo un determinato servizio whatsapp e viene invitato l’utente a svolgere le operazioni specificate nel messaggio il più velocemente possibile
  • il contenuto del messaggio include un premio, una ricompensa o un regalo
  • nel messaggio possono presentarsi errori grammaticali

Cosa fare se si riceve un messaggio sospetto

Se ci si trova davanti ad un messaggio sospetto la prima cosa da fare è ignorare il messaggio (non aprire nessun link, nessun video) bloccare il mittente ed eliminare il messaggio. 

LEGGERE ANCHE:

WHATSAPP | ARRIVA LA VERIFICA IN DUE PASSAGGI

WHATSAPP | ORA ANCHE OFFLINE

WHATSAPP | COME SEGNARE I MESSAGGI IMPORTANTI SU ANDROID – IOS – WINDOWS PHONE

WHATSAPP | NON TUTTI SANNO CHE…

WHATSAPP E TELEGRAM | TUTTI I MODI DI SPIARE WHATSAPP E TELEGRAM

 

Come generare il codice fiscale online o tramite app

Bisogna fornire il codice fiscale per qualche servizio e non si ha sotto mano la tessera sanitaria? nessun problema, esistono siti e app che calcolano perfettamente il codice fiscale!

Come abbiamo detto precedentemente, calcolare il codice fiscale (proprio o di altri) può risultare molto utile sia per controllare la veridicità del codice stesso o per calcolarlo senza ricorrere alla tessera sanitaria.

Il codice fiscale non è altro che un algoritmo anche abbastanza semplice da spiegare:

  • le prime tre lettere del codice fiscale sono prese dal cognome (solitamente prima, seconda e terza consonante)
  • le seconde tre dal nome (solitamente prima, terza e quarta consonante)
  • le ultime due cifre dell’anno di nascita
  • una lettera per il mese (A = Gennaio, B, C, D, E, H, L, M, P, R, S, T = Dicembre)
  • il giorno di nascita: in caso di genere femminile si aggiunge 40 per cui è chiaro che se si trova scritto, ad esempio, 52, non può che trattarsi di una donna nata il 12 del mese.
  • Codice del comune (quattro caratteri)
  • Carattere di controllo, per verificare la correttezza del codice fiscale.

Servono però delle informazioni per poter calcolare perfettamente il codice fiscale, quindi prima di procedere assicurarsi di avere i seguenti dati anagrafici:

  • Nome
  • Cognome
  • Data di nascita
  • Luogo di nascita 
  • Genere (Maschio o Femmina)

Ottenute queste informazioni, si può procedere utilizzando uno dei seguenti siti o app

CodiceFiscale.com ottimo servizio web, il sito è molto attuale e la grafica è piacevole, il servizio è ottimo e molto veloce. Esiste anche la possibilità di calcolare inversamente il codice fiscale (immettendo quindi il codice verranno date tutte le informazioni al riguardo, come ad esempio nome, cognome, data di nascita etc…)

IlCodiceFiscale.it anche questo è un sito ma, a differenza di quello precedente, la grafica è molto antica e il sito è molto datato. Anche qui è possibile fare una ricerca inversa per scoprire dal codice fiscale i vari dati anagrafici.

CodiceFiscaleOnline.com parliamo sempre di un sito. Questo servizio invita l’utente a immettere i dati anagrafici direttamente su una tessera. Non è possibile calcolare il codice fiscale inversamente.

Codice Fiscale Italia la prima app della lista, disponibile per iOs

Codice Fiscale applicazione disponibile per gli utenti Android

Codice Fiscale 10 applicazione disponibile per Windows Phone

 

Come aumentare la vita dello smartphone (iOS, Android e Windows)

Pochi e semplici accorgimenti aiutano ad allungare la vita dello smartphone!

Lo smartphone è sempre più un oggetto indispensabile e di valore, proteggerlo e cercare di aumentarne la vita è importantissimo. In questo articolo pochi e semplici passi da seguire per proteggere e tenere sempre al meglio il proprio smartphone, poco importa se iOs, Android o Windows Phone!

