il web senza paroloni

whatsapp

WhatsApp è ora vietata ai minori di 16 anni

in News by

Era già nell’aria da diverso tempo ma ora è ufficiale: per i minori di 16 anni è vietato l’uso di WhatsApp

Il 25 maggio, per una direttiva europea, tutti i social e le chat dovranno adeguarsi ai nuovi standard per quanto riguarda la privacy e i termini di utilizzo, compare in questa nuova normativa anche un limite di età sotto cui non è possibile utilizzare tali servizi. Con l’ultimo aggiornamento la famosa applicazione di messaggistica istantanea WhatsApp si adegua a queste norme.

L’aggiornamento è reso disponibile in questi giorni e, una volta scaricato ed installato correttamente, all’apertura dell’applicazione, ci si ritroverà davanti ad una finestra che mostra all’utente che cosa sta cambiando: nuove norme sulla privacy e l’utilizzo dei dati raccolti. Prima di poter chiudere questa finestra si presenta davanti al display la dicitura “affermo di avere più di 16 anni”, l’utente dovrà quindi mettere o meno la spunta. Nel caso in cui si afferma di aver più di 16 anni, l’applicazione tornerà come prima. Se invece non viene applicata la spunta (e si afferma quindi di avere meno di 16 anni), stando all’articolo 8 del GDPR, per poter continuare ad usare un servizio come WhatsApp, “un genitore o un tutore debba acconsentire a suo nome ai termini d’utilizzo”.

Per sapere quali servizi si stanno adeguando a queste norme (e come), click qui.

Purtroppo è possibile aggirare WhatsApp dichiarando un’età superiore ai 16 anni, sarà compito del genitore o tutore vigilare affinché venga registrata l’età effettiva.

Se ti è piaciuto questo articolo, sostieni SCUBIDU mettendo like alla nostra pagina Facebook, seguendoci su Twitter e su YouTube! Inoltre puoi seguire il nostro Feed Rss per sapere sempre le ultime news!

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from News

Go to Top