Street Fighter | Da 30 anni la storia dei fighting games

Era il 30 agosto 1987 quando il cabinato del primo capitolo faceva il suo esordio nelle sale giochi…La serie Capcom compie oggi 30 anni.

Street Fighter: le origini del mito

Il primo Street Fighter è un titolo ben diverso da quelli giunti dopo, ma già capace di gettare le fondamenta per ciò che da lì in poi sarebbe stato il gameplay base di tutti i fighting game. Due avversari al centro dello stage, ognuno con la propria energia, esaurita la quale si giunge inevitabilmente al K.O. È allora che hanno fatto il loro debutto alcuni dei personaggi storici del brand: Ryu e Ken, nelle vesti dei protagonisti, alle prese con dieci avversari da tutto il mondo (Giappone, Stati Uniti, Cina, Inghilterra e Thailandia): Retsy, Geki, Joe, Mike, Lee, Gen, Birdie, Eagle, Adon e Sagat.

Il successo del coin-op fu enorme e replicato poi nella versione casalinga a partire dall’anno successivo. La consacrazione definitiva è datata 1991, con l’arrivo di Street Fighter II: The World Warrior, che Capcom aveva trasformato in un titolo studiato in ogni minimo dettaglio per la sfida 1 vs. 1. Il debutto su Super Nintendo rese il marchio ancora più popolare (a proposito, sarà tra i titoli riproposti da SNES Mini), con un’intera generazione di ragazzini che si allenava a casa con la console per poi sfoggiare le proprie abilità in sala giochi, a colpi di Haduken e Sonic Boom.

Leggere anche: nintendo tornera il super nintendo

nintendo | a settembre in vendita lo snes

nintendo | torna il nes con classic mini

Con Street Fighter 2 sono arrivati tutti i lottatori che ancora oggi figurano in ogni uscita della serie: da Honda a Blanka, da Guile a Zangief, senza dimenticare Dhalsim, Chun-Li, Balrog, Vega e Bison.

Da lì la rivalità con Mortal Kombat e le sue fatality, con Virtua Fighter, Tekken e tutti gli altri grandi nomi del genere fighting. Street Fighter è sopravvissuto all’evoluzione dei videogiochi, passando attraverso varie uscite e crossover, cercando di innovarsi di volta in volta a livello di gameplay, senza mai dimenticare le proprie radici. L’ultimo capitolo è Street Fighter V, uscito lo scorso anno per computer e console. Tutt’altra cosa a livello di grafica ma lo spirito di Ryu, Ken e compagni rimane lo stesso di tre decenni fa, quello dei combattenti di strada.

Leggere anche: i migliori siti per giocare online ai giochi classici

nintendo tornera il super nintendo

nintendo | a settembre in vendita lo snes

nintendo | torna il nes con classic mini

retro bit | console retro per tutti i gusti

nintendo playstation | la console mai arrivata sul mercato

tamagotchi ritorna in versione originale del 1996

 

I migliori siti per ascoltare la pronuncia di frasi e parole in tutte le lingue

Ecco a voi una lista di servizi molto utile che riuscirà ad avvicinarvi alla comprensione di lingue straniere!

Estate, tempo di vacanze, tempo di viaggi…anche all’estero, se capita! Ma non tutti sono molto afferrati con le lingue e, se una volta l’incubo della “lingua straniera” sembrava così minaccioso, ora -grazie ad applicazioni, siti e servizi online- è possibile cavarsela senza troppi danni. 

leggere anche: le migliori app da portare in vacanza

Per chi non volesse farsi cogliere impreparato, esistono dei siti (completi anche di app) che permettono non solo di tradurre, ma anche di ascoltare la pronuncia di frasi e parole in diverse lingue, ottimo per chi vuole arrivare al meglio per le vacanze e non vuole farsi trovare impreparato quando dovrà ordinare al ristorante o parlare con qualcuno! Iniziamo subito la nostra lista!

Google Translate

Questo servizio è davvero fantastico, non può che essere il primo menzionato in questa lista! È conosciuto da praticamente tutti, grazie al suo ottimo servizio tramite sito ma anche app Android e iOs. Non solo permette la traduzione scritta ma anche quella istantanea bidirezionale in 32 lingue e la traduzione istantanea con la fotocamera.

tradurre-con-la-fotocamera-
esempio di traduzione istantanea inquadrando il cartello con la fotocamera dello smartphone.