  • Non fare mezzi cicli di ricarica.
    Staccare ed attaccare il telefono al caricabatterie di continuo porta ad un progressivo deterioramento dello stato di salute della batteria. La batteria infatti potrebbe necessitare di un ricalibramento dovuto al continuo ciclo di carica interrotto.
    LEGGERE:
    COME AUMENTARE LA DURATA DELLA BATTERIA DEL PROPRIO SMARTPHONE
  • Proteggere lo smartphone con cover e vetro di protezione.
    Uno smartphone graffiato o usurato risulterà subito vecchio e datato. Proteggerlo con le adeguate cover aiuterà ad evitare i danni di usura e da caduta. In più il vetro protettivo assicura un ulteriore protezione.
  • Tenere la memoria pulita, il più possibile libera da file inutili.
    Ci sono diversi modi pulire il proprio smartphone: liberando memoria manualmente, affidandosi a cleaner app o svuotando i file inutili.
    LEGGERE:
    LIBERARE SPAZIO SU IPHONE IN MODO SEMPLICE
    LE MIGLIORI CLEANER APP PER SMARTPHONE
    SVUOTARE LA CACHE E DATI INUTILI SU ANDROID
  • Proteggere lo smartphone da virus.
    Per gli smartphone Android e Windows è fondamentale la protezione e il monitoraggio del proprio device, assicurarsi alle applicazioni antivirus risulta una mossa vincente: lo smartphone sarà protetto, sicuro e lontano da rallentamenti e bug.
    LEGGERE:
    LE MIGLIORI APP ANTIVIRUS PER SMARTPHONE
  • Evitare esposizioni di sole o contatto con l’acqua. È importante proteggere il proprio smartphone dal sole o dal contatto con l’acqua (se lo smartphone non è certificato).
    LEGGERE:
    IPHONE | COSA FARE SE IL DISPOSITIVO SI SURRISCALDA
  • Spegnere il telefono almeno una volta ogni due giorni.
    Spegnere il proprio smartphone almeno una volta ogni due giorni serve per terminare tutti i processi in esecuzione e permettere così al dispositivo di riavviare solo quelli necessari.
  • Pulire lo smartphone almeno una volta a settimana.
    È importante curare lo smartphone anche esteriormente, è quindi buona norma pulire il proprio smartphone almeno  una volta a settimana per togliere ogni traccia di sporco, trucco e batteri.

WhatsApp | Arriva la verifica in 2 passaggi

Presto in arrivo sulla famosa app di messaggistica l’autenticazione in due passaggi!

WhatsApp è l’app di messaggistica più usata in assoluto, non solo si messaggia ma si scambiano anche foto, video, la posizione in cui si trova e documenti di vario genere. È quindi importante assicurarsi che nessuno possa accedere al proprio account. Proprio per questo motivo sta per arrivare un aggiornamento che prevederà l’inserimento della verifica in 2 passaggi, questo processo porterà l’applicazione ad un grado di sicurezza maggiore. La verifica in 2 passaggi richiederà all’utente, oltre all’inserimento del proprio numero, di inserire anche un codice di sicurezza a 6 cifre.

Come si attiva la verifica in 2 passaggi? 

Per attivare la verifica in 2 passaggi sarà necessario andare nelle impostazioni di Whatsapp e scegliere la voce Account. Cliccare sulla voce “verifica in 2 passaggi” e inserire un codice a 6 cifre e -facoltativamente- un indirizzo mail.

Se si dimentica il pin?

Niente paura, se nelle impostazioni è stato inserito l’indirizzo mail allora si potrà richiedere il recupero del codice. Proprio per questo motivo è fortemente consigliato associare un indirizzo mail nella verifica in 2 passaggi.

Quando verrà richiesto il codice pin?

Il codice verrà richiesto ogni volta che verrà cambiato lo smartphone o se l’applicazione viene disinstallata e installata di nuovo

Per quali dispositivi è disponibile l’autenticazione a 2 passaggi?

