Connect
To Top

Luce blu | Cos’è e cosa comporta per i nostri occhi


In questo articolo chiariamo tutto quello che c’è da sapere sulla luce blu e come evitare i danni attraverso accorgimenti (1), impostazioni (2) e applicazioni (3) sui nostri device.


Cos’è la luce blu?

La cosiddetta Luce blu è la principale causa dei problemi derivanti dall’utilizzo di dispositivi elettronici. La luce blu è una luce artificiale a cui i nostri occhi non sono naturalmente abituati e che metterebbe i nostri occhi sotto sforzo.

Cosa causa la luce blu?

Se i nostri occhi restano molto a contatto con display LCD e LED si possono manifestare diversi problemi quali secchezza ed eccessiva lacrimazione, ma il flusso di luce blu non colpirebbe solo gli occhi infatti l’emissione di questa particolare luce causerebbe anche cefalea, stress e insonnia alterando la produzione di Melatonina, una sostanza naturale prodotta dal nostro corpo durante le ore notturne per regolare il ciclo sonno-sveglia. 

Dov’è presente la luce blu?

La luce blu viene emessa dai display di smartphone, tablet e pc e in genereale da tutti i dispositivi LCD e LED, televisione inclusa. I dispositivi come smartphone e tablet emettono fino al 40% in più di luce blu rispetto agli altri dispositivi digitali e, siccome sono sempre più utilizzati, i rischi di effetti negativi sulla vista aumentano ogni anno.

A cosa serve la luce blu?

La luce blu è necessaria per rendere ben visibili gli schermi di diversi device come smartphone, tablet e pc.


(1) accorgimenti
per evitare i problemi derivanti dalla luce blu:


  • il primo consiglio è quello di evitare di stare di fronte ai monitor più del tempo necessario.
  • evitare di usare dispositivi LCD e LED (da cui appunto viene emanata la luce blu) soprattutto nelle ore serali e notturne, dalle 22.00 in poi l’uso del telefono/tablet/pc dovrebbe essere vietato.
  • Pulire spesso i display per evitare un ulteriore affaticamento della vista dovuto allo schermo poco limpido.
  • Adottare una distanza di sicurezza tra occhi e display, nel caso di un computer la distanza corrisponderà ad un braccio steso, nel caso di uno smartphone almeno la distanza equivalente ad un braccio flesso
  • Non posizionare lo schermo del pc verso la finestra, per evitare il rimbalzo di luce esterna.
  • USARE I MEZZI GIUSTI PER EVITARE UN ULTERIORE AFFATICAMENTO:
    meglio tablet o pc per guardare film in streaming e video: meglio questo tipo di device rispetto agli smartphone per evitare – appunto – un ulteriore affaticamento della vista.
    non leggere libri da tablet o supporti non specifici: altra cosa importantissima, non leggere libri su dispositivi non adatti, è quindi fondamentale avvalersi di un eReader per la lettura di libri e non tablet o smartphone. Gli eReader sono strumenti appositamente studiati per non emanare luce blu, per non affaticare gli occhi e per rendere l’esperienza di lettura innocua, come se si stesse adoperando un libro cartaceo.

LEGGERE ANCHE: eReader a confronto


(2) impostazioni
per evitare i problemi derivanti dalla luce blu:


Sono molti i produttori che si sono resi conto di quanto sia importante regolare la luminosità, l’intensità e curva di colori, inserendo così delle impostazioni nei device che lasciano all’utente la possibilità di abbassare la quantità di luce blu emessa dai display in maniera tale da favorire un riposo della vista.

iPhone: dall’iPhone 6 in poi, con l’ultimo aggiornamento, è stata inserita night shift, un’impostazione molto utile che, se attivata, modifica automaticamente lo spettro dei colori dello schermo accentuandone le tonalità calde. Questa impostazione è programmabile e personalizzabile. Viene visualizzata nella tendina a scomparsa inferiore, e per programmarla sarà necessario seguire i passi qui sotto riportati:

per attivare night shift: impostazioni > schermo e luminosità > night shift
per attivare night shift (iOS11): leggere questo articolo

sicuramente questo tipo di impostazione è presente anche in altri device, quindi prima di scaricare app o programmi è sempre bene controllare, noi abbiamo preso in esempio l’impostazione night shift presente su iOS, aggiorneremo l’articolo quando avremo la possibilità di appurare la presenza di impostazioni simili anche in altri device.


(3) applicazioni
per evitare i problemi derivanti dalla luce blu:


Così come per le impostazioni dei diversi device, esistono anche applicazioni che permettono di cambiare il settaggio delle impostazioni del display per ridurre – o azzerare – temporaneamente l’emissioni di luce blu. Esistono anche dei Browser che, come per le app, hanno la medesima funzione. di seguito due esempi di app che limitano la cosiddetta luce blu.

F.Lux:
questa applicazione è disponibile per pc: download F.lux
questa applicazione è disponibile smartphone android: download F.lux

Filtro luce blu-modalità notte:
questa applicazione è disponibile smartphone android: download blue light filter

leggere anche: windows 10 | arriva la modalità notte

Se ti è piaciuto questo articolo, sostieni SCUBIDU mettendo like alla nostra pagina Facebook e seguendoci su Twitter!

More in Dispositivi iPhone

Web news, recensioni programmi e dispositivi, tutorial e molto altro! Tutto questo su Scubidu.eu!

SCUBIDU... Il web senza paroloni!

AllevamentiGatti.eu

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione. Tutte le foto ed il materiale presenti su Scubidu sono presi dal web e, rielaborati più o meno liberamente, i contenuti in essi riportati rimangono di proprietà dei rispettivi creatori. Qualora i proprietari originari degli stessi desiderino la rimozione dalla presente pagina, possono farne richiesta tramite la pagina contatti.

Copyright © 2016-2017 Scubidu. SITO IN AGGIORNAMENTO