Per saperne di più su come “tradurre con la fotocamera” rimandiamo a questo nostro articolo dove, insieme alle generalità e alle caratteristiche dell’app, si troveranno anche i link per i download.

Leggere anche: tracciare e rotte dei voli aerei in tempo reale

Ma parliamo della sua funzione di lettura della pronuncia, Google Translate permette di ascoltare la pronuncia semplicemente premendo un tasto. Una volta immesso il testo, basterà cliccare sull’icona dello speaker (per intenderci un’icona simile a questa ?) e si avrà modo di ascoltare la pronuncia della parola/frase appena digitata. Ovviamente è possibile ascoltarla in entrambe le lingue immesse (quella di partenza e quella in cui si è tradotto). Google Translate è completo e aggiornato costantemente, la velocità di traduzione è ottima e anche sulla qualità della pronuncia non è per niente male, uno strumento affidabile e completo


Bing Translator/Microsoft Translator

Bing Translator non può vantare lo stesso successo di Google Translate, ma rimane comunque un ottimo traduttore e un ottimo lettore di pronuncia! Il servizio offerto da Microsoft è disponibile sia dal sito che da app Android, iOs e -naturalmente- Windows Phone.

leggere anche: le migliori alternative a Google

Per iniziare a tradurre e ascoltare la pronuncia bisogna, un po’ come per tutti i servizi di questo genere, immettere a sinistra la frase (o parola) da tradurre e a destra comparirà la traduzione. Ovviamente prima bisogna scegliere le due lingue. Per ascoltare la pronuncia basterà cliccare sull’icona dello speaker (?) e si ascolterà l’esatta pronuncia. Ottima l’idea di lasciare la scelta del tono di voce (se femminile o maschile) all’utente. Anche in questo caso è possibile ascoltare la pronuncia in entrambe le lingue immesse (quella di partenza e quella in cui si è tradotto).


WordReference

Questo servizio è molto meno conosciuto dei due “giganti” sopracitati e il numero di lingue supportate è limitato in confronto, ma è comunque un buon servizio che permette di tradurre e di ascoltare le pronunce! A differenziare WordReference da gli altri servizi non è solo la popolarità ma anche la struttura del servizio stesso, invece che due riquadri in cui immettere la parola/frase da tradurre, ci si ritroverà davanti ad un semplice spazio (come succede per i motori di ricerca); bisognerà immettere le due lingue di interesse e la parola/frase da tradurre e, a quel punto, si aprirà una nuova finestra del sito in cui verrà riassunto tutto quello che il portale può fornire riguardo la parola/frase appena scritta: significato, traduzione, contesto della frase e pronuncia. Il servizio di pronuncia non è però attivo su tutte le parole/frasi, ma è comunque disponibile per quelle più comunemente usate. 


Yandex translate

Molto poco conosciuto “dalle nostre parti”, anche il motore di ricerca Yandex mette a disposizione un servizio di traduzione completo anche di lettura della pronuncia. Come per i primi due servizi della nostra lista, anche in questo caso ci si troverà davanti a due riquadri: uno dove immettere la frase da tradurre e uno dove verrà mostrata la traduzione. Le lingue supportate da questo servizio sono tantissime, ma è più che normale per Yandex che, per chi non lo sapesse, è un po’ come Google russo.

leggere anche: la scelta del browser (yandex, chrome, firefox)

Per iniziare a tradurre e ascoltare la pronuncia bisognerà, una volta immessa la parola/frase e scelte le lingue, cliccare sull’icona dello speaker (?). È possibile ascoltare la pronuncia di entrambe le lingue immesse. Yandex Translate è disponibile tramite sito, app Android e app iOs.


Per ora la nostra lista finisce qui, aggiorneremo la lista con nuovi servizi quando saranno disponibili.

Anytime | Amazon sfida WhatsApp

Sta per arrivare Anytime, l’app di messaggistica di Amazon 

Sembrerebbe ormai certo che Amazon, azienda leader dell’ecommerce, stia per lanciare un’app di messaggistica in stile WhatsApp. Il nome di questa presunta nuova applicazione sarebbe Anytime e dovrebbe presentare tutte quelle caratteristiche che tanto piacciano in un’applicazione di messaggistica: crittografia, chiamate vocali e video, filtri per video e immagini.