L’aggiornamento, in arrivo a breve, è previsto per i dispositivi Android, iOS e Windows Phone.


L’autenticazione in 2 passaggi risulta essere il modo più sicuro per proteggere l’accesso ai propri account, ecco perchè alcuni servizi come Facebook, Libero, Dropbox, Microsoft e tanti altri ne fanno già uso. per scoprire come attivare la verifica in 2 passaggi in questi servizi leggere qui.

LEGGERE ANCHE:

 

Opera | Il browser veloce e sicuro

Opera, il browser norvegese nato nel 1994 è pronto a mostrare tutta la sua velocità e sicurezza con l’ultima versione aggiornata!

Sicuramente uno dei migliori browser sul mercato, parlando di sicurezza e velocità, non ha rivali. Ma vediamo com’è e come si presenta:

Opera for Windows computer

L’interfaccia è semplice e pulita, senza inutili e incomprensibili menù, si troverà subito tutto quello di cui si ha bisogno per navigare in velocità e sicurezza.

  • Navigare in sicurezza e in modo più riservato
    Con Opera è possibile concentrarsi sui contenuti senza preoccuparsi della sicurezza. Questo browser sicuro protegge dai siti pericolosi e fraudolenti.
  • Multitasking sul web
    I segnalibri visuali, la navigazione a schede e le scorciatoie personalizzabili permettono di organizzare facilmente i contenuti e risparmiare tempo.
  • Navigare più velocemente e per più tempo
    Velocità e prestazioni sono fondamentali per Opera. La funzionalità di compressione Opera Turbo e il blocco nativo della pubblicità rendono la navigazione più veloce, mentre la nuova funzione di risparmio energia fa navigare per più tempo, aumentando fino al 50% la durata della batteria dei notebook.
    Ovviamente consigliamo di aggiungere SCUBIDU alla lista di siti sicuri! (come in foto)
    Uploaded Picture

Sarà possibile personalizzare il browser con temi e plug-in gratuiti presenti nell’Opera Store.

È possibile scaricare gratuitamente Opera per Windows, Mac, Linux, iOS, Android e Windows Phone.

leggere anche:

Test | Trovare lo smartphone ideale!

In questo articolo una breve guida/test per capire su quale smartphone orientarsi per acquistare il device perfetto!

Per capire quale smartphone comprare (per sé o per gli altri) bisogna porsi alcune domande, oggi vogliamo presentare un piccolo test che, in base alle risposte, delineerà il profilo dello smartphone perfetto da acquistare!

1 – Lo smartphone è destinato ad un bambino o ad un adulto?

  • bambino: esistono tanti smartphone che alla potenza affiancano robustezza dei materiali. Evitare quindi smartphone di lusso con scocche in metallo, prediligere invece scocche in plastica se non di silicone. Proseguire alla domanda n° 4
  • adulto: difficile affidare degli smartphone partendo unicamente da questo punto, meglio procedere con l’articolo e trovare altre caratteristiche per delineare l’acquisto dello smartphone. Proseguire alla domanda n° 2

2 – Quale sarà l’utilizzo principale?

  • Base: oltre alle funzioni citate sopra, lo smartphone dovrà supportare qualche app come giochi e social. Proseguire alla domanda n° 3
  • Gioco Intensivo: oltre alle funzioni citate sopra, lo smartphone dovrà far girare in modo fluido qualsiasi gioco. Ad una potente RAM ed un ancor più potente processore dovrà affiancarsi uno schermo importante. Proseguire al profilo n° 2
  • Lavoro: uno smartphone pensato per un uso lavorativo dovrà affiancare, oltre alle mansioni base, un maggiore spazio di archiviazione per salvare un numero consistente di documenti. Lo smartphone dovrà, inoltre, essere elegante: no alle scocche coloratissime e in gomma, sì a scocche metalliche o di plastica (purché non presentino colori accesi o sgargianti). Proseguire alla domanda n° 5
  • Fotografia intensiva: da distinguere dall’uso base delle fotocamera, lo smartphone ideale per catturare al meglio i momenti da ricordare deve presentare caratteristiche quali: fotocamera potente con un buono zoom e una buona resa anche con scarsa luce, un’ottica di qualità e un bilanciamento colori realistico. Inoltre lo smartphone dovrà affiancare a tutte queste caratteristiche uno spazio di archiviazione importante. Proseguire alla domanda n° 5

3 – Meglio uno smartphone con uno schermo di dimensioni contenute?

  • Si: bisogna stare alla larga dai così detti phablet (smartphone grandi che raggiungono quasi le dimensioni di un tablet) e puntare invece su smartphone con dimensioni meno elevate. Proseguire al profilo n° 1
  • No: Proseguire al profilo n° 3

4 – Lo smartphone verrà usato prettamente per il gioco?

  • Si: lo smartphone dovrà far girare in modo fluido qualsiasi gioco. Ad una potente RAM ed un ancor più potente processore dovrà affiancarsi uno schermo importante. Proseguire al profilo n° 2
  • No: no, verranno installate delle app di gioco ma non sarà la funzione principale dello smartphone. Proseguire al profilo n° 1

5 – Di quanto budget si dispone?

  • Fino a 300€ Proseguire al profilo n° 3
  • oltre 400€ Proseguire al profilo n° 4

Profilo n° 1: smartphone resistente, pronto a tutto!

Se si è giunti a questo profilo vuol dire che siete alla ricerca di uno smartphone energico, colorato, resistente e con cui poterci giocare. Uno smartphone indicato anche per i più giovani, che non sempre sono pronti a fare i conti con la delicatezza di altri device. 

Smartphone consigliati:

Huawei Y3

Huawei Y3: android – schermo da 4″ – fotocamera posteriore da 5MP e frontale da 2MP – disponibili in 4 colori – scocca in plastica – 4GB di spazio di archiviazione – 512MB di RAM – processore QuadCore da 1.3GHz
costo: a partire da 72€


Wiko Rainbow Lite 4G

Wiko Rainbow Lite 4G: android – schermo da 5″ – fotocamera posteriore da 5MP e frontale da 2MP – disponibili in 4 colori – scocca opaca in plastica – 8GB di spazio di archiviazione espandibile fino a 64GB – 1GB di RAM – processore QuadCore da 1.1GHz
costo: a partire da 86€


TP-LINK Neffos 5CL

TP-LINK Neffos 5CL: android – schermo da 4,5″ – fotocamera posteriore da 5MP e frontale da 2MP – disponibile in 2 colori – dual sim – 8GB di spazio di archiviazione espandibile fino a 32GB – 1GB di RAM – processore QuadCore da 1.1GHz
costo: a partire da 95€


Brondi Luxury4 + cover

Brondi Luxury4 + cover: android – schermo da 4″ – fotocamera 8MP e frontale da 2MP – disponibile in 2 colori – dual sim – cover aggiuntiva in gomma trasparente inclusa – 4GB di spazio di archiviazione espandibile fino a 32GB – 512MB di RAM – processore DualCore da 1.3GHz
costo: 99,90€


ZTE Blade C341

ZTE Blade C341: android – schermo da 4″ – fotocamera 5MP e frontale da 2MP – 4GB di spazio di archiviazione espandibile fino a 32GB – 512MB di RAM – processore QuadCore da 1.3GHz
costo: a partire da 80€


ZTE Blade L5

ZTE Blade L5: android – schermo da 5″ – fotocamera 8MP e frontale da 2MP – 8GB di spazio di archiviazione espandibile fino a 32GB – 1GB di RAM – processore DualCore da 1.3GHz
costo: a partire da 85€


Profilo n° 2: smartphone come consolle per giochi!

Se si è giunti a questo profilo è perchè si sta cercando uno smartphone che sia anche una vera e propria consolle! RAM e processore al massimo e schermo ampio.