Leggere anche: app di messaggistica istantanea | errori comuni da non fare

Non esiste una conferma ufficiale riguardo l’applicazione, tutto quello di cui si è a conoscenza è dovuto al fatto che Amazon, non molto tempo fa, abbia posto ai suoi utenti un sondaggio dove veniva richiesto di indicare le caratteristiche dell’app di messaggistica perfetta. Dalla precisione -e secondo molti rumors- il sondaggio era volto a perfezionare l’app (che quindi esiterebbe già), e non a capire “da dove partire”. 

Leggere anche: le migliori alternative a WhatsApp

Amazon sembra così molto decisa e il suo ingresso nel mondo delle app di messaggistica istantanea e Anytime potrebbe essere l’ennesima mossa vincente del colosso dell’ecommerce che, in Italia e nel mondo, se la dovrà vedere proprio con Facebook e le sue due punte di diamante: WhatsApp e Facebook Messenger. Per chi fosse curioso, qui un articolo con le classifiche delle applicazioni di messaggistica istantanea più utilizzate in Italia e nel mondo.

Per saperne di più su Anytime by Amazon non resta che aspettare!

iOS | Come registrare telefonate su iPhone

Registrare le telefonate in entrata e in uscita del proprio iPhone è possibile! Ecco come fare.

È possibile, con il proprio iPhone, scaricare delle applicazioni -o munirsi di “gadget” appositamente studiati-, per registrare e salvare tutte le chiamate ricevute o effettuate. La maggior parte delle applicazioni facenti parte di questa categoria richiedono l’acquisto della versione “full” dell’app stessa o di un abbonamento. I costi variano da 3,50€ a 10€, a seconda dell’app e in base alla durata dell’abbonamento. Se queste cifre non vi spaventano e siete determinati più che mai a tener traccia delle chiamate fatte e ricevute, la lista delle applicazioni qui di seguito è a vostra disposizione! Ricordiamo che registrare chiamate senza il consenso dell’altra persona non è legale.

Registratore chiamate

gratis per 7 giorni, poi bisogna abbonarsi all’app e passare alla versione full.

Registratore chiamate – iOS


TapeACall

gratis per la registrazione della prima chiamata (di cui è possibile ascoltare solo i primi 60 secondi), dopodiché è necessario abbonarsi all’app. Per riuscire a utilizzare questa app bisogna assicurarsi che il proprio smartphone supporti le conferenze telefoniche. Qui un nostro articolo dove spieghiamo cosa sono e come attivarle sul proprio iPhone. TapeACall non è supportata da Vodafone.

TapeACall – iOS


Call Recorder

permette di registrare chiamate in maniera totalmente gratuita e senza limiti di tempo. Per iniziare a registrare la chiamata bisognerà scaricare l’applicazione e aprirla, recarsi nella schermata chiamate dell’applicazione, scegliere il paese di destinazione della chiamata, digitare il numero di telefono (o selezionarlo dai contatti) ed avviare la chiamata. L’intera conversazione verrà registrata.

Call Recorder – iOS


Call Recorder Unlimited

questa applicazione permette di testare la propria efficacia, pulizia del suono e immediatezza per poi decidere se passare alla versione full o meno. L’applicazione è tradotta anche in italiano.

Call Recorder Unlimited -iOs

 


Automatic Call Recorder

niente versione o tempo di prova per quest’app che si presenta subito al costo di 3,49€ nella versione base e a 5,49€ nella sua versione completa. Per funzionare, Automatic Call Recorder, necessita dell’impostazione “conferenza telefonica”. Per sapere come attivarla sul proprio iPhone invitiamo a cliccare qui.

Automatic Call Recorder – iOS


Photofast Call Recorder +

non parliamo più di app ma di gadget, Call Recorder + permette di registrare le chiamate (in entrata e in uscita) ricevute (o effettuate) dal proprio iPhone. Call Recorder + permette di registrare, salvare e condividere le proprie conversazioni anche se effettuate da altre app (whatsapp, telegram, skipe…).

gadget-registrare-chiamate-iphone
ecco come si presenta Call Recorder +

Per funzionare questo efficacissimo gadget ha bisogno di essere inserito nella porta lightning (per intenderci, quella dove si carica lo smartphone) e dell’ausilio della sua app dedicata. 

call-recorder+-ios

Se l’app dedicata è gratuita, il piccolo gadget non lo è! Infatti, per chi volesse aggiudicarsi questo accessorio, la cifra da spendere si aggirerà intorno ai 99€. Per maggiori informazioni riguardo a questo prodotto, consigliamo di consultare il sito web degli sviluppatori.