Smartphone consigliati:

Wiko Fever

Wiko Fever: android – schermo da 5.2″ – fotocamera posteriore da 13MP e frontale da 5MP – disponibili in 3 colori (con particolari fosforescenti)  – profilo in metallo e cover posteriore “effetto pelle” – 16GB di spazio di archiviazione espandibile fino a 64GB – 3GB di RAM – processore OctaCore da 1.3GHz
costo: a partire da 158€


Huawei Mate S

Huawei Mate S: android – schermo da 5.5″ – fotocamera posteriore da 13MP e frontale da 8MP – disponibili in 3 colori – scocca in metallo – 32GB di spazio di archiviazione – 3GB di RAM – processore OctaCore: Quad 2,2GHz + Quad 1,5GHz
costo: a partire da 320€


Huawei p8 Lite Smart

Huawei p8 Lite Smart: android – schermo da 5″ – fotocamera posteriore da 13MP e frontale da 5MP – disponibili in 3 colori – scocca in metallo – 16GB di spazio di archiviazione espandibile fino a 128GB – 2GB di RAM – processore OctaCore da 1.5GHz
costo: a partire da 154€


Alcatel pop 4s

Alcatel pop 4s: android – schermo da 5.5″ – fotocamera posteriore da 13MP e frontale da 8MP – disponibili in 5 colori – dual sim – scocca in metallo – 16GB di spazio di archiviazione espandibile fino a 64GB – 2GB di RAM – processore OctaCore: Quad 1,8GHz + Quad 1,0GHz
costo: a partire da 174€


Profilo n° 3: un concentrato di funzionalità ed eleganza!

Se si è giunti a questo profilo è perchè si sta cercando uno smartphone elegante, funzionale e adatto al lavoro per il suo spazio di archiviazione e schermo abbastanza ampio, costo contenuto.

Smartphone consigliati:

Xiaomi Redmi Note 3

Xiaomi Redmi Note 3: android – schermo da 5.5″ – fotocamera posteriore da 16MP e frontale da 5MP – dual sim – disponibili in 3 colori – scocca in metallo – 32GB di spazio di archiviazione – 3GB di RAM – processore HexaCore da 1,8GHz
costo: a partire da 240€


Huawei p8 Lite Smart

Huawei p8 Lite Smart: android – schermo da 5″ – fotocamera posteriore da 13MP e frontale da 5MP – disponibili in 3 colori – scocca in metallo – 16GB di spazio di archiviazione espandibile fino a 128GB – 2GB di RAM – processore OctaCore da 1.5GHz
costo: a partire da 154€


Alcatel pop 4s

Alcatel pop 4s: android – schermo da 5.5″ – fotocamera posteriore da 13MP e frontale da 8MP – disponibili in 5 colori – scocca in metallo – 16GB di spazio di archiviazione espandibile fino a 64GB – 2GB di RAM – processore OctaCore: Quad 1,8GHz + Quad 1,0GHz
costo: a partire da 174€


Huawei Mate S

Huawei Mate S: android – schermo da 5.5″ – fotocamera posteriore da 13MP e frontale da 8MP – disponibili in 3 colori – scocca in metallo – 32GB di spazio di archiviazione – 3GB di RAM – processore OctaCore: Quad 2,2GHz + Quad 1,5GHz
costo: a partire da 320€


Profilo n° 4: tutto quello che può fare uno smartphone!

Se si ègiunti a questo profilo è perchè non ci si vuole accontentare! Lo smartphone dovrà essere elegante, funzionale e pronto ad accogliere una quantità importante di dati e documenti senza dimenticarsi di un’ottima fotocamera e schermo ampio.

Smartphone consigliati:

Huawei p9

Huawei p9 : android – schermo da 5.2″ – fotocamera posteriore da 12MPx2 e frontale da 8MP – disponibili in 4 colori – scocca in metallo – 32GB di spazio di archiviazione – 3GB di RAM – processore OctaCore: Quad 2,5GHz + Quad 1,8GHz
costo: a partire da 449€


Apple iPhone 7

Apple iPhone 7 : iOs – schermo da 4.7″ – fotocamera posteriore da 12MP e frontale da 7MP – disponibili in 5 colori – scocca in metallo – a partire da 32GB di spazio di archiviazione – 2GB di RAM – processore QuadCore 2,0GHz
costo: a partire da 799€


Samsung Galaxy s7

Samsung Galaxy s7 : android – schermo da 5.1″ – fotocamera posteriore da 12MP e frontale da 5MP – disponibili in 5 colori – scocca in metallo – a partire da 32GB di spazio di archiviazione espandibile fino a 256GB – 4GB di RAM – processore OctaCore 2,0GHz
costo: a partire da 729€

Browser | Come velocizzare Microsoft Edge del 40%

Microsoft Edge è un ottimo browser, con un’ottima sicurezza, ma alcune volte può risultare un po’ lento nel caricamento di alcune pagine… Microsoft ha realizzato un aggiornamento che permette di aumentare la velocità del suo browser fino al 40%.

Microsoft ha rilasciato una nuova funzione che permette di ridurre il tempo di caricamento delle pagine web dal 10% al 40% in base al dispositivo usato. Questa nuova funzione si chiama TCP Fast Open e sarà disponibile su tutti i dispositivi con Windows 10  e Windows 10 Mobile aggiornati all’ultima versione.

TCP Fast Open serve a potenziare il protocollo TCP che consente lo scambio dei dati durante l’handshake iniziale del TCP. L’intero processo è molto tecnico, in pratica sia il client che il server devono supportare questa particolare versione del protocollo TCP. La compatibilità di questa funzione aumenterà in futuro. Attualmente solo Microsoft e Google, con i loro rispettivi browser, sono in grado di poter velocizzare la navigazione nel web.

Ma come si abilita questa nuova funzione?

Ricordiamo che questa funzione è attivabile solo su Windows 10 e Windows 10 Mobile aggiornati all’ultima versione.

  • Avviare Microsoft Edge.
  • Nella barra degli indirizzi digitare about:flags e premere Invio.
  • Scorrere l’elenco, individuare la sezione Rete e selezionare la voce Abilita TCP Fast Open.
  • In basso si visualizzerà il messaggio Hai bisogno di riavviare il browser per rendere effettive le modifiche.
  • Chiudere e riaprire Microsoft Edge.

 

WhatsApp | Ora anche offline

Con l’ultimo aggiornamento è stata aggiunta la possibilità di inviare messaggi anche offline, senza connessione.

Proprio nell’ultimo aggiornamento (2.17.1) è stata aggiunta la funzionalità di poter mandare i messaggi anche quando non si dispone di una connessione. Ovviamente non sarà possibile continuare a messaggiare in assenza di connessione, ma sarà comunque possibile comporre il messaggio e premere invio, il messaggio verrà inviata al momento in cui lo smartphone si riconnetterà ad internet. In più, sempre nello stesso aggiornamento, è stato alzato il livello massimo di foto o video che è possibile inviare per volta, da 10 a 30.

Ma Whatsapp non si ferma qui, e pare che a breve possano arrivare altri sorprenderti aggiornamenti che verranno molto graditi dall’utenza, stiamo parlando della possibilità di cancellare o modificare i messaggi inviati.
Ma come sarà possibile? una volta mandato il messaggio bisognerà toccare il messaggio che si vuole cancellare/modificare e sarà così possibile scegliere se modificarlo o cestinarlo, tutto questo potrà avvenire solo finché il messaggio non verrà letto dal destinatario.

Ovviamente l’opzione di cancellare o modificare i messaggi inviati è ancora in fase beta, ad usufruire per ora sarebbero solo i beta tester (come si diventa un beta tester Whatsapp? click quibisognerà aspettare per sapere quando l’aggiornamento verrà rilasciato per tutti.

Leggere anche: WHATSAPP | COME SEGNARE I MESSAGGI IMPORTANTI

instagram | ora anche offline

twitter | ora anche lite

facebook | ora anche lite

facebook messenger | ora anche lite