Colossatron | App gratuita della settimana App Store

Questa settimana è “Colossatron” l’app gratuita!

Nome completo del gioco offerto questa settimana dall’app store: “Colossatron: grossa minaccia mondiale” e, come anticipato poco fa, è disponibile gratuitamente ma solo fino a giovedì prossimo dove, puntualmente, dovrà far posto ad un’altra app.

Il gioco offerto questa settimana è stato sviluppato da chi di giochi se ne intende veramente: Halfbrick che, per chi non lo sapesse, ha ideato strepitosi giochi quali Fruit Ninja e Jetpack joyride.

Parlando nello specifico dell’applicazione scelta dalla redazione dell’App store, Colossatron, non c’è molto da sapere…se non che il mondo è minacciato da un essere potente, spregevole e cattivo e a comandare questo essere è proprio l’utente stesso! Ruoli insoliti quindi in questa app dove ci si trova ad essere il cattivo il cui unico obbiettivo è quello di distruggere tutto!

L’applicazione, ricordiamo, sarà disponibile  gratuitamente fino a giovedì 31/08/2017.

Uploaded Picture Uploaded Picture

Le migliori app per creare e stampare fototessere con smartphone

In questo articolo le migliori applicazioni per creare e stampare fototessere con il proprio smartphone

Leggi tutto “Le migliori app per creare e stampare fototessere con smartphone”

Patente | Effettuare quiz e lezioni di teoria online

Esiste un sito, con tanto di applicazione, che permette di cimentarsi in quiz di scuola guida e seguire le lezioni comodamente da computer, smartphone o tablet!

Anche le lezioni (e i quiz) della patente si fanno app! Ecco quindi che è possibile, tramite sito o applicazione, cimentarsi in tanti quiz, sempre e costantemente aggiornati, per rafforzare le proprie conoscenze o per sfruttare al massimo un momento di pausa.

leggere anche: giochi, app e test di memoria, intelligenza e concentrazione

QuizPatente!

Il servizio di cui vogliamo parlare è QuizPatente!, molto famoso e imitato! QuizPatente permette di assistere a videolezioni, apprendere per capitoli, cimentarsi in quiz ministeriali (o per argomento) sempre aggiornati e di ripassare tutti i punti su cui si sono commessi errori o si hanno dubbi. Per iniziare ad usare l’app bisogna, dopo averla scaricata, aspettare che aggiorni il proprio database (questione davvero di pochi attimi se si è connessi ad una rete wifi), terminata la procedura bisogna immettere il proprio nome o nickname e il genere di patente che si vorrebbe conseguire. In pochi istanti l’applicazione presenterà tutte le sezioni di cui dispone. Se invece si preferisce l’uso tramite l’applicazione web, quindi da sito, è sufficiente recarsi sul sito e da lì decidere se registrarsi o se usufruire come ospite dei servizi offerti da QuizPatente!.

Ovviamente in cima a tutta la lista di cose che l’app (o sito) può fare per l’utente c’è il “quiz ministeriale” che l’utente può decidere di effettuare sin da subito per rendersi conto del suo livello di preparazione o decidere di aspettare e compilarlo in un secondo momento. Al termine del quiz è possibile rivedere le risposte o mandarle in correzione, se si è scelta la seconda delle due ipotesi si vedrà subito o uno smile felice (in caso di promozione) o uno triste (in caso di bocciatura), sempre all’interno di questa schermata è possibile conoscere il numero di errori e cliccare su di essi per fare un ripasso mirato.

leggere anche: fototessere fai da te a casa!

QuizPatente! registra e monitora i progressi per suggerire all’utente quando la propria preparazione è sufficientemente alta da permettere il superamento dell’esame ministeriale! Ovviamente questo servizio di monitoraggio è disponibile solo per gli utenti che decideranno di registrarsi, non è quindi disponibile per chi si reca sul sito ed effettua l’esame senza registrazione.

QuizPatente!, inoltre, permette di conoscere le autoscuole vicine per indirizzare al meglio l’utente, per sapere se ne esiste una nelle vicinanze basterà cercare sul sito nell’apposita sezione di ricerca.

Per chi è adatto questo servizio? Il servizio è adatto a chi non può sempre frequentare i corsi di lezione e/o vuole continuare a rafforzare le sue conoscenze anche nelle brevi pause quotidiane senza aver il libro e i relativi test sempre dietro.

L’applicazione QuizPatente! è disponibile per gli utenti Android e iOs gratuitamente, e tramite sito.

sito quizpatente!

app quizpatente! per android

app quizpatente! per ios

iOS | Cos’è Apple Clips

Apple Clips e il suo funzionamento

Apple Clips viene lanciata da Apple nel marzo 2017, stupisce subito per gli effetti video e per la sua simpatia…ma, esattamente, cos’è Apple Clips?

leggere anche: ios 11 | ecco come sarà!

logo-apple-clips-video-editingClips è un’applicazione di video editing (in questo nostro articolo ne elenchiamo alcune tra le migliori), facente parte delle applicazioni sviluppate da Apple (da poco diventate gratuite per tutti), che permette di creare simpatici video condivisibili sui principali sociali e comunque con chiunque si voglia! Clips mette a disposizione tanti effetti grafici e sonori, nonché emoji, stickers e vignette.

Clips nasce con l’idea di fare dell’immediatezza la sua più grande virtù grazie a comandi semplici e facilmente intuibili da chiunque, anche per gli utenti meno esperti di video editing! In più, grazie all’ausilio dell’intelligenza artificiale, l’app saprà rivelarsi utilissima sincronizzando titoli, musica e molto altro. apple-clips-aggiornamento-personaggi disneyUn recente accordo tra AppleDisney e Disney Pixar permette di aggiungere simpatici personaggi quali minnie, topolino e altri all’interno dei proprio video e dei propri scatti. Ed è così che con l’aggiornamento del 20 luglio 2017 approdano sull’app i personaggi di ToyStory e Inside Out accompagnati da Topolino, Minnie e Paperino

L’applicazione è disponibile per tutti gli utenti iOS, gratuitamente, e tradotta in italiano. Assolutamente da provare!

Qui il link per scaricare Apple Clips

Twitter | L’hashtag compie 10 anni

L’hashtag compie 10 anni!

L’hashtag è, sostanzialmente, il simbolo del cancelletto (#) posto prima di un termine, per indicarne un’appartenenza e per permettere il raggruppamento con altri messaggi facenti parte della stessa categoria, che parlano dello stesso argomento. 

leggere anche: navigare sul web | significato dei vocaboli più diffusi 

Se si parla di hashtag si parla di Twitter (anche se ormai è una pratica ampliata a tutti i social), il primo avvistamento del simbolo # posto prima di un termine è avvenuto il 23 agosto 2007 proprio sul famoso social Twitter e oggi, a distanza di 10 anni, la pratica di “etichettare” tutto in hashtag non sembra volersi fermare!

Per farsi un’idea, nel 2012 la parola più usata dell’anno in USA è stata proprio “hashtag”, nel 2014 ha ricevuto la certificazione ufficiale con l’ingresso nel dizionario inglese Oxford.

Oggi, per celebrare il decimo compleanno dell’hashtag, twittando con #Hashtag10, si attiverà un’emoji personalizzata.

#hashtag10

 

Instagram | Arrivano i video in diretta con gli amici

“I video in diretta ti aiutano a condividere in modo autentico, ma a volte possono intimidire se devi fare tutto tu.”

Così commenta Facebook (azienda proprietaria di Instagram) per annunciare il nuovo aggiornamento che sarà disponibile entro qualche mese. Infatti la funzione è al momento in fase di test da parte di una piccola parte della community e verrà introdotta a livello globale nei prossimi mesi. Questa nuova finzione permette di trasmettere video in diretta con la partecipazione di amici.

Come aggiungere amici al video in diretta?

È facile aggiungere qualcuno durante la trasmissione, basterà cliccare sulla nuova icona in basso a destra e poi Aggiungi per invitare una persona tra gli spettatori. Non appena accetterà, si vedrà il display diviso in due e l’amico sarà visibile nella parte inferiore del display. La Community potrà continuare a mettere Mi piace e commentare come faceva prima.

Non resta che attendere per saperne di più su questo e sui futuri aggiornamenti!

Leggere anche: instagram | arrivano gli album

instagram | ora anche offline

instagram | arrivano le collezioni

instagram | inviare foto che si autoeliminano

instagram | caricare foto senza l’ausilio dell’app